Paura di uscire fuori casa

Inviata da Emilia. 31 dic 2013 13 Risposte

Gentili dottori,
sono una ragazza di 25 anni. In una comune giornata, quest'estate ho avuto forte tachicardia, giramenti testa, agitazione...episodi che si sono ripresentati a più riprese per circa due mesi per poi scomparire e ritornare. Stavolta avverto giramenti di testa, a volte sudorazione, estrema debolezza, paura di camminare per strada giacchè sono attraversata da un senso di paura e angoscia di potermi sentire male. Sto limitando la mia esistenza a vivere in casa. Spesse volte quando sono in giro avverto un senso di estraniazione, come se tutto fosse un sogno, a volte ho paura di impazzire, di perdere il controllo del mio corpo. Cosa accade? Ringrazio in anticipo per il gentile consulto.

Argomenti simili

13 Risposte

  • Miglior risposta

    Gentile Emilia.

    Le è accaduto qualcosa di particolare nella sua vita nel periodo del primo episodio di quest'estate?
    In quali contesti e momenti della giornata si sono ripresentati questi episodi?
    Quali sono i pensieri che fa prima dell'esordio di queste situazioni?
    E' consigliabile che si rovlga ad uno psicologo per poterla aiutare maggiormente nella "lettura" della situazioni per mezzo di una diagnosi adeguata.

    Cordialmente

    Pubblicato il 02 Gennaio 2014

    Logo Dott. Stefano Becagli

    12 Risposte

    12 Valutazioni positive

Spiega il tuo problema alla nostra comunità di psicologi!

Qual è la tua domanda? Psicologi esperti in materia risolveranno i tuoi dubbi.
Controlla se esistono domande simili a cui si è già risposto:
    • Scrivi correttamente: evita errori ortografici e non scrivere tutto in maiuscolo
    • Esprimiti in maniera chiara: usa un linguaggio diretto e con esempi concreti
    • Sii rispettoso: non utilizzare un linguaggio inadeguato e mantieni le buone maniere
    • Evita lo SPAM: non inserire dati di contatto (telefono, e-mail, etc.) né pubblicità

    Se desideri ricevere una consulenza clicca qui
    Come desideri inviare la tua domanda?
    Rimuovere
    Nome (sarà pubblicato)
    Indirizzo email dove desideri ricevere la risposta
    Perchè possano attenderti telefonicamente
    Per selezionare gli esperti della tua zona
    Per selezionare gli esperti gli esperti più adatti
    • 12050 Psicologi a tua disposizione
    • 12700 Domande inviate
    • 60200 Risposte date
    • Gentile Emilia,
      se gli esami clinici non hanno riscontrato evidenze tali da poter giustificare il suo stato di malessere, le suggerisco di contattare uno psicologo specializzato in psicoterapia per una consulenza ed eventualmente progettare un intervento psicoterapeutico. Le cause del suo disagio andrebbero ricercate all'interno di un contesto di cura.

      Cordiali saluti,
      Dott. Giuseppe Del Signore - Psicologo, Psicoterapeuta Viterbo

      Pubblicato il 04 Gennaio 2014

      Logo Dott. Giuseppe Del Signore

      836 Risposte

      547 Valutazioni positive

    • Gentile signora Emilia,
      da quanto qui lamenta pare trattasi di uno dei tanti disturbi d'ansia: va ovviamente diagnosticato da uno psicologo clinico e una volta accertato con eventuali comorbilità associate, va curato o psicofarmacologicamente o anche con intervento non farmacologico che fa riferimento alla psicoterapuia cognitivo comportamentale
      dr paolo zucconi, sessuologo clinico e psicoterapeuta comportamentale a udine (friuli venezia giulia)

      Pubblicato il 03 Gennaio 2014

      Logo Dr. Paolo G. Zucconi (sessuologia clinica & Psicoterapia)

      1088 Risposte

      1436 Valutazioni positive

    • Salve Emilia
      Cosa sta accadendo nella sua vita, ricorda situazioni e contesti differenti da attribuire al periodo di cui parla?.E' cambiato qualcosa nella sua vita? C'è qualcosa che la preoccupa? Se i sintomi di cui parla non scompaiono le consiglio di consultare uno specialista che possa aiutarla a capire cosa sta accadendo. Le informazioni che ci descrive non aiutano a dare una risposta esaustiva, anche se online è impossibile poter dare risposte complete e certe.
      saluti
      dott.ssa Carmela Di Blasio

      Pubblicato il 03 Gennaio 2014

      Logo Studio Di Psicologia e Psicoterapia Di Blasio Carmela Alcini Chiara

      77 Risposte

      30 Valutazioni positive

    • buon giorno Emilia
      capisco il suo stato d'animo e mi rendo conto di quando sia per lei difficile e complicato riuscire a gestire la situazione, e di quando la sua vita in questo momento si sia limitata a causa della paura che le possa accadere qulcosa o di impazzire vista anche la sua giovane età.
      io le consiglierei di rivolgersi ad un terapista di orientamento cognitivo comportamentale nella sua città , può consultare il sito L'AIAMC per trovarlo.
      buona giornata
      dott.ssa Consuelo Petrini

      Pubblicato il 03 Gennaio 2014

      Logo Dott.ssa Petrini Consuelo
      Dott.ssa Petrini Consuelo Porto San Giorgio

      30 Risposte

      9 Valutazioni positive

    • In questi casi Emilia, le suggerisco di fare psicoterapia,scioglierà tutte le tensioni che in questo momento le permettono di vivere un avita serena.un caro saluto

      Pubblicato il 03 Gennaio 2014

      dott.ssa Alessandra Campana
    • Cara Emilia, a volte succede che il nostro corpo ci mandi dei segnali che diventano così intensi da" spronarci" a prenderli in considerazione.
      LI ascolti e cerchi un collega che possa aiutarla a comprenderli.
      Saluti

      Pubblicato il 02 Gennaio 2014

      Logo Dott.ssa Allodoli Annalisa

      17 Risposte

      16 Valutazioni positive

    • Gentili dottori, anzitutto ringrazio per la tempestività nelle risposte. Ad ogni modo, ho svolto gli accertamenti clinici, in specie visita cardiologica, esami del sangue, esami tiroidei, visita oculistica, visita neurologica. Da dette visite non è emerso alcunchè. In particolare, mi chiedevo se il trasferimento di città da Roma ad un paesino possa in qualche modo aver contribuito allo sviluppo della sintomatologia suindicata. Negli ultimi tempi, giornalmente, avverto debolezza, voglia di dormire, senso di ubriachezza, ipercontrollo sul dove mi trovi, su chi sia vicino a me, anche nella mia abitazione oltrechè paura di uscire di casa e spesso i pensieri si fanno fitti, si accavallano e temo di perdere il controllo. Le crisi di pianto mi aiutano molto, riportandomi alla "normalità". Ringrazio anticipatamente per il consulto e mi complimento per l'efficiente gestione del Vostro servizio.

      Pubblicato il 02 Gennaio 2014

      Emilia
    • Gentili dottori, anzitutto ringrazio per la tempestività nelle risposte. Ad ogni modo, ho svolto gli accertamenti clinici, in specie visita cardiologica, esami del sangue, esami tiroidei, visita oculistica, visita neurologica. Da dette visite non è emerso alcunchè. In particolare, mi chiedevo se il trasferimento di città da Roma ad un paesino possa in qualche modo aver contribuito allo sviluppo della sintomatologia suindicata. Negli ultimi tempi, giornalmente, avverto debolezza, voglia di dormire, senso di ubriachezza, ipercontrollo sul dove mi trovi, su chi sia vicino a me, anche nella mia abitazione oltrechè paura di uscire di casa e spesso i pensieri si fanno fitti, si accavallano e temo di perdere il controllo. Le crisi di pianto mi aiutano molto, riportandomi alla "normalità". Ringrazio anticipatamente per il consulto e mi complimento per l'efficiente gestione del Vostro servizio.

      Pubblicato il 02 Gennaio 2014

      Anonimo
    • Gentili dottori, ringrazio per la tempestività delle risposte. Ho svolto tutti gli accertamenti clinici( visita cardiologica, esami del sangue, esami tiroidei, visita neurologica) e tutto è risultato nella norma. In qualche modo gli episodi hanno avuto un esordio a seguito del cambio di città. Da Roma mi sono ritrasferita, una vota laureata, al paese di provenienza. Cambio delle abitudini e un ritorno a vivere con i genitori. Pensate possa in qualche misura aver contribuito allo sviluppo della sintomatologia? Spessissime volte, in specie nelle ultime due settimane, ho paura di perdere il controllo di me stessa; cerco di collocarmi spazio temporalmente, ripetendomi di essere in un ambiente sicuro, con persone conosciute. Ho ansia da ipercontrollo delle situazioni; tuttavia, si manifesta con debolezza, voglia di dormire, senso di ubriachezza, paura di uscire fuori di casa e crisi di pianto che mi riportano ad una situazione di equilibrio in cui, stranamente, è come se "recuperassi" le energie. Ciò di cui non riesco a capacitarmi è che, posto che si tratti d'ansia, essa possa in modo così irruente condizionare il corpo e le mie emozioni. Ringrazio anticipatamente e mi complimento per l'efficienza nella gestione di questo utilissimo servizio. Cordialità.

      Pubblicato il 02 Gennaio 2014

      Anonimo
    • Gentile utente,
      è sconsigliabile e poco serio effettuare diagnosi on line. Sarebbe opportuno che si rivolgesse ad uno psicologo di persona.
      Quando il corpo emette segnali di disagio, una volta escluse cause organiche, spesso si tratta di aspetti non risolti che potrebbero sfuggirle al momento.
      E' difficile poter ipotizzare gli sviluppi futuri di questo suo disagio.
      Spesso il "fai da te" porta a peggiorare il malessere.

      Restiamo in ascolto

      Pubblicato il 02 Gennaio 2014

      Logo Dr Mori, Psicologo Sessuologo Psicoterapeuta

      573 Risposte

      298 Valutazioni positive

    • Gentile Emilia,
      è sempre anomalo effettuare delle valutazioni on line; ad ogni modo la sintomatologia da Lei descritta sembrerebbe riferibile ad un'ansia generalizzata con crisi di panico (che renderebbero conto degli stati somatici e della derealizzazione avvertita). Sarebbe opportuna una valutazione più approfondita. Cordialità

      Pubblicato il 02 Gennaio 2014

      Logo Dott. Strisciulli Nicola Walter

      7 Risposte

      5 Valutazioni positive

    • Buongiorno gentile Emilia,
      per comprendere cosa le sta accadendo è importante che si rivolga ad uno psicologo psicoterapeuta de visu per una consulenza psicologica dove lei esporrà il suo disagio a seguito anche di una anamnesi particolareggiata e ne riceverà una diagnosi puntuale. On line non si possono eseguire diagnosi.
      Cordialmente
      Cordialmente

      Pubblicato il 02 Gennaio 2014

      Logo Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta

      1716 Risposte

      2579 Valutazioni positive

    Domande simili: Vedi tutte le domande