Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Paura di sbagliare: mi sto rovinando la vita?

Inviata da Laura · 4 dic 2014 Terapia di coppia

Ho 28 anni e sto con un ragazzo sudamericano di 27 da un anno e mezzo, una storia iniziata tra i problemi e che stiamo cercando di sollevare: quando l'ho conosciuto è stato un colpo di fulmine e dopo poco ci siamo messi insieme... ma lui era disoccupato, sulla strada e fumava eroina; la sua personalità nonostante questo era già affettuosa e allegra e di questo mi sono innamorata. Purtroppo la vicinanza e mia curiosità prima e il dispiacere che lui non lasciasse la droga poi, mi hanno portato a farne uso io stessa con lui.. Ma non era ciò che volevo così ho litigato molto con lui che non voleva andare in comunità e parlando con sua madre che è qua, lei gli ha preso un biglietto aereo e così dopo sei mesi che stavamo insieme lui è partito tornando al suo paese d'origine, dove non si droga più ma conserva una certa attitudine all'alcool.. Per nove mesi ci sentiamo via internet decisi a non lasciarci, nove mesi sofferti e difficili, io qui dovevo terminare un ultimo anno di studi; poi vendo l'auto, prendo il volo e lo raggiungo, passiamo tre mesi insieme molto diversi dai 6 trascorsi in Italia ma anche qui non fila tutto liscio x via dell'alcool e perchè non ero molto preparata a come sarebbe stato lì; volevo fermarmi di più ma non ho potuto x il visto. Adesso ci sentiamo ancora e lui ha iniziato ad andare agli alcolisti anonimi x imparare a controllarsi. Ma vogliamo stare insieme e per fare in modo di poter tornare in Italia insieme e abbattere le barriere burocratiche pensiamo di sposarci là. Purtroppo in tutto questo non abbiamo stabilità economica e dobbiamo chiedere aiuto ai nostri genitori, e penso in parte anche per questo motivo mi assalgono l'ansia, la paura di sbagliare e non essere in futuro felice. Spero che vada tutto bene...

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 12 DIC 2014

Cara Laura,
sinceramente non credo che, in un contesto del genere, ci siano spazi
progettuali aperti per quanto possa riguardare una eventuale famiglia.
Purtroppo sia tu che il tuo ragazzo siete persone alquanto instabili e con
problematiche interne profonde.
Certo vi vedo "in lotta" per cambiare e per guardare al futuro in modo
positivo.
Occorre partire da voi e dall'impegno per curarvi ed uscire dalle
"dipendenze" di cui soffrite. Uscirne definitivamente dico!
Senza questa premessa, che può richiedere molto tempo ed impegno, sarà
difficile raggiungere stabilità economica e ruolo sociale soddisfacente.
Credo che, per ora, l'impegno maggiore debba essere con voi stessi.
Psicoterapia individuale e di gruppo più tutti gli altri aiuti possibili in
una situazione del genere.
Tantissimi Auguri che tutto si evolva per il meglio
Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicoterapeuta in Ravenna

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6895 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 DIC 2014

Vi ringrazio infinitamente per le vostre risposte, ho avuto colloquio con una psicologa e ho deciso di intraprendere un percorso di psicoterapia che partirà dal 7 gennaio, 1 volta a settimana..

Sento che la storia con lui è in bilico perchè quando discutiamo non vedo un andamento costruttivo, bensì mancanza di fiducia, vittimismo e non ascolto da parte sua.. questo mi fa soffrire molto e il pensiero di lui comincia ad essere solo fonte di ansia.
E' successo che qualche giorno fa con l'ennesima rabbia nei suoi confronti ho bevuto tanto (cosa che non faccio abitualmente) e l'ho tradito con un amico.. Mi dispiace molto perchè insieme avevamo sognato un buon futuro e ho passato mesi rimanendogli fedele per non rovinare tutto..
Non so che fare.. per giunta per motivi lavorativi nei prossimi 10 giorni ho bisogno di dormire in città e questo mio amico sarebbe disponibile a ospitarmi, in cambio di nulla chiaramente.. ma so già che la sua gentilezza e disponibilità accentuerà la sensazione di inadeguatezza della mia storia, sempre che questa prosegua.. perchè il mio ragazzo non sentendomi per qualche giorno ha "fiutato" qualcosa e con mio grande rammarico, nonostante le numerose dimostrazioni dategli in passato, ha dimostrato insicurezza e sfiducia..
Insomma.. meglio così che stagnare, ma c'è ancora molta confusione e il cuore sta come sta..
Vi ringrazio ancora moltissimo per la considerazione data alla mia situazione, cordialissimi saluti .. Claudia

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 DIC 2014

Cara Laura
sinceramente non credo che, in un contesto del genere, ci siano spazi progettuali aperti per quanto possa riguardare una eventuale famiglia.
Purtroppo sia tu che il tuo ragazzo siete persone alquanto instabili e con problematiche interne profonde.
Certo vi vedo "in lotta" per cambiare e per guardare al futuro in modo positivo.
Occorre partire da voi e dall'impegno per curarvi ed uscire dalle "dipendenze" di cui soffrite. Uscirne definitivamente dico!
Senza questa premessa, che può richiedere molto tempo ed impegno, sarà difficile raggiungere stabilità economica e ruolo sociale soddisfacente.
Credo che, per ora, l'impegno maggiore debba essere con voi stessi.
Psicoterapia individuale e di gruppo più tutti gli altri aiuti possibili in una situazione del genere.
Tantissimi Auguri che tutto si evolva per il meglio
Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicoterapeuta in Ravenna

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 DIC 2014

Cara Laura,
i tuoi dubbi sono leciti e la mia sensazione è che tu veda molto chiaramente quali siano i limiti e le difficoltà di questa relazione al momento attuale. Evidentemente ciò per te non è sufficiente perché c'è di mezzo il cuore e tutto si complica e sicuramente con quello ti tieni imbrigliata in una situazione che per te è fonte di paure e di angosce.
Con queste premesse, il suggerimento che mi viene da darti è di aspettare affinché certe questioni maturino dentro di te in modo molto consapevole e chiaro.
Non sto dicendo di "mollare" ma di non aver fretta di decidere. Sono sicura che dandoti del tempo, riuscirai a capire fino in fondo qual è la strada giusta ossia buona per te. I miei migliori auguri.

Dott.ssa Saladino Luisa Psicologo a Monza

23 Risposte

13 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 DIC 2014

Cara Laura,
con tutti i rischi e le comprensibili insicurezze per la situazione difficile che descrivi, tu stai affrontando tutto mi sembra, con la spinta e il coraggio che nasce dalle scelte del cuore. Non ha molto senso che ti dica quanti rischi può comportare una situazione del genere, perché è chiaro che ne sei consapevole, così come a me sembra chiaro che malgrado le giustificate paure, tu sappia già quello che vuoi. auguri per tutto. D.ssa Ilaria Beltrami, Psicologa Clinica - Roma

Dr.ssa Ilaria Beltrami Psicologo a Roma

76 Risposte

113 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 21700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16200

psicologi

domande 21700

domande

Risposte 82150

Risposte