Paura di perdere il controllo

Inviata da Elisa · 22 ott 2017 Ansia

Forse mi sono spiegata male nel precendente post... soffro di attacchi di panico e ansia da bambina, ora ho 25 anni... il mio problema più invalidante è sempre stata la paura di stare sola... ho fatto psicoterapia per tre anni e sono riuscita a prendere il controllo della mia vita, poi tutto è tornato anche peggio di prima perché a questa paura di non stare sola si è aggiunta l ossessione di non controllare quello che potrei dire, di dire cose fuori luogo o cose solo mie che devono restare mie( e questo non vuol dire che ho chissà quali segreti e ne devo parlare a tutti i costi,no anzi cose normalissime che sono mie ma io ho paura di perdere il controllo della mente e dirle) ora sono dinuovo in terapia da una psicologa di psicologia breve strategica ma questa paura che prima si presentava ogni tanto mi assale tutta la giornata

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 23 OTT 2017

Cara Elisa,
purtroppo non ho continuità con il post precedente a cui fa riferimento. Comunque da quanto leggo oggi, quanto descrive, sul versante dell'ansia, della paura di perdita di controllo e delle fobie avviene, si inizia a lavorare su un processo, un costrutto ed esso esplode più potente di prima. Da un lato perchè il sintomo ha una funzione di protezione, come se la parte di noi che sta sviluppando il sintomo si ribella ad essere guarita e lo fa esplodere ancora di più. Inoltre leggo che ha scelto una terapia strategica che da questo punto di vista è di impatto, è normale che il sintomo el risulti anche amplificato ( faticoso certo) ma può succedere e in fin dei conti deve succedere perchè lei se ne liberi. Parli di ciò che sta le sta succedendo con la sua terapeuta, si affidi a lei e continui il suo percorso insieme potrete valutare se esiste funzionalità nel vostro rapporto o se è il caso magari di cambiare terapeuta e approccio, ma come le dicevo è noramela anche se a tratti disumano che stia succedendo quanto riferito, lavori in coppia con la sua terapeuta e in ogni caso sarà più rassicurata. Un caro saluto

Dott.ssa Gilda Di Nardo Psicologo a Roma

70 Risposte

30 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 OTT 2017

Buongiorno Elisa, hai una buona consapevolezza di ciò che ti crea disagio e dei tratti personali che non ti aiutano nella risoluzione della problematica; ciò rappresenta sicuramente un punto di forza. Sei seguita già da un professionista, opportuno sarebbe condividere questa preoccupazione e valutare insieme come proseguire. Resto a disposizione Dott.sarà Francesca Rubino

Dott.ssa Francesca Rubino Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Manfredonia

10 Risposte

4 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 OTT 2017

Salve Elisa. Innanzitutto brava perche' sai chiedere aiuto. Mi sembra di capire che attualmente la tua difficolta' sia principalmente legata alla presenza di pensieri intrusivi di natura ossessiva. Il primo passo per far si' che tali pensieri diventino troppo fastidiosi e invalidanti e iniziare a "trattarli quali pensieri". Il pensiero intrusivo meno lo si combatte e piu' perde la sua connotazione di pensiero "pericoloso". Per renderti piu' chiaro il concetto ti dico che in psicoterapia spesso si utilizza proprio l'esposizione a tali pensieri per renderli meno ansiogeni e fonte di preoccupazione. Prova ad "accettarli". Vedrai comunque che con il sostegno di un terapeuta riuscirai a star meglio. Molto utile in questi casi e' la Mindfulness. Buone cose!

Dott.ssa Chiara Valente Psicologo a Cave

4 Risposte

5 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 OTT 2017

Buon giorno Elisa!
La terapia breve strategica e' un ottimo approccio per gestire le problematiche come la sua.
Continuare a chiedere consigli e suggerimenti, nonostante sia ben seguita, stia attenta che non vada ad alimentare il problema ed i dubbi sulla possibilità di uscirne.
Ne parli con la sua terapeuta.
Sicuramente le darà una strategia per gestire queste tentate soluzioni.
Auguri.

Dott.ssa Paola De Marco

Dott.ssa Paola De Marco Psicologo a Mestre

46 Risposte

28 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 OTT 2017

Sta già seguendo una terapia, e questo è un grande passo. Si apra con la sua terapeuta, le dica quello che sta vivendo in questo periodo, le dica che la sintomatologia sembra stia aumentando. Sono sicura che insieme saprete rintracciare la causa e risolvere il problema.
Dott.ssa Marika Cocco
PsicoLogicaMente

Dott.ssa Marika Cocco - PsicoLogicaMente Psicologo a Civita Castellana

30 Risposte

31 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28900 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18300

psicologi

domande 28900

domande

Risposte 98850

Risposte