Paura di farlo?

Inviata da Marty78 · 5 mag 2021

Ho 26 anni, e ho paura di farlo. Ho già fatto altre domande, ma comincio a preoccuparmi, non so come fare. Ultimamente ci penso di continuo, io pensavo di potermi sbloccare prima o poi, ma più si va avanti più penso di avere dei problemi inerenti alla sfera sessuale. Ho paura di farlo, ho paura di essere poi lasciata, ho paura di farmi male mentre lo faccio,più di tutto, paura di rimanere incinta, paura di perdere il controllo? L'idea che qualcuno possa entrare in intimità con me, perché deve succedere? Io non sono mai entrata in intimità con nessuno, non voglio mettermi letteralmente a nudo, ho paura perché il mio corpo non è perfetto, ho paura perché sono molto magra, paura lui possa dire " è tutta ossa, che schifo", paura lui possa vedere le mie smagliature e disgustarsene, paura lui posso allontanarmi vedendole, lui possa dire "ma che schifo è questo, togliti" . Ho paura di essere umiliata, mi disgusta l'idea della penetrazione, che qualcuno possa toccare la mia pelle.... Ma perché? Rimarrò sola a vita
Cosa succede dopo? E nel mentre? Ho paura..
La mia amica dice che sono cose importanti, che non posso rimanere vergine a vita, ma perché no?
Anch'io vorrei sentirmi libera, giuro che anch'io vorrei essere come lei, essere aperta e spontanea, sentirmi libera di concedermi quando sento qualcosa per qualcuno, ma ho paura. È una cosa che non esiste nella mia testa... Io non posso farlo
L'idea che qualcuno possa toccarmi ovunque mi fa schifo, mi da' la nausea, l'idea di essere con qualcuno, e che questo qualcuno sia libero di baciarmi e fare come meglio crede, seppur io abbia una bocca per parlare e poter dire cosa non fare e cosa poter fare, l'idea che una persona possa essere così spontanea su di me, in questo senso... Mi fa paura.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 6 MAG 2021

Cara Marty,
Vorrei prima di tutto partire col chiarirti che non sei sola, che queste sensazioni non sono anomale o assurde, ma che anzi moltissime persone condividono questa mancanza di interesse verso la condivisione di intimità e sessualità con un partner. Per quanto a mio parere non siano mai necessarie definizioni o etichette in questo campo, ti vorrei segnalare che si parla di "Asessualità" per indicare una mancanza di interesse o desiderio verso l'attività sessuale, o semplicemente assenza di attrazione sessuale verso altre persone. L'asessualità non è da confondersi con castità o 'astinenza', dal momento che non riguarda una scelta influenzata da retaggi culturali / etici, bensì si costituisce come una vera e propria caratteristica della sessualità di un individuo, un orientamento sessuale. Esistono per altro infinite sfaccettature di questo ed altri orientamenti, ed è sempre bene cercare il più possibile di non avere una visione rigida o chiusa .. ognuno di noi ha il sacrosanto diritto di vivere la propria sessualità come meglio crede, e se l'idea di ricevere un contatto fisico più intimo ti disgusta, non dovresti mai e poi mai sentirti privata della libertà di evitare ciò che non ti piace.

Dalle tue parole, però, emerge qualcos'altro, che concerne l'insicurezza relativa al tuo corpo ed al giudizio che potrebbero esprimere gli altri entrando in intimità con te. Sarebbe assolutamente importante per il tuo benessere, a mio parere, andare a fondo in questa delicata questione, cercando di far chiarezza sulla vera natura di questo malessere. Quest'ultimo origina effettivamente da una caratteristica sana della tua sessualità o pone le basi sulla negazione ed evitamento di una dimensione relazionale che ti causa insicurezza? Le due ipotesi come puoi immaginare portano a conseguenze molto differenti. La priorità assoluta è il tuo benessere, l'equilibrio, e la possibilità di vivere le relazioni affettive senza paure ed insicurezze infondate.
Il mio consiglio dunque è quello di intraprendere un percorso psicologico che ti supporti e sostenga in questa delicata fase, giungendo ad una maggiore chiarezza su ciò di cui hai bisogno, e su questa condizione che al momento ti genera paura, impedendoti la serenità che meriti.

Per qualsiasi dubbio o necessità, sono a disposizione
Puoi trovarmi anche su instagram come puntopsicologia
Un saluto
Dott.ssa Germana Scoppio - Psicologa ad indirizzo clinico

Dott.ssa Germana Scoppio Psicologo a Bari

34 Risposte

93 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 MAG 2021

Gentile Marty78,
comprendo il Suo disagio in questa situazione che Lei vive con angoscia. La sessualità è un terreno che si esplora con il tempo e in base alle proprie esigenze e desideri. Questa è una fase di conoscenza personale che Lei non deve affrontare da sola, ma un percorso psicologio La aiuterebbe ad approfondire cosa vi è dietro questi suoi sentimenti nei confronti dei rapporti sessuali e della sessualità in generale. Potrebbe intervenire in questo modo sui suoi pensieri riguardanti il contatto sessuale, la loro origine, diventare più consapevole della propria corporeità e delle proprie emozioni. E' un modo per prendere confidenza con se stessi e la propria autostima, perchè prima di stare bene con gli altri bisogna stare bene com se stessi. Rimango a disposizione anch eonline, un caro saluto
Dottoressa Erica Simoni

Dott.ssa Erica Simoni Psicologo a Parma

122 Risposte

54 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 MAG 2021

Buongiorno Marty,
nella sua lunga domanda ci sono molte sotto-domande, tutte connesse da un unico denominatore comune: la Paura.
Credo che occorra trovare da dove arriva questa paura, da dove origina, cosa le suscita parlarne...un percorso psicoterapeutica potrebbe aiutarla in questo senso, per poi potersi avvicinare con meno timore al considerare sensazioni, emozioni e reazioni che emergono anche solo al pensare ad una maggior vicinanza con un'altra persona. La questione non è "è giusto o sbagliato, è ora o è presto, ...", ma come si sente lei in questo momento immaginando una certa situazione.
Sembra che la fiducia in se stessa e la sua autostima siano state minate alla base: anche rispetto a questo un percorso di psicoterapia potrebbe rivelarsi un buon aiuto per comprendere ciò che ha contribuito a far sì che oggi abbia questa visione assolutamente negativa nei suoi confronti, per poi meglio riappropriarsi di un'immagine di sè più vicina alla realtà.
Disponibile ad approfondire quanto scritto, la saluto cordialmente.
Dott.ssa Maria Micheloni

Dott.ssa Maria Micheloni Psicologo a Verbania

20 Risposte

10 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 MAG 2021

Gentile Marty,
forse la sua amica ha l'idea che la verginità abbia una data di scadenza ma ovviamente non è così!...
Lei comunque non doivrebbe coltivare le sue paure in merito e fare prevenzione ma la realtà attuale è che non ha ancora incontrato persona giusta da cui sentirsi attratta.
Inoltre ha un livello di autostima molto basso in forza del quale è convinta di non piacere a nessuno ed ha palesemente dei problemi nell'area della sessualità e probabilmente anche dell'affettività.
Se però, come sembra dal suo messaggio, questa situazione è egodistonica, cioè non le piace, le consiglio di iniziare quanto prima un percorso di psicoterapia.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7540 Risposte

21082 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 MAG 2021

Buongiorno Marty78. Leggendo il suo racconto si può subito notare come i temi salienti siano il contatto, la sessualità e l’aprirsi con l’Altro. Ogni tema dovrebbe essere indagato a partire da quelli che sono i significati che lei ha imparato ad attribuire loro nel tempo, cercando di capire dunque cosa voglia dire per lei aprirsi e lasciarsi andare nella sessualità e da dove arrivi la paura incontrollata di avere figli.
Inoltre vi è anche il tema dell’accettazione del corpo: ormai nella società moderna siamo sottoposti a modelli fisici che mai corrispondono al reale; i social poi contribuiscono alla costruzione di immagini inverosimili, di corpi perfetti. Ciò che bisogna tenere sempre a mente è che il social è intrattenimento, non è “realtà”: ogni foto è sottoposta a revisioni e ritocchi, proprio per aderire a quell’idealizzazione che domina il concetto di corpo “bello”, che rimane comunque un concetto molto soggettivo.
Tutti questi temi le consiglio di approfondirli con uno specialista, per andare a capire dove si crea nel suo caso particolare l’incastro che la blocca e le crea questo evidente disagio.
Per un consulto più approfondito mi rendo io stesso disponibile, così da valutare l’eventualità di avviare un percorso psicoterapeutico con gli obiettivi sopra esposti.
Cordialmente,
dott. Afonso Panella.

Dr. Alfonso Panella Psicologo a Busto Arsizio

138 Risposte

38 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 MAG 2021

Buonasera Marty78, ha ragione ci sono tante domande che invadono la sua mente. Da una parte tante preoccupazioni e paure legittime e dall'altra una forte resistenza di non potersi concedere totalmente a qualcuno. E' ancora giovane e forse non c'è subito la fretta di prenderla, ma forse sarebbe utile per lei mettere in ordine tutte queste domande. Inizi a pensare cos'è veramente importate nella vita perché valga la pena di essere vissuta? Credo che un percorso di conoscenza personale rispetto a ciò che è importante per lei e come sia possibile raggiungerlo, potrebbe essere veramente utile.
rimango a disposizione per qualsiasi informazioni rispetto a questo percorso contattami su guidapsicologi.

Dottssa Claudia Galbiati, psicologa psicoterapeuta

Dott.ssa Galbiati Claudia Psicologo a Pioltello

40 Risposte

12 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 30050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18850

psicologi

domande 30050

domande

Risposte 102350

Risposte