Paura di essere gay, mi serve un aiuto.

Inviata da nijkname · 3 lug 2020

Buonasera, sono un ragazzo di 22 anni e da un po' di tempo ho il timore di poter essere gay, nonostante abbia avuto da sempre delle frequentazioni con delle ragazze; premetto, inoltre, che sono un soggetto ansioso, avendo passato un periodo in cui avevo almeno un attacco di panico al giorno, e un po' insicuro con le ragazze, dato che fino ad ora mi è sempre andata male.
Vado con ordine.
La mia vita sentimentale non è mai stata delle migliori: nonostante diverse frequentazioni, il massimo che sono riuscito ad avere è stato un bacio con una di queste ragazze da cui però, per paura di non so cosa, mi sono allontanato: fino al momento prima del bacio ero assolutamente pazzo di lei, il momento del bacio mi è piaciuto tantissimo ma non so davvero perché l'abbia allontanata (penso possa essere la paura del fatto che, non avendo avuto prima di allora esperienze, non fossi in grado di avere una relazione).
Dopo questa situazione ho avuto altre tre frequentazioni e, sembrerà assurdo, sono finite tutte e tre allo stesso identico modo: dopo 2/3 uscite, in cui io già immaginavo di poter avere delle relazioni ognuna di loro, queste ragazze si sono messe con altri ragazzi.
In particolare con una di queste si era instaurato un certo feeling e le ho raccontato di avere un amico gay che più volte ci ha provato con me (io non ero assolutamente interessato), anche un po' per scherzare, e lei ha risposto (in modo scherzoso) "ahh, ma non è che sei gay?". Ovviamente la sua intenzione era di fare una battuta; però diciamo che da lì in poi è iniziato il calvario.
Due giorni dopo mi parla e mi dice di essere in confusione (ovviamente era una scusa, avevo scoperto che si stava vedendo anche con un altro) e di voler chiudere la frequentazione lì.
Il primo periodo l'ho passato disperandomi e chiedendomi quale fosse la ragione per cui tutte le ragazze pian piano andavano perdendo interesse per me, nonostante inizialmente sembrassero prese; poi ho avuto la fase della paura di restare per sempre solo e di essere uno sfigato, non avendo avuto mai rapporti sessuali con ragazze; infine, ripensando alla frase della ragazza dell'ultima frequentazione, ho iniziato a pensare che il motivo sia nel fatto che io sia davvero gay. Una notte, in particolare, mi sveglio in preda ad un fortissimo attacco di panico e dal giorno dopo inizio ad avere questo dubbio, che adesso occupa molte ore della mia giornata.
Spesso mi rendo conto che questa mia paura possa essere infondata perché sin dall'adolescenza ho avuto una fortissima attrazione per le ragazze in carne (il solo pensiero mi portava ad eccitarmi tantissimo) ed anche perché ho frequentato per anni spogliatoi di calcio e non ho mai provato eccitazione; tuttavia devo ammettere che ogni tanto l'occhio mi cadeva su qualche mio compagno, sopratutto quelli con la barba e un po' in carne (che sono due caratteristiche che vorrei avere, essendo io magrissimo e sbarbato) , per cui però non ho mai avuto nessun tipo di attrazione/pensiero sessuale.
Un episodio che ogni tanto mi consola è quello che ho avuto lo scorso ottobre: ho incontrato la ragazza del mio primo (e unico) bacio dopo un periodo in cui avevamo litigato per altri motivi e, per qualche settimana, siamo stati di nuovo affiatati; sarò schietto, uno di quei giorni camminavamo e, dopo che lei mi aveva preso la mano dandomi qualche bacio davvero affettuoso, stavo così bene da aver avuto un'erezione. Poi, per diversi motivi, abbiamo litigato nuovamente ed ora abbiamo un rapporto freddissimo.
Questa situazione mi sta distruggendo piano piano, ormai ogni volta che vedo un uomo un po' grasso e con la barba penso di poter essere attratto da lui ed entro in un circolo vizioso di ansia e terrore; non penso di essere omofobo (ho un caro amico gay), ma il pensiero di poter essere gay e di non accettarmi mi fa entrare in uno stato di terrore che mi fa stare malissimo.
Scusate la lunghezza e ripeto, non penso di essere omofobo, ma ho paura di poter essere gay; fino a poco fa il mio desiderio più grande era quello di sposarmi ed avere dei figli tutti miei.
Ora davvero non so cosa fare/pensare e, in più, ho paura che questa situazione mi possa impedire di innamorarmi di altre ragazze.
Grazie.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 4 LUG 2020

Buongiorno. Dalla sua domanda emerge una grande preoccupazione generalizzata a tutto ciò che ha che fare con il relazionale. Ci sono vari fattori che a mio avviso meriterebbero una analisi approfondita, dalla sua difficoltà ad instaurare un rapporto intimo prolungato, da cui ne consegue la sua verginità (se non ho capito male), dalle sue fantasie verso il sesso opposto che poi non si concretizzerebbero, alla sua forte paura di essere gay, irrazionale visto che l'omosessualità rappresenta una variante assolutamente naturale del nostro orientamento sessuale. Le consiglio, quindi, di contattare un esperto che possa aiutarla a dirimere questa matassa intricata, perché a volte noi ci costruiamo timori grandi senza che ci siano dei validi motivi. In bocca al lupo! Drssa Valeria Ricci

Dott.ssa Valeria Ricci Psicologo a Roma

3 Risposte

2 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 LUG 2020

Buongiorno,
è possibile che la sua difficoltà nel rapportarsi con le ragazze sia da percorrere a ritroso verso schemi di formazione del suo pensiero comprendendo innanzitutto come vive la relazione d’amore, con quali aspettative, con quali dubbi, cosa la preoccupa e cosa eventualmente la fa sentire bene. Il rapporto coi maschi andrebbe poi considerato non tanto come eventuale rapporto intrinseco di una omosessualità stigmatizzata ma come “necessaria” fonte di preoccupazione che la spinger ad aumentare la sua ansia. Credo sia importante che lei possa approfondire il suo sistema di vita con uno psicologo e insieme percorrere ogni campo in cui esprime il suo sentimento di inadeguatezza.

Dott.re Lorenzetto Claudio Psicologo a Ferrara

360 Risposte

122 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18600

psicologi

domande 29700

domande

Risposte 100950

Risposte