Paura di dichiararsi o confusione psicologica?

Inviata da Emanuel · 4 apr 2016 Relazioni sociali

Ciao a tutti sono Emanuel girando all'interno di questo forum forse con un po' di aiuto vorrei trovare una risposta al mio pensiero che mi gira dentro la testa da quasi un anno! Spero sia la room giusta. Inizio nel dirvi che sono sposato, e nel lavoro durante le pause o quando possiamo essere liberi ho un'amica collega anche lei sposata, che nel passare del tempo abbiamo stretto un'amicizia forte e sana tanto che ci raccontiamo tutto e di più. Premetto che non è successo nulla ma proprio nulla tra di noi, e sono anche amico di scuola del marito. Ultimamente mi fa notare che se parlo di qualcosa che non le piace evidenzia gelosia,e me lo dice, mi dice che che lei è possessiva, e non devo magari fare apprezzamenti esempio ad un'altra ,se non la cerco lei mi cerca,mi abbraccia,mi fa le carezze tipo abbracci ecc.. è curiosa del mio comportamento,parliamo delle nostre famiglie fino ad arrivare ai discorsi più piccanti, la sua espressione" me lo dici io voglio saperlo" per dire che devo raccontarle cose anche intime e cosi' fa lei,insomma come se a sembrare di fatto lei vorrebbe qualcosa di più' ma il bello pero' è che se io faccio qualche battuta lievemente più piccante ma senza essere maleducato o diretto, perché non voglio assolutamente passare per cafone, lei mi dice che tra noi ci deve essere solo amicizia. Insomma mi fa notare che forse sto osando troppo, allora come mi fate capire ciò che ha in testa questa ragazza che a mio avviso è così verso di me, molto aperta, ma se provo ad osare un po' di più a parole mi frena subito? Non lo chiedo perché il mio scopo è trovare qualcosa oltre l'amicizia ma mi aiuterebbe a capire molto il lato femminile, e soprattutto cosa vorrebbe lei da me o dall'amicizia che abbiamo, a volte sono in condizione che un'altro ragazzo ci proverebbe subito invece devo stare attento e non capisco dove posso arrivare anche a parole. Grazie a tutti voi.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 5 APR 2016

Gentile Emanuel,
mi sembra che la sua collega sia stata molto chiara affermando che lei vuole solo un'amicizia. Il confine tra cosa è possibile dire e cosa no è difficile stabilirlo, perché non è una questione di cosa pensano le donne, si tratta invece di una questione soggettiva, mi spiego meglio: ognuno di noi, la sua collega compresa, stabilisce cosa è giusto dire nei suoi confronti e cosa no. Se la collega le ha giá fatto notare che non gradisce determinate battute, eviti di farle. Se gliene scappano altre in futuro che risulteranno non gradite, si scusi. Potrebbe essere utile anche esplicitare e chiedere direttamente alla persona in questione di chiarire ulteriormente cosa puó essere detto e cosa no.
Mi pare di capire inoltre che la collega in questione ha atteggiamenti ambigui e talvolta ha un comportamento molto aperto nei suoi confronti: questo atteggiamento aperto puó essere sia il suo modo di esprimere amicizia nei suoi confronti, sia legato a una particolare simpatia che la signora ha nei suoi confronti. Simpatia che peró vuole non travalichi i confini coniugali, perché mi sembra di capire che per lei suo marito viene comunque al primo posto e non ha intenzione di tradirlo. Se intenzioni della signora cambieranno, lasci che sia lei a fare la prima mossa.

In bocca al lupo per tutto!

Cordiali saluti,

dott.ssa Elisa Canossa, psicologa psicoterapeuta

Dott.ssa Elisa Canossa - Studio di psicologia e psicoterapia Psicologo a Sustinente

726 Risposte

2204 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 APR 2016

Gentile Emanuel,
l'amicizia che si è instaurata tra lei e la sua collega, per il livello di intimità a cui è arrivata, rischia di non rimanere più una semplice amicizia.
In particolare, questa donna è abbastanza ambigua perchè esprime gelosia e gesti di affetto nei suoi confronti ma quando lei eccede nelle parole più che nelle azioni, la frena e puntualizza che il vostro rapporto deve restare solo di amicizia.
Ma l'amicizia tra un uomo e una donna, per giunta colleghi di lavoro, prevede gelosia, racconti intimi, carezze e abbracci?
Anch'io ho l'impressione che state scherzando col fuoco e che prima o poi qualcuno si brucerà per cui sarebbe preferibile rientrare nei ranghi.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7134 Risposte

20297 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 APR 2016

Caro Emanuel
io penso che questa amicizia tra lei e la sua collega non sia proprio"sana", nel senso che non è amicizia che vuole rimanere solo tale e che si esprime nei modi e nei termini di una amicizia tranquilla.
Io trovo essere molto ambiguo il comportamento di lei, "lancia il sasso ma ritira la mano" e lei invece anche nella lettera che ci scrive, ammette che fa dei tentativi per volere di più, o perlomeno che vorrebbe farli.
Qui mi sembra che state giocando entrambe e che la questione sia solo di chi comincia per primo a fare il passo "oltre"...emotivamente è come che l'aveste già fatto.
Aggiungo che la situazione mi sembra essere quella di due ragazzini che giocano col fuoco.
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci psicologa psicoterapeuta.

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7046 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Relazioni sociali

Vedere più psicologi specializzati in Relazioni sociali

Altre domande su Relazioni sociali

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17300

psicologi

domande 24850

domande

Risposte 88500

Risposte