PAURA DI CHE?

Inviata da antonello · 13 mag 2019 Ansia

Buongiorno,
il mio nome è Antonello e Vi scrivo per parlarvi di ciò che mi succede.
Ho 49 anni e da un po di anni che soffro di ansia. Esattamente si scatenata dopo la morte di mio padre nel 2003. Dopo tanti consulti (non conoscendo l’ansia non pensavo che da lei dipendessero tutti i miei malesseri) ho intrapreso il percorso della meditazione che mi aiuta molto, affiancato da un percorso con un neurologo oramai in fase di chiusura.
Ma veniamo al punto.
Mi trovo ora a frequentare da circa un mese una ragazza e questo mi ha creato da subito ansie e dubbi.
Lei non mi piace tanto fisicamente però mi trovo bene con lei. Il suo carattere mi piace e sto bene con lei, praticamente ci vediamo tutti i giorni. Pero’ le mie ansie non passano e i miei dubbi pure.
In piu’ ciò è accentuato dal fatto che pensando che dovrei chiudere la relazione, ciò mi crea dei sensi di colpa perché penso che non è onesto stare continuare a vederla e non parlarle sinceramente di tutte le mie perplessità.
Ciò premesso, il punto è questo: questo è il meccanismo che oramai mi accompagna quando inizio una relazione. Ansie, dubbi, star male.

Trovo sempre dei “difetti” (a mio pensare) sui quali trovare una scusa per non portare avanti le relazioni.
E’ troppo grande per me,
Non può darmi figli,
E’ separata ed ha una figlia...non va bene
Non vedo un futuro assieme, quindi non sono innamorato ...è giusto e corretto chiudere
Non mi piace molto fisicamente, allora non sono innamorato
E via così….questi sono alcuni pensieri che sempre si arrovellano nella mia mente all’inizio della relazione….soprattutto se poi l’altra persona mostra molto interesse nei miei confronti.

Ora. Anche in questo caso stesse dinamiche, non so se dipendenti dal fatto che non mi piaccia veramente o dalle solite dinamiche che ho descritto.
In realtà c’è di diverso che ora vorrei affrontare queste paure e cercare di continuare nella frequentazione di superarle. (anche se non so se sia giusto nei suoi confronti...che sta mostrando interesse per me).
Non voglio correre il rischio di buttare al vento un’altra conoscenza che potrebbe invece rivelarsi col tempo davvero importante…
Questo è in sintesi il mio sfogo…
Scusate se magari non sono stato chiarissimo...ma ci ho provato…

Grazie sin da ora

Antonello

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 16 MAG 2019

Gentile Antonello,
lei dice di aver intrapreso, oltre alla meditazione, un percorso con un neurologo ed è presumibile intendere che abbia fatto una cura farmacologica.
Indubbiamente la sua ansia con sintomi annessi ha origini lontane e si accompagna ad insicurezza, instabilità comportamentale, bassa autostima e lieve tratto ossessivo-compulsivo.
Tutte queste caratteristiche hanno finora intralciato la costruzione di una sana relazione sentimentale.
Per fortuna, anche se con ritardo, sembra ora deciso ad affrontare questa problematica e lo può fare iniziando un percorso di psicoterapia preferibilmente cognitivo-comportamentale.
Pertanto le suggerisco di non sprecare altro tempo.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7088 Risposte

20219 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 MAG 2019

Buongiorno Antonello,
da ciò che traspare dal suo scritto (peraltro sintetizzato abbastanza bene) sembrano emergere due difficoltà principali: una legata ad un problema di ansia a livello più o meno profondo che ha avuto origine circa 15 anni fa e che riferisce di gestire con la meditazione e l'intervento del neurologo; l'altra difficoltà riguarda le relazioni affettivo-amorose che sembrano essere anch'esse disturbate da ansia, dubbi e malessere. Per affrontare e risolvere tali difficoltà come prima cosa è importante ripercorrere la sua storia di vita e capire dove affondano le radici del suo malessere e della sua ansia, questo lo si può ottenere anche col supporto oggettivo di due tests della personalità; poi è necessario analizzare tutto ciò che ha messo in atto nel tentativo di risolvere i suoi problemi e, infine, a seguito di quanto emerge, impostare insieme un protocollo di intervento inserito in un percorso breve (non più di 10-15 incontri) di consulenza psicologica che può avvenire anche in modalità on-line attraverso video-sedute, sessioni e-mail o sedute in chat.
Cordiali saluti
Dott.ssa Maria Giovanna Zocco

Dr.ssa Maria Giovanna Zocco Psicologo a Modica

162 Risposte

265 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 MAG 2019

Caro Antonello, le dinamiche interne e relazionali che porta sono tante e meriterebbero maggiore approfondimento. Dalla lettera sembra che le ansie siano entrate nella sua vita dopo un lutto però bisognerebbe capire prima di questo lutto come stesse e quale fosse la sua idea di sé. È come se, a un certo punto, avesse imparato che c'è sempre qualcosa che impedisce di esser felice. Io non so che percorso ha fatto ma mi sento di suggerirle di lavorare, oltre che sul corpo e sui sintomi, sui significati che attribuisce alle relazioni e sul senso che assume per lei ogni emozione che vive. In questo modo potrà acquisire maggiore consapevolezza di cosa le succede. Un caro saluto.

Dott.ssa Luisa Fossati Psicologo a Firenze

378 Risposte

429 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 MAG 2019

Buongiorno Antonello come mi è sembrato di comprendere lei già si "occupa" della sua ansia quindi dovrebbe solo essere accompagnato nel prendere una decisione che la fa star male. Provi a scrivermi in privato e vedrò come aiutarla, ho bisogno di sapere di più.

Dott.ssa Giorgia Vesce Psicologo a Pescara

29 Risposte

11 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 MAG 2019

Gentile Antonello,
Lei ha già seguito un percorso farmacologico con il neurologo per la problematica dell'ansia la quale sembra ridimensionata. D'altra parte permangono ruminazioni e pensieri ossessivi che finiscono per compromettere le relazioni. Occorre andare all'origine dell'ansia ed affrontare eventuali conflitti interni tramite un adeguato percorso psicologico.
Resto a disposizione per eventuali informazioni
Cordialmente
Dr.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2691 Risposte

2217 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 MAG 2019

Buongiorno Antonello,
l’ansia è un segnale di dinamiche psicologiche che segnalano un conflitto, uno squilibrio interno e meritano una comprensione per cerca origini e significati. Mi sembra che i suoi tentativi con la meditazione l’abbIano aiutata e per quanto riguarda l’aiu neurologico cosa intende per percorso? Alla luce delle sue paure, ansie e insicurezze nel rapporto sentimentale credo le potrebbe essere di aiuto un consulto psicoterapeutico per considerare il tutto.
Disponibile per approfondimenti.
Dr.ssa Elisabetta Ciaccia Milano

Dott.ssa Elisabetta Ciaccia studio di psicologia Psicologo a Milano

455 Risposte

141 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 MAG 2019

Buongiorno Antonello,

nello specifico cosa consiste il percorso con il neurologo?di cosa vi occupate? Il corso di meditazione può essere molto utile, tuttavia le consiglio viste le problematiche che sono emerse di intraprendere un percorso psicologico.
Resto a disposizione per eventuali chiarimenti, se vuole mi può scrivere.
Cordiali saluti
Dott.ssa Alice Noseda

Dott.ssa Alice Noseda Psicologo a Lecco

1664 Risposte

1177 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24200 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17050

psicologi

domande 24200

domande

Risposte 86900

Risposte