Paura di cadere in una crisi

Inviata da Elisabetta · 10 giu 2020 Crisi esistenziale

Salve a tutti, sono una ragazza di 23 anni e sento di non riuscire a prendere in meno la situazione della mia vita e del mio futuro.
Ho sempre cercato di ascoltarmi e comprendermi, ma ad oggi mi sento spesso una fallita, in ritardo con tutto, ed ho paura di non raggiungere i miei obiettivi e non conclude mai nulla. Non ho una cerchia di amici con i quali parlare, potermi sfogare e magari distrarmi; certo, ho delle sorelle ma a volte si sente proprio l'esigenza di staccare e di avere degli amici con i quali uscire e poter vivere i miei 23 anni, ma non lo faccio. Trascorro le mie giornate in casa, tra studio e tv,il fine settimana faccio lo stesso, magari non studio ma approfondisco argomenti che mi piacciono, anche se ci sono certe sere che mi capita di avere voglia di uscire e non avere nessuno da poter chiamare. Non nego anche se non ne parlo con nessuno, che a causa di questa situazione, la mia paura di non raggiungere i miei obiettivi perchè sono una studentessa universitaria e vivo ancora con i miei, ho voglia di sentirmi indipendente e magari avere qualcosa di mio ma ad oggi ancora non ci sono riuscita,questa "assenza" di amicizie e tutti questi pensieri mi ha portato a soffrire di ansia, a non dormire la notte e a dover ricorrere ad un medicinale per dormire.
Non so cosa fare, non so cosa mi succede...

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 11 GIU 2020

Gentile Elisabetta,
probabilmente lei ha solo qualche problema di comunicazione e di autostima.
Quali sono i suoi obbiettivi che teme di non raggiungere?
Quelli relativi allo studio sembra li stia perseguendo.
Quelli invece riguardanti relazioni amicali oppure sentimentali richiedono maggiore apertura e capacità socio-comunicative.
Pertanto un percorso di psicoterapia cognitivo-comportamentale potrebbe esserle utile ed è consigliabile.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7088 Risposte

20221 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 GIU 2020

Buongiorno Elisabetta, innanzitutto avere 23 anni e vivere "ancora" a casa dei genitori perchè si è scelto di continuare gli studi universitari è assolutamente NORMALE ed è una condizione comune a molti altri suoi coetanei che hanno deciso di frequentare l'università quindi non essere ancora indipendente non la leggerei come "colpa o inettitudine". Inoltre mi sembra che funzioni bene nello studio e forse pensare di non avere il polso sulla sua situazione futura non è tanto una prospettiva verosimile quanto ascrivibile ai pensieri e alle idee negative che ha di sè. In un percorso psicoterapico si cerca di agire in questo senso andando a capire il perchè ha queste immagini disfunzionali di sè e da dove hanno avuto origine. Mi rendo disponibile ad approfondimenti. Un caro saluto. Dott.ssa Carucci.

Dott.ssa Elena Carucci Psicologo a Torino

22 Risposte

32 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 GIU 2020

Buongiorno Elisabetta,
il bisogno di socialità di cui scrive è perfettamente comprensibile, sia perchè si tratta di un bisogno umano, presente a tutte le età; sia a maggior ragione perchè trascorre molto del suo tempo a dedicarsi al "dovere", anche se vi sono argomenti che le piacciono e sono dunque di suo interesse. Probabilmente questo contribuisce ad incrementare lo stato ansioso in cui si trova, ha scarse distrazioni, è stimolata intellettualmente ma lo è scarsamente dal punto di vista socio-affettivo.
La paura del fallimento può essere causa o conseguenza... ed è un sentimento che si prova spesso di fronte ad obbiettivi da raggiungere come l'autonomia.
Prima di tutto potrebbe esserle utile cominciare a frequentare un contesto per lei stimolante da un punto di vista diverso...un contesto leggero, dove dedicarsi a qualche attività di svago che le potrebbe piacere, dove potersi confrontare con delle persone... non lo faccia con l'obbiettivo di socializzare, si goda l'esperienza, trovando anche il piacere di chiacchierare con qualcuno senza secondi fini.. vedrà che con il tempo il poter dare libero sfogo a se stessa la aiuterà a stare meglio. Se crede di aver bisogno di un supporto più approfondito, lo chieda senza porsi remora alcuna. Magari si tratta di una fase, che con un piccolo aiuto, potrà superare facilmente.
Dott.ssa Comi

Dott.ssa Gabriella Comi Psicologo a Reggio Calabria

83 Risposte

26 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 GIU 2020

Gentile Elisabetta, dal suo messaggio emerge come lei stia attraversando un momento della sua vita in cui prevale un senso di incertezza e di inadeguatezza. Le sue indecisioni, preoccupazioni e incertezze sembrano condurla in uno stato ansioso che in un primo momento la bloccano e che dopo le generano un senso di tristezza. Porsi degli obiettivi lontani nel tempo e che richiedono un grosso impegno (i cui risultati non sono immediati) non fanno che generarle ulteriore ansia, il mio consiglio è quello di iniziare ad avere obiettivi più semplici e immediati che piano piano la condurranno a realizzare ciò che desidera nella sua vita. Le consiglio, se le è possibile, di richiedere un aiuto psicologico che la guidi e le faciliti il percorso verso progetti raggiungibili e concreti che miglioreranno anche il suo senso di autorealizzazione.
A disposizione per eventuale consulto.
Saluti, Dott.ssa Ferraro Francesca

Dott.ssa Francesca Ferraro Psicologo a Firenze

42 Risposte

24 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 GIU 2020

Gentile Elisabetta, una condizione così evidente di inibizione emotiva, associata ad insoddisfazione, senso di colpa, tono dell'umore basso, ansia, merita un'attenzione che soltanto un percorso psicologico ti può fornire.
Pensaci seriamente
Cordiali Saluti
Dott. Masucci A.

Dott. Armando Masucci Psicologo a Avellino

257 Risposte

241 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 GIU 2020

Buonasera Elisabetta. Lei tocca numerosi temi, che meritano uno spazio approfondito e personale, e nei quali pertanto non mi inoltro con poche righe scritte. Emerge, però, come filo conduttore, il grande tema dell'identità e della possibilità di sentire la propria esistenza come Sua, in Suo possesso, nelle Sue mani: Lei è in stallo. Non ha riferimenti che La aiutino ma solo con cui confrontarsi e rispetto ai quali sentirsi "indietro". La progettualità è presente ma sfocata, lontana: vorrebbe, ma non sente la possibilità di raggiungere ciò che desidera (e forse deve ancora mettere a tema di cosa si tratti). Il circolo vizioso dell'assenza dell'Altro genera e mantiene l'ansia e la sensazione di incapacità e di fallimento. Il consiglio è riprendere in mano la responsabilità della Sua vita a partire dall'iniziare un percorso psicoterapeutico, che è un primo grande passo in questo senso. La psicoterapia ha l'obiettivo di mettere a tema in che direzione sta andando la Sua esistenza per comprendere come riuscire a ottenere ciò che desidera, ridandoLe il senso di poter scegliere per Sè stessa aprendo possibilità d'azione, nel presente, in vista del futuro. Inoltre, consentirebbe di mettere a tema il modo di essere con l'Altro, per aiutarLa a comprendere cosa La mette in scacco nella relazionalità e cosa causa questa solitudine che prova. Valuti la possibilità di chiedere un sostegno professionale: ne varrebbe la pena. A disposizione, cordialità. DP

Dott. Daniel Michael Portolani Psicologo a Brescia

878 Risposte

895 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Crisi esistenziale

Vedere più psicologi specializzati in Crisi esistenziale

Altre domande su Crisi esistenziale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24200 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17050

psicologi

domande 24200

domande

Risposte 86950

Risposte