Paura di avere una leggera depressione

Inviata da Alice · 20 set 2017 Depressione

Buonasera, sono una ragazza di 27 anni in una situazione un po' complicata. L'unica cosa di cui sono contenta nella mia vita è che sono incinta e tra meno di un mese partorirò, anche se le paure sono tante, in primis una suocera troppo invadente che già da ora che il bambino deve ancora nascere tende sempre a mettere sotto accusa me, abitando pure vicina ho paura di ritrovarmela sempre in casa una volta nato e che mi dica cosa devo e non devo fare o che mi giudichi. Poi si aggiunge un rapporto non proprio idilliaco con mia madre, senza un motivo ben preciso..semplicemente è sempre stata molto distaccata, da quando sono incinta mi ha accompagnata solo a 2 ecografie (è già in pensione) e mi ha già detto che non potrà tenermi più di tanto il bambino perché si stanca subito, quindi ho l'eccesso di mia suocera da una parte e l'eccesso di mia madre dall'altra, quando sarebbe più normale il contrario. La cosa per cui soffro di più però è che il mio fidanzato lavora in un'altra città e torna solo i fine settimana, io quindi in settimana sono sempre in casa da sola, mi sono rimaste pochissime amiche, giusto una o 2 e le vedo poco, ho frequentato il corso preparto sperando di trovare qualche nuova amica ma niente, sembra sempre che alle altre persone non interessi fare nuove amicizie. Ho paura che mi stia venendo una leggera depressione perché spesso in settimana quando son sola piango, non mi viene manco voglia di uscire da sola perché mi dà fastidio la gente che mi guarda per strada perché sono incinta, passo la mia settimana cercando di resistere fino al week end che si che arriva il mio ragazzo ma poi so che dopo 2 giorni si ricomincia da capo..ho passato tutti sti mesi così e ora inizio a non farcela veramente più. Appena nascerà il bambino so che cambierà la mia vita in meglio anche se non posso fare a meno di essere preoccupata per come sarà mia suocera e al fatto del mio ragazzo lontano, almeno finché non troverà un lavoro qui. Poi a me spetterà un rientro al lavoro non facile perché la mia titolare non ha preso bene il fatto che mi sia fermata perché sono rimasta incinta, ma a quello ci penserò a tempo debito. Volevo avere un parere da voi esperti, mi sento davvero triste.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 21 SET 2017

Gentile Alice,
la gravidanza è un fase estremamente delicata nella vita di una donna, attiva molta gioia ma anche alcune fragilità.
L'assenza per molti giorni del suo fidanzato e l'impossibilità di avere amicizie con cui confidarsi e trascorrere un po' di tempo l'ha resa più vulnerabile e sensibile.
Non si preoccupi delle due future nonne. Sua suocera può diventare una risorsa, stabilendo bene i limiti, magari parlandole congiuntamente con il suo fidanzato. Da sua madre accetti quello che le può offrire, considerando la natura del vostro rapporto e magari alla nascita del nipotino/a si propone positivamente al di là delle sue aspettative.
Sarebbe auspicale un supporto psicologico in questo ultimo mese, che le permetta di ritrovare la serenità necessaria per portare a termine la gravidanza.
A seconda delle sue disponibilità economiche può orientarsi verso una psicologa privata oppure presso un consultorio.
Coraggio e tantissimi auguri per il lieto evento!
Dott.ssa Vanda Braga

Dott.ssa Braga Vanda Psicologo a Rezzato

1360 Risposte

1232 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 SET 2017

Gentile Alice,
prima di tutto complimenti per il lieto evento tra breve.
Penso che il suo stato d'animo sia normale, infatti durante la gravidanza avvengono diversi cambiamenti ormonali per cui possono sussistere sbalzi d'umore repentini.
Il corpo subisce un grande cambiamento, la donna puo' sperimentare vissuti di solitudine e tristezza maggiormente accentuati quando il partner è lontano.
Ogni tanto piangere è una valvolina di sfogo, cerchi di pensare in positivo e pretenda di essere ascoltata dal proprio partner o da sua madre rispetto questi vissuti. In ogni caso hanno delle responsabilità ed è opportuno che accolgano le sue emozioni.
Non si lasci intimorire dalla suocera, cominci a mettere limiti e regole chiare da rispettare nel proprio ambiente.
Le consiglierei inoltre di rivolgersi a qualcuno che possa darle un aiuto qualificato anche on line o telefonicamente se non riesce a spostarsi per accompagnarla in questo percorso di vita.
Un altra alternativa è richiedere presso il consultorio un sostegno psicologico per sostenerla e rafforzarla in questa fase di leggera vulnerabilità.
I miei migliori auguri
Dott.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2757 Risposte

2240 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Depressione

Vedere più psicologi specializzati in Depressione

Altre domande su Depressione

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24800 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17250

psicologi

domande 24800

domande

Risposte 88250

Risposte