Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Paura di aver sbagliato a scegliere la laurea specialistica

Inviata da Chicca · 17 ott 2019 Orientamento scolastico

Sono una ragazza di 23 anni fresca fresca di laurea triennale in lingue e letterature moderne. Da poco più di una settimana mi sono trasferita a Milano (dalla provincia di Venezia) per iniziare un corso di laurea magistrale in Comunicazione Internazionale.
Dopo i primi giorni di lezione sono iniziati i primi pensieri, ho iniziato a rendermi conto di aver fatto forse la scelta sbagliata. Questi dubbi nascono dal fatto che le lezioni non sono come mi aspettavo, in particolar modo quelle di lingua che si riducono ad appena 1 ora e mezza a settimana; abituata in triennale a farne 3/4 ore a settimana, mi sembra ora di non praticare abbastanza la lingua. Anche con le altre materie non è tutto rose e fiori: i professori sono davvero preparati e le lezioni coinvolgenti, ma mi rendo conto che siano improntate molto sul tema della comunicazione (web, media, social networks ecc) e poco sulle questioni internazionali e soprattutto di lingua. E spesso mi chiedo come utilizzeró queste nozioni nel mondo del lavoro.
Ho paura di aver sbagliato tutto e di aver fatto spendere ai miei genitori un sacco di soldi per nulla (l'università è privata e si sa che Milano non è una città economica). Spesso mi dico che sarei dovuta rimanere nel mio ateneo (Padova) e continuare con la laurea magistrale presente lì, cioè lingue per la cooperazione e la comunicazione internazionale che, sebbene non fosse un corso perfetto, con qualche accorgimento da parte mia avrebbe fatto il suo lavoro.
Ho paura di aver travisato completamente gli obiettivi del corso a cui mi sono iscritta: se adesso guardo il piano di studi una domanda sorge spontanea nella mia mente "perché ho scelto questo corso con queste materie? Non mi sono resa conto che era tutto improntato sulla comunicazione e poco sulle lingue?". Ho paura di essermi buttata a capofitto su una cosa senza aver preso bene in considerazione tutti i fattori, eppure all'inizio mi sembrava di aver fatto una scelta ponderata.
Sto male e piango ogni giorno per questi motivi. Grazie a chi potrà aiutarmi.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 20 OTT 2019

Gentile Chicca,
sembra che lei sia preoccupata soprattutto dalla finalità dei contenuti di studio della magistrale che ha appena iniziata a Milano, riguardante la comunicazione mediatica, piuttosto che le questioni internazionali e di lingua che sarebbero cosa diversa e poco interessante per lei.
Se davvero è così basta rimediare e tornare a Padova al piano precedente ed anche se ciò comporterà qualche spreco economico non è la fine del mondo!
Tuttavia dovrebbe essere certa che questa cosa non nasconda invece un altro tipo di disagio per la lontananza dalla famiglia e dal luogo di origine che magari pesa a livello inconsapevole.
Per dirimere tale dubbio può essere utile qualche colloquio clinico con uno psicoterapeuta.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6881 Risposte

19182 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 OTT 2019

Buonasera Chicca, può capitare che le nostre aspettative rispetto ad una determinata scelta non siano soddisfatte... Questo non sarebbe un grosso problema: se davvero si accorgesse che questo corso di studi non è quello giusto per lei, è sempre in tempo per cambiare e tornare a studiare a Padova. Si dia un po' di tempo per capire meglio.
E' invece importante capire se la sua preoccupazione per la scelta universitaria non sia solo una "scorza" superficiale che nasconde più in profondità un disagio per il recente cambio di città, con conseguente distanza dalla sua famiglia, dai suoi amici, dalla sua vita di prima. Anche in questo caso, sarebbe un vissuto del tutto normale, che è possibile affrontare.
Ritengo importante che faccia chiarezza innanzitutto sulle ragioni profonde del disagio che sta vivendo. Se le serve un aiuto, può contattare uno psicologo nella sua zona, che la aiuti a raggiungere una maggior consapevolezza dei suoi vissuti.

Per qualsiasi necessità rimango a disposizione.
Buona serata.
Dottoressa Silia Lafortezza (Milano | Buccinasco)

Dott.ssa Silia Lafortezza Psicologo a Buccinasco

65 Risposte

199 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 OTT 2019

Salve Chicca, da quanto scrive mi pare di capire che sta vivendo un periodo particolarmente ricco di cambiamenti: ha cambiato città, e quindi si trova anche alle prese con un nuovo ambiente sociale, ha iniziato a vivere più lontana dai suoi genitori, ha cambiato ateneo. In un contesto generale come quello in cui viviamo, caratterizzato da incertezza lavorativa e dalla necessità di essere sempre performanti al massimo, è naturale porsi molti dubbi sulle nostre scelte, e sentire forte il senso di responsabilità che ne consegue.
Se vuole, può provare ad iniziare un percorso con uno psicologo che la aiuti a fare chiarezza circa i suoi stati emotivi, e a prendere delle decisioni ponderate in merito alla sua situazione.
Saluti
Dott. D'Angelo
Milano/Lodi

Dott. D'Angelo Salvatore Psicologo a San Donato Milanese

22 Risposte

10 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Altre domande su Orientamento scolastico

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22600 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16400

psicologi

domande 22600

domande

Risposte 83700

Risposte