Paura della paura

Inviata da Elisabetta Avenatti · 10 mar 2017 Attacchi di panico

Buongiorno, mio marito un mesetto fa e stato male, gli si è alzata la pressione all'improvviso e nel frattempo gli è venuto un attacco di panico per la paura di morire. Qualche settimana dopo gli è successo di nuovo ma senza la pressione alta.. solo un attacco di panico e siamo dovuti correre all'ospedale perché aveva di nuovo paura di morire. Dall'ultima volta non riesce più a stare da solo, e qualsiasi malessere anche solo un mal di stomaco lo fa agitare. Dice spesso di avere la bocca asciutta o brividi di freddo.. o vampate di caldo.. e dopo di che inizia ad agitarsi. Io non so più come aiutarlo. Cosa posso fare per lui? Ha paura di stare da solo.. ha paura di stare male e di morire. Aiutatemi voi.
Grazie

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 11 MAR 2017

Gentile utente i sintomi da lei descritti sono giustamente individuabili in quello che viene definito un attacco di panico .... L'attacco di panico altro non è che una attivazione neurovegetativa dell'organismo che si pone in stato di allerta di fronte a un ipotetico pericolo. La stessa reazione si avrebbe in uno stato di pericolo reale…Il problema nasce nel momento in cui la nostra mente percepisce questa attivazione neurovegetativa senza comprendere la situazione di pericolo, poiché quest'ultimo non è visibile bensì è interno alla persona, legato a un conflitto intrapsichico…
La terapia cognitivo comportamentale è elettiva nella risoluzione di tale disturbo, usando tecniche di ristrutturazione cognitiva e di desensibilizzazione. L'integrazione col metodo psicoterapeutico EMDR raggiunge velocemente risultati ottimali e stabili nel tempo.
A sua disposizione per ulteriori chiarimenti
Dottoressa Gloria Lo Jacono

Dott.ssa Gloria Lo Jacono Psicoterapeuta Psicologo a Roma

30 Risposte

157 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 MAR 2017

Buongiorno,
Capisco come la situazione possa essere difficile per lei e per suo marito.
Accade spesso negli attacchi di panico che chi ne soffre si appoggi ad un membro della famiglia in modo quasi dipendente per scongiurare la paura (in questo caso della morte e di un nuovo attacco di panico).
La cosa migliore da fare è una co-terapia.
È molto utile essere seguiti farmacologicamente e con una psicoterapia.
I due approcci integrati saranno sicuramente di aiuto.
Dott. Piacentini

Dott. Hermes Piacentini Psicologo a Seveso

38 Risposte

23 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 MAR 2017

Da quell'evento, suo marito teme il ripetersi e ha paura.
Andrebbe sottoposto a visita specialistica, per diagnosi e cura.
Un aiuto farmacologico e una vita corretta, dovrebbero rassicurarlo da ricadute e fargli riacquistare la fiducia delle sue azioni quotidiane.

Dott. Francesco Testa Psicologo a Napoli

122 Risposte

94 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 MAR 2017

Cara Elisabetta,
Comprendo la tua preoccupazione. Spero che tuo marito si faccia seguire da un terapeuta per poter star meglio e da uno psichiatra per una cura farmacologica. Fagli sentire il tuo sostegno. Vedrai che le cose miglioreranno.
Cari saluti
Dott.ssa Alessandra Xaxa Psicologa Augusta ( Sr )

Dott.ssa Alessandra Xaxa Psicologo a Vittoria

139 Risposte

134 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 MAR 2017

Salve Elisabetta
Gli attacchi di panico sono improvvisi e sono esperienze che solo chi prova può capire purtroppo, per la grande paura di morire che assale
Solitamente gli attacchi di panico poi generano nella persona la paura di riprovare quell'esperienza così forte e per questo motivo si evita a rimanere da soli e a fare ciò che prima si faceva con discreta serenità. Ha detto lei bene nell'intestazione, si presenta la paura della paura
È consigliabile, per il trattamento di attacchi di panico, un trattamento cognitivo comportamentale
Resto a disposizione per qualsiasi chiarimento
Cordialmente
Dottssa Fabrizia Tudisco psicologa Napoli

Dott.ssa Fabrizia Tudisco Psicologo a Napoli

503 Risposte

954 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 MAR 2017

Buonasera ,
Concordo con la collega . Al momento stia il più vicino possibile .
Ci faccia sapere .

Dott.ssa Maria Teresa Imbesi Psicologo a Bologna

21 Risposte

10 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 MAR 2017

Cara Elisabetta, tuo marito avrebbe bisogno di qualche incontro con uno psicologo e magari di una blanda terapia farmacologica. Risalire al momento dell'insorgenza del primo attacco e a eventuali cause scatenanti. Auguri dr. Annalisa Lo Monaco

Dott.ssa Annalisa Lo Monaco Psicologo a Roma

551 Risposte

802 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Attacchi di panico

Vedere più psicologi specializzati in Attacchi di panico

Altre domande su Attacchi di panico

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17300

psicologi

domande 24850

domande

Risposte 88500

Risposte