Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Paura costante che possa finire e bassa autostima

Inviata da Genevieve il 14 gen 2019 Autostima

Gentili psicologi,
ho 24 anni e da due anni e mezzo ho una relazione con una persona a me coetanea. Ci siamo trovati fin da subito d'accordo, vivendo in armonia e serenità, trovando sempre soluzioni logiche e pacate ai problemi che potevano intercorrere tra di noi. La persona con cui sto infatti ha dei problemi di autostima che spesso sfociano in sbalzi d'umore, ansia, pessimismo (che inevitabilmente ricadono anche su di me) e, nonostante D. sia in un percorso con uno psicologo, si ripropongono diverse volte. In passato molto meno, ultimamente con maggiore frequenza. Per quanto io voglia starmene da parte (perché so che non sono una terapeuta), non riesco a non mostrarmi sempre comprensiva, do aiuto e conforto, perdonando anche dei comportamenti scortesi nei miei confronti. Li perdono perché basta poco a ritornare tranquilli e sereni come prima. Ultimamente, però, succede sempre più spesso che D. si alteri.. A causa della vita professionale, è molte volte stressato, insoddisfatto, concentrato al massimo sulla riuscita del proprio lavoro. Io non capisco bene come gestire la cosa, in quanto temo di parlare con lui dei miei timori per non risultare paranoica. Ultimamente, però, è raramente amorevole con me, soprattutto con le parole, con le attenzioni che fino a un anno fa erano molte, mentre ora ho paura anche a dichiarare i miei sentimenti perché riceverei una risposta scortese. A questo, però, si alternano giorni in cui tutto sembra tornato alla nornalità. Tuttavia, un mese fa, durante una discussione D. ha fatto un paragone tra me e la sua ex relazione, definendomi eccessivamente calma e gentile, incapace di mostrare il mio lato più crudele, di "trattarlo male". Nonostante i giorni passati, non faccio che pensarci e domandarmi perché essere sempre tranquilla (lo sono con tutti, famiglia e amici) mi debba portare a sentirmi dire certe cose. Sono una ragazza insicura di mio, e davvero trovo difficile ferire le persone, alzare la voce con loro.
Non so cosa fare. Se continuare ad agire così come ho sempre fatto o magari cambiare il mio atteggiamento, ma una cosa è certa...il timore che questa storia possa finire spesso mi porta a fare così tanti pensieri che agisco in modo meccanico, calcolando quale frase sarà migliore per portare avanti questa relazione. Non voglio perdere D., e non so come conciliare questa mia paura con il normale corso della mia vita. Accetto i vostri consigli. Sto valutando se iniziare una terapia di persona

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Genevieve,
indipendentemente dal paragone che D. ha fatto tra lei e la sua ex, il problema per lei non è quello di trattare male qualcuno o essere scortese nè tantomeno aggressiva ma piuttosto quello di acquisire un giusto livello di asservtività e autostima da poter utlizzare in tutte le sue interazioni, incluse quelle con D.
Inoltre, premesso che le auguro che D. superi il suo disagio e la relazione proceda felicemente per sempre, lei non dovrebbe portarsi appresso la paura di poter perdere D. vivendo questa cosa come distruttiva e insopportabile perchè questo dà la misura della sua attuale mancanza di autostima e della sua dipendenza affettiva, situazioni che a volte comportano conseguenze anche gravi.
Pertanto la sua idea di intraprendere una psicoterapia personale è ottima e va incoraggiata.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6726 Risposte

18820 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Genevieve,
mi sembra che la relazione col suo fidanzato faccia emergere dei suoi vissuti, insicurezza, incertezza e paura a punto di non sapere come comportarsi. Mi sembra che un aspetto che la riguardi è accettare, compiacere l’altro arrivando al punto di perdersi, trovandosi a sopprimere le sue emozioni negative. Penso meriti valore la sua intenzione di chiedere un aiuto.
Disponibile per approfondimenti.
Dr.ssa Elisabetta Ciaccia Milano

Dott.ssa Elisabetta Ciaccia studio di psicologia Psicologo a Milano

303 Risposte

83 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile G., credo proprio che sia opportuno che inizi una psicoterapia. Lei ha bisogno di elevare la propria autostima ed assertività , e di sentirsi più protetta anche affrontando problemi spinosi col suo partner. Io credo che il suo ragazzo non abbia tanto problemi di autostima, ma piuttosto problemi di personalità, con una scarsa stabilità ed un elevato nevroticismo. Se Lei decide per amore di continuare la relazione è necessario assolutamente che si faccia aiutare, in modo da non farsi schiacciare. Le consiglio vivamente di leggere "donne che amano troppo" di Robin Norwood. Detto questo, detto tutto. Un caro saluto.
dr. Leopoldo Tacchini

Dott. Leopoldo Tacchini Psicologo a Firenze

876 Risposte

358 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Carissima,
da una parte c'è questo fidanzato che chiede di essere trattato più "malamente" da parte sua, dall'altra c'è la sua convinzione di avere poca autostima e accondiscendere ai desideri e le necessità del suo fidanzato. In altre parole, mi sembra che ci sia in lei una bassa autostima dovuta alla difficoltà di esprimere quelle pulsioni aggressive che abbiamo tutti e che ci permettono di andare avanti. Ma lei ha delle resistenze in tal senso.
Le consiglio perciò una psicoterapia psicoanalitica la fine di conoscersi meglio e prendere coscienza delle forze che agiscono in senso contrario alla libera espressione dell'aggressività. Può rivolgersi ad uno psicoanalista della sua zona o presente sul sito ma che usi Skype.
MI faccia pure delle domande se ne ha bisogno!

Dott. Angelo Feggi - Psicoanalista Genova

Dott. Angelo Feggi Psicologo a Genova

473 Risposte

715 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Genevieve,
credo che iniziare una psicoterapia sia sempre un'ottima idea poichè è un percorso che da un lato ci permette di ridurre sofferenze non necessarie e dall'altro ci conduce alla scoperta di noi stessi, ci consente di imparare ad esprimere le nostre potenzialità che talvolta blocchiamo a causa delle nostre paure. Detto ciò nel suo scritto, molto lucido, vedo espresse tre tematiche: l’autostima, la paura che la sua storia finisca e la paura di ferire le persone con cui si relaziona. Potrebbero essere tutti temi da affrontare e su cui lavorare in terapia. Non mi sembra corretto esprimere un parere rispetto alla sua persona e alle problematiche descritte perché ho davvero poche informazioni tuttavia parlando in generale mi sento di dirle che con qualunque persona ci relazioniamo è sempre importante considerare tre fattori: i nostri obbiettivi, la relazione con l’altro e la stima di sé. Avendo consapevolezza di questi 3 fattori possiamo coscientemente decidere in ciascuna situazione a cosa dare priorità.

Se vuole sono disponibile per chiarimenti,

La saluto cordialmente,

Dott.ssa Alice Mazza
Psicologa e Psicoterapeuta

Dott.ssa Alice Mazza Psicologo a Sesto San Giovanni

11 Risposte

7 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autostima

Vedere più psicologi specializzati in Autostima

Altre domande su Autostima

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20250 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15900

psicologi

domande 20250

domande

Risposte 80000

Risposte