Paura, ansia e confusione

Inviata da Ferdinando · 10 feb 2017 Terapia di coppia

Sono un ragazzo di 20 anni e sto con la mia ragazza da quasi un anno. Lei ha due anni in meno di me. È la prima storia seria per entrambi, prima volta per entrambi. Fino ad adesso tutto alla grande, tutti e due innoratissimi. A parte un tira e molla iniziale è filato tutto liscio come l'olio e devo dire che con lei sto davvero bene. Ho provato sensazioni stupende che dubito potrei mai riprovare con qualcun'altra. Da giugno abbiamo la possibilità di vederci e stare insieme tutti i giorni e ovviamente ne abbiamo approfittato. La nostra è una sorta di convivenza, la vado a prendere alla mattina o al pomeriggio e la sera la riporto a casa, questo praticamente ogni giorno da diversi mesi. Quest'estate sono dovuto stare via circa un mese e vi assicuro che è stato il mese peggiore della mia vita. Stavo così male senza di lei, con la consapevolezza di essere ad 800 km di distanza e che prima di poterla riabbracciare ci sarebbe voluto un po'. Una volta tornato abbiamo ripreso la routine dello stare insieme tutti i giorni. Quando siamo insieme stiamo prevalentemente nel letto a coccolarci e a guardare la tv. Il punto è che fino a qualche settimana fa andava tutto alla perfezione, i nostri rapporti sessuali sono sempre fantastici ma di punto in bianco mi sono ritrovato a chiedermi se davvero la amassi e sono caduto in una sorta di depressione, stavo male, scoppiavo a piangere da un momento all'altro e cose di questo genere. Lei mi è sempre stata accanto in tutto e riguardo a questa cosa ci ho girato un po' intorno perchè non vorrei che non capisse e fraintendesse quello che mi frulla per la testa. Io non la voglio lasciare, al solo pensiero di stare senza di lei sto male, trattengo a stento le lacrime scrivendo tutto questo ma nell'ultimo periodo ho avuto delle specie di sbalzi sentimentali nei suoi confronti. Mi spiego meglio, non sto dicendo di non amarla più, però da quando ho avuto quella serie di pensieri negativi mi sento un po' diverso, mi sembra di non provare piú le sensazioni che provavo prima o di provarle ad intermittenza. Quando ci baciamo non sempre mi sembra di sentire qualcosa, non so bene come spiegarlo. Quando siamo nel letto che ci facciamo le coccole però sento sempre quella specie di brivido da contatto fisico diciamo. Non sono mai stato uno che costruisce castelli per aria, per me il "per sempre" non esiste, sono sempre stato molto oggettivo su questo e le ho sempre detto che prima o poi inevitabilmente arriva la fine di tutto, non per essere pessimista, solamente la realtà dei fatti per quello che mi riguarda. Che sia questo il capolinea? Non so più cosa pensare... il solo pensiero di vederla soffrire mi fa stare malissimo...
Grazie a tutti coloro risponderanno.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 11 FEB 2017

Carissimo Ferdinando,
dalla sua lettera emerge tutto il suo coinvolgimento in questa storia così importante per lei. Io credo che una relazione sentimentale sia in continua evoluzione, così come siamo in evoluzione noi che la viviamo. Questo vuol dire che i nostri rapporti crescono con noi, e attraversano diverse fasi talvolta disorientanti, ma è attraverso questi mutamenti che ognuno di noi può capire non solo se e come ama, ma anche chi è e cosa desidera. Perciò non si scoraggi e non si spaventi: il vostro dialogo e la vostra condivisione è una risorsa importantissima, e se sente il bisogno di essere aiutato a fare chiarezza più profondamente, non esiti a chiedere aiuto ad uno specialista. Tanti cari auguri,
dott.ssa Roberta Monda

Dott.ssa Roberta Monda Psicologo a San Severo

92 Risposte

149 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 OTT 2017

Caro Ferdinando, dalle sue parole si evince quanto lei sia affezionato a questa ragazza, la prima storia d'amore è speciale anche perché è la prima in cui ci si mette a confronto con l'altro provando emozioni nuove per intensità e qualità. I suoi dubbi possono derivare dal fatto che, stando alle sue parole, variate poco le cose che fate insieme. All'inizio di un rapporto può andare bene, ma col tempo è normale che possano cambiare le esigenze. Ciò non vuol dire che venga meno il sentimento, ma forse subentra noia, si ha bisogno di nuovi stimoli e di continuare a conoscersi anche in altri contesti. Inoltre col tempo si ha bisogno di riconquistare i propri spazi personali, anche questo non è sintomo di declino del rapporto ma di maturazione. Le storie d'amore vanno vissute nel mondo, arricchite di esperienze e progetti, solo così sono vissute veramente e non idealizzate! E se anche un giorno finirà sarà un bel pezzo di vita vissuto in modo autentico! Le auguro tante belle cose!

Dott.ssa Sabrina Burato Psicologo a Pordenone

21 Risposte

6 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17250

psicologi

domande 24700

domande

Risposte 88200

Risposte