Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Paura, ansia da prestazione.....non so cosa

Inviata da zaira il 8 mag 2017 Psicologia sociale e legale

Buongiorno, sono la mamma di un bambino di quasi 7 anni. Sta finendo la prima elementare. È un bambino socievole. A scuola le maestre mi hanno segnalato che è alla continua ricerca di approvazione. Va continuamente alla cattedra per chiedere come deve procedere nel lavoro o, ancor più, per chiedere se sta svolgendo bene il compito. Ha continuamente paura di sbagliare e cerca attenzione e approvazione. A tal punto da simulare anche situazioni come pianto e vomito. Quando gli ho chiesto perché aveva piagnucolato o vomitato o aveva fatto finta di stare male, lui mi ha risposto: "l'ho fatto perché così la maestra poi sarebbe stata più gentile, non mi avrebbe sgridato se sbagliavo e mi avrebbe chiesto spesso come stavo". Non capisco se lo fa perché vuole essere al centro dell'attenzione o ha solo paura di sbagliare e quindi crea situazioni che potrebbero giustificare magari errori nello svolgimento dei compiti. Preciso che a scuola va bene. Lo stesso succede a calcio. Pur essendo bravo a giocare, quando deve fare una partita si blocca, piange, dice di aver paura. E così finisce per non giocare o comunque giocare poco e piangere continuamente durante la partita. Io penserei che cerca di simulare degli atteggiamenti che possano portare il suo interlocutore (maestra, allenatore....) a dispiacersi per lui e, di conseguenza, a eviatare di sgridarlo. Preciso che è figlio unico, nipote unico....insomma abbastanza al centro delle attenzioni. E purtroppo io sono stata anche una mamma esigente. Vorrei aiutarlo ma non so quale atteggiamento devo assumere. Vi sarei grata se mi darete il vostro aiuto.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Buona sera Zaira,

credo che possano essere vere un pò tutte le sue letture. Suo figlio sembra avere una bassa autostima, essere poco sicuro di sè e delle sue capacità e per questo motivo trova degli stratagemmi per evitare di confrontarsi con i "compiti" che gli sembrano troppo difficili. Può essere sicuramente sostenuto da lei come mamma, dalle maestre e dall'allenatore gratificandolo soprattutto quando riesce a fare le cose da solo. Se però il bambino va davvero in frustrazione di fronte a compiti anche facili per lui, le consiglio di consultare un collega che possa valutare più approfonditamente la situazione.
dottoressa Margherita Cadoni

Dott.ssa Margherita Cadoni Psicologo a Trento

12 Risposte

5 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve Zaira
Potrebbe essere, come dice, che suo figlio per paura di sbagliare, cerchi continuamente rassicurazioni per evitare di essere sgridato.se così fosse, provi a chiedergli cosa potrebbe succedere se la maestra o l'allenatore lo sgridassero.
In questo modo le sarebbe possibile capire perché questo schema comportamentale viene messo in atto in diverse situazioni: cosa vuole evitare suo figlio? Di sentirsi come? E questo cosa rappresenterebbe per lui?
Sarebbe opportuno inoltre capire in che situazioni si attiva maggiormente questo schema, valutandone intensità e frequenza.
Resto a disposizione se avesse qualche altra domanda, sarei felice di aiutarla.
Dottssa Fabrizia Tudisco

Dott.ssa Fabrizia Tudisco Psicologo a Napoli

503 Risposte

942 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia sociale e legale

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia sociale e legale

Altre domande su Psicologia sociale e legale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20100 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15500

psicologi

domande 20100

domande

Risposte 77900

Risposte