Partner piu grande di me... dubbi

Inviata da Veronica Capogreco · 6 nov 2017 Terapia di coppia

Buongiorno a tutti, vorrei parlare di una cosa che da molto tempo è causa di dubbi e felicità allo stesso tempo. Dopo una delusione amorosa ho conosciuto un uomo più grande di me di quasi 18 anni. Io ne ho 27. E una persona squisita, che ammiro molto per valori, principi, che fatico a trovare in ragazzi della mia età. Ormai è quasi un anno che ci frequentiamo in modo clandestino, nel senso che nn abbiamo ufficializzato il nostro rapporto ma abbiamo già provato ad uscire anche con rispettivi amici. Mi trovo molto bene con lui, mi ispira sicurezza, protezione, mi sono innamorata. Quando siamo insieme sono al settimo cielo, ma quando rimango tra me e me iniziano i dubbi. Che futuro posso avere con una persona così grande? Premetto che è single e non ha figli. Come sarà quando avrò 50 anni e lui quasi 70? Ora sto bene . Lui è una persona molto attiva.. ma poi? Col precedente fidanzato facevo progetto uno dietro l'altro, con lui ho paura a pensare a un futuro assieme.. pur essendone innamorata.. è un dubbio che mi attanaglia da mesi.. i miei genitori non accettano la cosa, dicono che è troppo grande, che io sono ancora giovane mentre lui è sulla soglia dei 50.. spero che qualcuno di voi possa darmi qualche spunto su cui ragionare. Grazie molte. Francesca

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 8 NOV 2017

Gentile Veronica,
una relazione sentimentale non obbedisce a regole anagrafiche, ma si basa sulla sincerità e spontaneità dei sentimentimenti.
Nessun può darle la certezza di un futuro, ma soltanto la garanzia di un presente.
Tuttavia si percepisce dalle sue parole, indipendentemente dai consigli/giudizio degli altri, il timore di pensare ad un minimo di progettualità
Le consiglio di concedersi una percorso piscologico, dove questi dubbi ed ansie, possano trovare l'adeguato spazio di elaborazione.
I miei migliori auguri
Dott.ssa Vanda Braga

Dott.ssa Braga Vanda Psicologo a Rezzato

1359 Risposte

1240 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 NOV 2017

Sostituire papà con un altro “papà” crea problemi. Si attiva la morale convenzionale anti “incestuosa” oltre a divieti inconsci che vietano alla figlia di portare via il papà alla mamma. Altrimenti scattano sensi di colpa per aver tradito la mamma e paura della sua rappresaglia e cioè di perdere l’amore materno . Queste dinamiche le troviamo, nel caso come il suo, nelle analisi psichiche approfondite. All'esterno, consciamente, si manifestano come paura del futuro, con le sue angosce di morte e solitudine sottostanti: “cosa sarà di me quando lui avrà 70 anni?” Ma il futuro non esiste. Esiste solo il qui e ora. Vada avanti Francesca. Sta andando bene. Non si lasci sopraffare dai divieti distruttivi.

Dott. Luciano Malerba Psicologo a Torino

125 Risposte

43 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 NOV 2017

Gentile Veronica, 27 anni sono più che sufficento per prendere decisioni autonome dai desideri dei suoi genitori e preoccuparsi di ciò che accadrà tra venti anni non la aiuterà ad essere felice. Se ha scritto qui, però, quello che descrive è un problema grande per lei per cui le consiglierei qualche seduta con un terapeuta per affrontare le paure che ha su di se' adesso. Potrebbe aiutarla a vivere più serenamente, qualunque sia la storia che il destino riserva per lei.
Buona giornata!

Daniela Magrì Psicologo a Roma

92 Risposte

40 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 NOV 2017

Buongiorno Francesca ( spero sia il nome giusto ).
Comprendo i suoi dubbi e le sue difficoltà rispetto alla situazione descritta. L'innamoramento non segue delle logiche razionali e deterministiche e ci spinge a dare senso a molte cose che accadono. Mi chiedo se la precedente delusione amorosa abbia determinato o comunque giocato un ruolo in quello che è poi successo, avvicinandosi ad una persona molto più grande di lei. Un inizio potrebbe essere cercare di porsi alcune domande rispetto alla persona che sta frequentando in questo momento: Cosa mi attrae maggiormente di questa persona e perché? Cosa mi evita di fare stando in questo tipo di relazione? Quali ne sono eventualmente i vantaggi di stare assieme ad una persona molto più grande di me? Provi a rifletterci in termini personali e dare senso a ciò che la sta caratterizzando come persona anche al di fuori della relazione stessa. Rimango a disposizione.
Una buona giornata
Francesco T.

Dott. Francesco Tesser Psicologo a Roncade

57 Risposte

70 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 26400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17600

psicologi

domande 26400

domande

Risposte 91950

Risposte