Paranoia e paura di avere una malattia

Inviata da Simone · 18 giu 2019 Fobie

Buonasera,
Mi scuso in anticipo per il titolo ma non sapevo come chiamarlo, racconto in breve ciò a cui mi riferisco:
il 6 Giugno 2018 ho avuto un rapporto sessuale con una persona sconosciuta tramite un app di incontri, in quel momento avevo voglia di farlo e non mi sono pentito di averlo fatto ma tuttavia dopo aver consumato ho avuto un rimorso. Passano i mesi e arriviamo ad Ottobre, tramite una conversazione sull'argomento del sesso sicuro, leggo una persona che dice di aver paura di poter aver preso l'HIV tramite un rapporto orale e io in quel momento ho pensato che anche se il rapporto che ho avuto è stato protetto, non lo è stato quello orale e preso dal panico per vari giorni ho avuto la paranoia e l'ansia di poter aver preso l'HIV.
Passano i giorni e faccio il test con risultato negativo, ero felicissimo sembrava mi fossi laureato o maturato, passano le vacanze di natale e arriviamo ad aprile/maggio e mi torna la paura di avere l'hiv e anche se leggendo forum dove confermavano la mia sieronegatività io non riuscivo ad uscirne, sono stato settimane e settimane a cercare se il mio test fosse valido, se fosse un errore dell'ospedale ecc.. Ma tutte le risposte affermavano che era giusto quello che vedevo scritto sul risultato delle analisi.
Io mi chiedo perché a distanza di un anno (anzi quasi di più) io devo preoccuparmi di aver una malattia che scientificamente non mi è stata diagnosticata? Ho provato ad attribuire questa mia paura ad un senso di rimpianto per quello che ho fatto ma non mi è bastato poiché molte volte torno a cercare su internet sempre le stesse domande e a consultare sempre gli stessi forum con le stesse risposte.
Spero di aver fatto capire il mio problema e spero che qualcuno possa dirmi qualcosa in più
Vi ringrazio in anticipo
Buona serata

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 19 GIU 2019

Gentile Simone,
è possibile che l’esperienza sessuale vissuta, abbia slatentizzato materiale emotivo antico.
Le paure di fare cose di cui si pente, il rimorso, la paura di farsi del male, ecc. questo materiale probabilmente le appartiene per educazione, insegnamenti, regole ecc.
Le manifestazioni ansiogene, le paure tornano con la loro forza, perché accantonate, pur avendo un evidenza scientifica. La sua paranoia, paura, credo meritino una conoscenza soggettiva che l’aiuti ad andare in profondità, le consiglio una consultazione psicoterapeutica.
Disponibile per approfondimenti
Dr.ssa Elisabetta Ciaccia

Dott.ssa Elisabetta Ciaccia studio di psicologia Psicologo a Milano

478 Risposte

151 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 GIU 2019

Gentile Simone,
è comprensibile il suo disagio, nel rendersi conto che da una paura, seppur inizialmente giustificata, ora possa essersi trasformata in un vera e propria trappola mentale. A volte può accadere che sono proprio le nostre azioni e i nostri pensieri a creare dei circoli viziosi dai quali poi è difficile venir fuori. E sembra che esserne consapevoli non aiuta molto. Certo questi comportamenti ossessivo-compulsivi potrebbero affondare le radici nei suoi sentimenti di colpa legati al rapporto sessuale avuto con una persona sconosciuta, ciò andrebbe analizzato e approfondito ma intanto, a mio giudizio, la cosa più importante da cui iniziare è quella di affrontare il loop mentale che sembra essersi innescato. Un percorso breve di consulenza psicologica, anche on-line, potrebbe esserle di aiuto.
Dott.ssa Maria Giovanna Zocco - Psicologa on-line

Dr.ssa Maria Giovanna Zocco Psicologo a Modica

162 Risposte

265 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 GIU 2019

Caro Simone,
alla luce di ciò che ha scritto rispetto all'infezione da HIV credo che possa star tranquillo essendo risultato negativo il test. Tuttavia se la manifestazione ansiosa si è ripresentata dopo pochi mesi è evidente che magari sarà accaduto altro nella sua vita...un consulto con uno psicoterapeuta potrebbe magari aiutarla a capire meglio la situazione e ad individuare l'origine del suo malessere.
cordiali saluti

Dott. Fabio Madeo

Dott. Fabio Madeo Psicologo a Roma

42 Risposte

23 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 GIU 2019

Gentile Simone,
la negatività della presenza di anticorpi HIV a partire dai 6 mesi dal presunto contagio esclude questa patologia.
Nel suo caso, sensi di colpa, ansie ipocondriache ed insicurezza di base alimentano pensieri intrusivi e dubbi ossessivi per uscire dai quali è consigliabile un percorso di psicoterapia cognitivo-comportamentale di durata adeguata.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7134 Risposte

20297 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 GIU 2019

Buongiorno, probabilmente il senso di insicurezza e di colpa che ti ha trasmesso avere avuto quel tipo di rapporto, ti porta ad angoscie legate ad eventuali malattie. Occorre andare a scoprire quali sono le ferite emotive nascoste della tua persona in modo da ristrutturarle e ridarti nuova forza e risorse. Liberandori dalla colpa e intravvedendo cosa necessiti per un futuro che ti faccia star bene. Con la terapia con EMDR possiamo trasformare molte cose in modo mirato. Rimango a disposizione

Dott. Davide Milanese Psicologo a Tortona

210 Risposte

65 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 GIU 2019

Gentile S, la sua personalità potrebbe avere dei tratti ossessivi, e/o l'HIV richiamarle antichi fantasmi. Più che arrovellarsi, prenderei in considerazione l'idea di effettuare qualche seduta per ridurre l'ansia.
Saluti
LT

Dott. Leopoldo Tacchini Psicologo a Firenze

944 Risposte

382 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Fobie

Vedere più psicologi specializzati in Fobie

Altre domande su Fobie

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17250

psicologi

domande 24850

domande

Risposte 88400

Risposte