Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

papà separato e nuova relazione madre

Inviata da alex il 8 dic 2017 Ansia

Salve. Separato da sei mesi con affido condiviso alternato (sempre due giorni e notti con me più fine settimana alternato). Probabile relazione della madre con altro. Paura (ansia, tristezza e quant'altro) di perdere mia figlia (3 anni) a causa della quotidiana frequentazione e\o relazione della madre con altro o altri.
Come comportarsi e come superare psicologicamente il problema

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Alex,
Comprendo il suo disagio personale in seguito alla recente separazione. L'affido condiviso se ben gestito, è un ottimo strumento per esercitare la genitorialita' e stare vicino alla propria figlia.
Inevitabilmente dopo una separazione, il partner in genere si costruisce nuove relazioni. Occorre accettare la realtà, i primi tempi sono più difficili. Non si scoraggi!
Con il tempo le ferite tendono a rimarginarsi, intanto potrebbe conoscere questa persona che non la sostituirà mai. Lei è il padre e lo sarà per tutta la vita, come genitore la sua presenza autorevole è di fondamentale importanza.
Per riflettere provi a rispondere ad alcune domande:
Di cosa esattamente è geloso? Cosa teme? Ha paure specifiche?
Una breve consulenza psicologica potrebbe essere di aiuto in questo momento specifico.
I miei migliori auguri
Dott.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2442 Risposte

2061 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Le modalità dello affidamento,sicuramente sono concordate con il Presidente del TRIBUNALE,si attenga a quelle e se crede di correre i rischi esposti si rivolga al suo avvocato che satrà rsicuramente guidarla e consigliarla per il meglio.
Dr.Luciano Di Rienzo

Luciano Di Rienzo Psicologo a Avellino

81 Risposte

27 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buonasera Alex,
e comprensibile come il suo nuovo status di padre separato generi in lei sentimenti negativi e preoccupazioni legittime , ma irrazionali ovvero controproducenti e non corrispondenti alla realtà
L affidamento condiviso permette proprio di mantenere una relazione e un rapporto con i propri figli , parli con sua sua figlia in modo chiaro, con parole adatte alla sun età, le spieghi che a volte può accadere che i genitori vivano in case diverse, ma rimangono sempre e per sempre i l nostro papà e la nostra mamma e che ci amano in modo incondizionato.
Le faccia sentire il suo amore cercando di dedicarle il suo tempo, facendo cose CON sua figlia non PER sua figlia ..sia disponibile ad ascoltarlab e la faccia sentire libera e tranquilla di poterle raccontarle e parlare di tutto .
Resto a sua disposizione per eventuali chiarimenti.
Dott.sia Giusy Brutti

Dott.ssa Giuseppina Brutti Psicologo a Roma

19 Risposte

7 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Alex, la sua ansia e la sua paura sono più che comprensibili considerando il fatto che la situazione di separazione è nuova. In questo momento, in cui non ha ancora trovato l'equilibrio giusto, capisco la sua preoccupazione di fare bene il padre. L'affido condiviso però le da l'opportunità di essere presente nella vita di sua figlia e se lei continua a curare la vostra relazione nessun altra persona potrà sostituirla. Il fatto che lei si preoccupa di questa cosa è un punto di partenza per non perdere la bussola del ruolo paterno. Forse in questo momento della sua vita potrebbe decidere di rivolgersi ad uno psicologo per un sostegno genitoriale e per capire che cosa esattamente scatena in lei la paura di essere sostituito.
Rimango a disposizione.
Buona giornata
Dott. Paganini Marco Antonio

Dott. Paganini Marco Antonio Psicologo a Varese

2 Risposte

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Caro Alex,
Le sue paure sono condivise da molti genitori separati. L'affido condiviso è una buona soluzione che le permette di costruire e mantenere il rapporto con sua figlia, nonostante la separazione. Nessuna persona accanto alla madre potrà mai sostituirla perché lei è e rimarrà per sempre il suo papà, qualunque cosa succeda. Si ricordi che non è tanto importante la quantità di tempo passato insieme, ma è la qualità a fare la differenza.
Credo che sarebbe opportuno per lei trovare un luogo di condivisione delle sue paure con altre persone che vivono la stessa sua situazione di genitore separato.
Rimango disponibile per ulteriori informazioni.
Un caro saluto,
Dott.ssa Alessandra Malmesi

Dott.ssa Alessandra Malmesi Psicologo a Bergamo

11 Risposte

22 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Ciao Alex buongiorno, il problema che prospetti oltre a essere molto ricorrente è anche molto serio. Bambini così piccoli, in un età pre-edipica, non hanno ancora sviluppato le relazioni di attaccamento. Il rischio, probabile, è che la piccolina viva il nuovo compagno della madre come il suo babbo, a tutti i livelli, o che nell’eventualità di più compagni, cresca senza una figura maschile di riferimento. Per queste ragioni, il tuo compito è quello di dare spessore alla tua presenza e al tempo che trascorrete insieme. Cercando di essere presente per lei. In modo che sentendosi amata, vista, considerata, apprezzata, accolta, desiderata, non abbia mai dubbi su chi è la sua figura maschile di riferimento. Crescendo, potrà provare una sorta di confusione e/o rabbia che tu prontamente dovrai intercettare e accogliere. Dovrai imparare a starle accanto sacrificandoti per riuscire a sopperire al tempo in cui non potrai vederla. In estrema sintesi amarla senza viziarla. L’arduo compito di ogni vero genitore. In bocca al lupo.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Alex
La sua paura di poter perdere l’amore di sua figlia é una reazione piuttosto comune e comprensibile nel momento in cui si hanno elementi più o meno concreti per ritenere che il partner abbia iniziato una nuova relazione.
Dopo il fallimento della relazione, si tende ad investire molto nel rapporto con i propri figli.
Vorrei dirle questo: di papà e di mamma ce ne sono solo 1. I genitori rappresentano per i figli i punti di riferimento insostituibili e principali della loro vita. Siete voi che li avete messi al mondo e vi appartenete, vi somigliate, avete una storia in comune.
Certamente digerire che ci possa essere un nuovo compagno accanto alla madre può essere difficile. Sarà opportuno se ha elementi concreti per ritenere che é proprio così che ne parli con la sua ex compagna e che le chieda di tutelare sua figlia, cioè la conoscenza di questo nuovo compagno con la bimba dovrebbe avvenire molto gradualmente e solo se la relazione é stabile e concreta ( in genere si usa il parametro di almeno 6 mesi/1 anno).
Le suggerirei un breve percorso di sostegno alla genitorialità per poter affrontare il suo nuovo ruolo di padre separato e per poter utilizzare al meglio le sue risorse psicologiche al fine di poter essere il padre che desidera essere per sua figlia.
Se ha domande o dubbi mi contatti sulla mia pagina.
Un caro saluto
Dott.ssa Fabiana Nicolini

Dott.ssa Fabiana Nicolini Psicologo a Bologna

124 Risposte

42 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20100 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15450

psicologi

domande 20100

domande

Risposte 77900

Risposte