Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Padre con comportamenti strani

Inviata da Rosa · 7 ago 2017 Terapia familiare

Cari dottori,
Vi scrivo in merito alla mia situazione familiare che da quasi 2 anni è peggiorata.
Siamo 3 figli di 35, 29 e 20 anni.
Mio padre è sempre stato il classico padre-padrone, vuole che tutti facciano sempre quello che vuole lui, e chi non lo fa viene definito figlio ingrato. Lui ha 64 anni e lavora presso un ufficio sanitario. Lui è sempre stato così. Ma da quando è morta mia madre quasi 2 anni fa le cose sono peggiorate.
Ha sempre denigrato noi figli, dicendoci sempre cose negative su di noi, (es. tu non puoi prendere la patente perché sei cieca, solo perché si usano gli occhiali) ma se le cose che lui ti dice in casa davanti agli altri le nega facendoti passare per bugiarda...
Per lui tutto ciò che è in casa è tutto suo anche se in realtà non lo sono ( anche le vite di noi figli appartengono a lui). Quando mia madre era ancora in vita spesso litigavano e lui alzava le mani su di lei (pugni in testa) o la chiudeva fuori sul balcone. Da quando lei non c'è più le cose sono andando peggiorando fa ancora cose più strane.
Dice a noi figli:
- I piatti si lavano solo con l'acqua.
- La spazzatura si raccoglie un po' per volta e si getta nei cestini dell'indifferenziato della città.
- Getta le feci del cane dal balcone in piena notte.
- Critica qualsiasi compagno che io trovi, e cerca di farmi rimanere sola ( perché così io potrei dedicarmi alle cose di casa e accudire lui).
- Se manca l'acqua in casa dice che non bisogna andare al bagno a defecare, ma dobbiamo farlo in una busta e gettarla fuori casa.
- Ecc.
Qualche mese fa aveva conosciuto una donna, la quale dopo pochi giorni ha iniziato a convivere con lui.
Questa donna ha iniziato con minacce a farsi acquistare una cucina nuova, a far rinnovare casa.
Ha provato a mettere nostro padre contro noi figli ( dato che già non ci sono ottimi rapporti tra noi).
Dato che il più piccolo di noi vive ancora con mio padre questa donna pretendeva che mio fratello chiedesse il permesso per tutto ( anche per un bicchiere d'acqua), e per mio padre doveva essere come voleva lei.
Per questa donna mio padre ha messo fuori casa mio fratello per qualche mese, lasciandolo vivere di stenti.
Infine vi dico solo che mio padre vuole affetto da noi figli ma non l'ha mai dato ( l'ha sempre cercato di comprare con beni materiali).
Cerca rispetto da noi ma lui non ne dà a nessuno.
Noi figli non sappiamo più cosa fare non andrebbe mai da un medico per capire cosa abbia.
Per favore cari dottori noi vi chiediamo cosa fare per aiutarlo.
Vi ringraziamo anticipatamente,
Cordiali saluti.
Rosa, Beppe e Michele.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 8 AGO 2017

Gentili Rosa, Beppe e Michele,
da quello che raccontate credo purtroppo che non ci siano buone premesse per un eventuale cambiamento in meglio di vostro padre. Potete certamente provare a fargli notare che alcuni suoi comportamenti sono strani ed eccessivi, ma non sono sicura che questo lo porterebbe a comportarsi in modo diverso.
Immagino quanto debba essere stato difficile per voi abitare tanti anni per lui e quanto ancora lo sia per il fratello minore. È evidente che questo padre considera casa sua come una sua priorità sulla quale solo lui decide e in casa sua non sarà disposto a comportarsi diversamente da come è abituato. Potrebbe essere interessante incontrarlo non a casa sua ma in un altro posto (ai giardini, al bar, in casa di uno di voi) per osservare se ha delle reazioni e comportamenti diversi in luoghi che non siano casa sua.
Occorre capire poi meglio in cosa consiste il rispetto e l'affetto che pretende da voi: in quali comportamenti si dovrebbero manifestare questo affetto e questo rispetto? Forse in parte lo sapete già, forse in parte potete chiederglielo e se è disposto a dialogare con voi, potete anche fargli presente che anche voi necessitate affetto e rispetto, ma che non lo vedete in lui nei vostri confronti.
Se la convivenza del fratello piú piccolo con il padre e con la sua compagna dovesse risultare difficoltosa, consiglio al ragazzo di rendersi indipendente il prima possibile e di andare a vivere per conto proprio.
Sarebbe interessante capire poi se la nuova compagna lo conosce abbastanza bene ed è disposta a tollerare i suoi comportamenti strani: se lei non fosse disposta a tollerarli, potrebbe diventare una vostra alleata per fargli capire le cose che non vanno. Ma se dite che di recente ha cercato di mettere il padre contro di voi, dubito che vi supporterà in questo.
In sintesi: quest'uomo finchè sta in casa sua non penso cambierà, forse potrà comportarsi diversamente in altri luoghi e forse potrà comportarsi diversamente se voi vi comporterete diversamente dandogli ciò che si aspetta da voi. Ma se voi ritenete di avergli già dato abbastanza e non siete disposti a venirgli ulteriormente incontro, la cosa migliore che potete fare è che lo accettiate cosí com'è, con tanta pazienza, e che cerchiate di costruirvi la vostra vita al di fuori della casa paterna.
Vi auguro tutto il meglio.

Cordiali saluti,

dott.ssa Elisa Canossa, psicologa psicoterapeuta a Padova e Sustinente (MN)

Dott.ssa Elisa Canossa - Studio di psicologia e psicoterapia Psicologo a Sustinente

726 Risposte

2172 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 AGO 2017

Gentili Rosa , Beppe e Michele,
non credo affatto sia possibile trovare una modalità comunicativa civile con un individuo del genere. Certo è vostro padre, ma nessuno vi obbliga a rispettarlo e ad obbedirgli, anche se mente con persone che potrebbero giudicarlo negativamente e fa passare voi per ingrati. Pugni in testa a vostra madre... la lasciava fuori dal balcone ? perchè mai nessuno di voi l'ha mai minacciato di denuncia? Ora vive con un'altra donna la quale a sua volta pretende di sottomettere vostro fratello minore?Io credo che se esistesse, l'anima di vostra madre, starebbe, ormai consapevole degli abusi e degli insulti subiti-e per di più vedendo il proprio figlio minore così trattato- rivoltando nella tomba! Beppe e Michele , siete grandi? e allora niente scorciatoie nè assurdi buonismi con un "padre padrone" che ha umiliato i figli e la moglie in questo modo! Quindi, occupatevi di vostro fratello minore, portandolo fuori casa e rivolgetevi ad un avvocato per sapere se e come questa nuova donna, possa nuocervi sul piano economico. Più in là sarà necessario per voi prendere le dovute distanze da questa persona che per come è da voi descritta , sembra avere ben poco a che fare con un appartenente al genere umano e men che mai ad un padre, e.... cominciate ad usare con lui gli stessi mezzi che egli ha usato con voi ad esempio denigrandolo per avere sostituito la madre dei suoi figli con una donna che maltratta vostro fratello o altre cose simili. Io credo , voi abbiate sofferto a sufficienza e che sia giunto il momento di fare i conti con chi probabilmente non ha amato mai nessuno e ha solo voluto "marcare con bieca violenza il proprio territorio " . Egli alfine dovrà giungere a temervi e non preoccupatevi , nessuno vi giudicherà e se qualcuno oserà farlo , ricordate che non siamo più nel medioevo e l'epoca dei padri padroni è finita da un pezzo.
Tanti auguri .
Dott.ssa Giuseppina Cantarelli.
Parma

Dott.ssa Giuseppina Cantarelli Psicologo a Parma

191 Risposte

644 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 AGO 2017

Buongiorno Rosa, Beppe e Michele,
comprendo il vostro disagio, che mi sia presente da anni ed aumentato con la morte di vostra madre.
Se ho ben compreso Rosa e Beppe vivono ormai all'esterno della casa paterna, mentre Michele non è ancora autonomo
Sicuramente molti degli atteggiamenti manifestatati da vostro padre, non solo nei vostri confronti, ma anche nella gestione della quotidianità, sono scorretti ed inadeguati. Mi sembra di capire che i vostri tentativi per migliorare il rapporto sono stati fallimentari. Ci sono altre persone nell'ambito familiare che potrebbero convincerlo a chiedere un aiuto? Voi figli avete mai valutato la possibilità di rivolgervi ad un consultorio familiare, al fine di ottenere un supporto?
Resto a disposizione
Dott.ssa Vanda Braga

Dott.ssa Braga Vanda Psicologo a Rezzato

1347 Risposte

1182 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 AGO 2017

Ps. dimenticavo, un'utima domanda: come faceva vostra madre a gestirlo? avete detto che è peggiorato da quando lei non c'è piú. Provate a ripescare nei vostri ricordi in che modo vostra madre si relazionava con lui, come gli rispondeva, cosa faceva di fronte ai suoi comportamenti strani. Puó anche darsi che lei non facesse nulla di particolare, e che i comportamenti di vostro padre siano peggiorati anche alla luce della scomparsa di una persona importante per lui, la moglie, che rappresentava molto per lui, anche se lui non lo dava a vedere.

Dott.ssa Elisa Canossa - Studio di psicologia e psicoterapia Psicologo a Sustinente

726 Risposte

2172 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia familiare

Vedere più psicologi specializzati in Terapia familiare

Altre domande su Terapia familiare

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 21700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16200

psicologi

domande 21700

domande

Risposte 82150

Risposte