OSSESSIONI E PAURA

Inviata da Andrea · 24 dic 2012 Disturbo ossessivo compulsivo

Gentilissimi,sono un ragazzo di 12 anni. Soffro di tic e ultimamente sono ossessionato da dei pensieri tipo di far del male alle persone che mi circondano. Quando, a volte, anche se non ci penso mi viene ansia, sensi di colpa e sensazione di vomito. La notte ho paura. Se mi distraggo questi pensieri mi scompaiono. Mi sono dimenticato di dire che sono quasi sempre attaccato alla playstation. Vorrei sapere se tutto questo è normale e cosa posso fare. Grazie.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 2 GEN 2013

Gentile Andrea, che cosa ti hanno detto i tuoi? A quale decisione siete approdati insieme? Sono comunque disponibile ad eventuali chiarimenti. Saluti. Dott.ssa sabina Orlandini, Torino

Dott.ssa Sabina Orlandini Psicologo a Torino

336 Risposte

189 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 DIC 2012

Grazie a tutti.Ne ho già parlato coi miei.Qualcuno di voi è di Torino?Qual è lo specialista piu' adatto?Grazie a tutti.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 DIC 2012

Caro Andrea,
nonostante le difficoltà che attraversi, riesci a riconoscere e descrivere bene i problemi che hai: questo sicuramente è una cosa che ti può aiutare ad affrontarli in maniera adeguata. Alla tua età il periodo di vita che stai affrontando è un momento delicato, fatto di tanti cambiamenti, e può esserti di aiuto affrontare le difficoltà di cui parli con il supporto di uno psicologo. Ti consiglio di cercare un professionista nella tua zona per trovare una soluzione che ti permetta di vivere più serenamente. In bocca al lupo! dott.ssa Lucia Mantovani, Milano

Studio di Psicologia Dott.ssa Lucia Mantovani Psicologo a Milano

995 Risposte

468 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 DIC 2012

Carissimo Andrea, comprendo la tua ansia, la quale ti impedisce di vivere serenamente, è per questo che dovresti chiedere ai tuoi genitori di prendere appuntamento con lo psicologo più vicino casa, affinchè possa lavorare per capire da cosa ti deriva questa ansia ed affrontare così la situazione al meglio!
Tanti auguri!

Dott.ssa Angela Virone Psicologo a Agrigento

315 Risposte

217 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 DIC 2012

Caro Andrea,
certamente stai vivendo una situazione difficile e di grande sofferenza. Probabilmente stai attraversando una fase delicata e hai difficoltà ad utilizzare le risorse necessarie per affrontarla.
Ne hai parlato con i tuoi genitori? Hai provato a esplicitare loro il tuo disagio e le tue paure? Oppure non ci riesci per vari motivi?
Se vuoi, potresti esplicitare ai tuoi genitori il bisogno dell'aiuto di uno psicologo e potresti farti accompagnare al centro a te più vicino. è necessario che i tuoi genitori sappiano che stai male e che vuoi essere aiutato, in maniera tale da poterti aiutare anche loro a star meglio.
Se vuoi e se sei di Roma, puoi farmi contattare senza problemi per chiarimenti e/o appuntamenti.
Dott.ssa Marianna Vallone. Roma

Marianna Vallone Psicologo a Modena

108 Risposte

61 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 DIC 2012

Credo visto la giovane età forse dovresti parlarne con i tuoi genitori. Loro danno che hai questi disturbi? Ne hai mai parlato con loro.? Anche se vuoi rivolgerti ad uno psicologo all'ASL chiederanno dei tuoi genitori. È molto significativo che tu abbia scritto di tua iniziativa significa che per te il problema per te e importante e che hai buone capacità introspettive. Parla con i tuoi genitori e con il tuo medico di base lui saprà consigliarti. Buona fortuna dott.ssa Michela Bertani

Dott.ssa Michela Bertani Psicologo a Pavia

19 Risposte

3 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 DIC 2012

Salve Andrea, no, come tu hai ben intuito non sono reazioni "normali". Il fatto che tu ne sia coscente è una cosa positiva però ora devi farti aiutare. Hai provato a parlarne con i tuoi, con un insegnante o con lo psicologo scolastico? Il mio consiglio è di parlare con un adulto che pensi possa ascoltarti e prendere sul serio il tuo problema e poi, con il suo aiuto, rivolgerti poi ad uno psicologo che possa aiutarti. Spero di esserti stata d'aiuto. Se hai bisongo di pormi altre domande non esitare a contattarmi. Dr Francesca Figliozzi

Neuro-Psicologia, Dott.ssa Francesca Figliozzi Psicologo a Oristano

51 Risposte

35 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 DIC 2012

Caro Andrea,
I tic spesso sono associati a pensieri ossessivi perché entrambi nascondono la paura di perdere il controllo, di poter fare qualcosa di sgradevole e poco accettabile agli occhi degli altri.
Nei periodi di maggiore ansia o quando ci si sente inadeguati questi sintomi possono aumentare fino a confermare la sensazione di poter fare cose terribili di cui sentirsi in colpa senza un motivo reale. Io le consiglierei di consultare uno psicoterapeuta cognitivo-comportamentale e di farsi aiutare a superare questo disagio al più presto, affinché non si stabilizzi.
Un grande in bocca al lupo e buone feste!

Dott.ssa Guglielmucci Simona Psicologo a Roma

41 Risposte

37 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 DIC 2012

Caro Andrea,
non mi sembra che i tuoi problemi siano nella norma, se per questo vuoi dire che ce l'hanno la maggior parte delle persone. Immagino che ti procurino molta sofferenza e disagio. Sicuramente stare tutto il giorno attaccato alla play station non aiuta la tua situazione ansiogena,anzi può solo peggiorare il tuo stato ansioso e i tic. Ti consiglio di diminuire la tua permanenza davanti ai giochi e l'esposizione a film violenti e di parlare dei tuoi problemi ai tuoi genitori e insieme decidere se chiedere aiuto ad uno specialista.
Buon Natele
Dr.ssa Federica Parri

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 DIC 2012

Caro Andrea,
il mio consiglio è di rivolgerti ad uno psicologo-psicoterapeuta che possa valutare con te il disagio che avverti in questo momento ed iniziare un percorso. Essendo minorenne, ti servirà il consenso di entrambi i tuoi genitori per iniziare un percorso psicoterapeutico. Perciò, se non lo avessi ancora fatto, ti consiglio di parlare anche con i tuoi genitori e spiegare cosa vivi in questo momento. Qualsiasi difficoltà tu viva, potrà essere superata con l'aiuto di uno specialista.

In bocca al lupo!

Psicologa - Psicoterapeuta e Grafologa Roma Psicologo a Roma

59 Risposte

85 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 DIC 2012

Quanto rifereisce è senz'altro fonte di malessere per Lei, e dunque, per quanto riguarda la domanda sulla normalità, Le posso solo rispondere che è normalissimo aver sollevato il problema, essersi reso conto certe sue aree problema. Parlerei quindi di problematicità più che di normalità, dato che quello che a Lei, forse, verrebbe da definire come L'Andrea "normale", ossia l'Andrea che non ha né tic, né pensieri intrusivi è esattamente lo stesso di prima, con l'unica differenza che sta molto meglio :-)

Rimango a disposizione per ogni ulteriore chiarimento/lavoro sulla situazione-problema da Lei esposta

Dott. Franco Fusi

Dott. Franco Fusi Psicologo a Milano

26 Risposte

17 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Disturbo ossessivo compulsivo

Vedere più psicologi specializzati in Disturbo ossessivo compulsivo

Altre domande su Disturbo ossessivo compulsivo

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22900 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16550

psicologi

domande 22900

domande

Risposte 84200

Risposte