Osessioni e dubbi sessualità

Inviata da Gabri · 19 nov 2019 Orientamento sessuale

Penso di avere un doc omosessuale. La situazione si è già verificata quando avevo 14 anni e si è risolta da sé dopo 3 mesi, ma ora è tornata e molto più forte di prima, da circa un mese e mezzo. Sono una ragazza di 19 anni, introversa e particolare, e non ho mai avuto un ragazzo. Me ne è piaciuto tantissimo solo uno in seconda media, dopo di lui non ho più provato il benché minimo interesse nei confronti di nessun altro, e anche questa cosa sinceramente mi preoccupa. Due mesi fa mi sono trasferita in un'altra città per continuare gli studi, sono in una casa per studentesse e lavoratrici e la ragazza con cui avevo legato di più (e con cui ho anche condiviso la stanza per un periodo) mi ha rivelato di essere lesbica, e questa cosa mi ha inizialmente turbato, anche se non ne comprendo il motivo poiché conosco molte persone omosessuali, tra cui il mio migliore amico, non sono omofoba. Ma quando me lo ha detto ho sentito qualcosa. Non nascondo inoltre di guardare dei porno, occasionalmente anche tra lesbiche, tuttavia ho sempre preferito quelli eterosessuali. Fino a pochi mesi fa non avevo alcun dubbio riguardo il fatto che mi piacessero i ragazzi, ma con tutti questi elementi mescolati ho cominciato a dubitare (di nuovo) della mia sessualità, e soprattutto come sia possibile che non mi piaccia nessun ragazzo da ben sei anni. Non credo vada bene. Ho passato un mese orribile, attacchi di panico al pensiero di essere lesbica, tachicardia, crisi di pianto, respiro affaticato, pensieri di natura omosessuale riguardo ogni ragazza che incontro, osservo freneticamente tutte le femmine per la strada per capire se mi possano piacere e, dunque, determinare se sono davvero lesbica. Non riesco proprio ad accettarlo. Non so se c'entri, ma sono sempre stata un maschiaccio, poco aggraziata e propensa a sport tipicamente maschili, e questa cosa non mi ha mai toccato, ma in queste condizioni mi sembrano una prova schiacciante del fatto che io possa veramente essere dell'altra sponda. Non facendocela più ho confidato questi pensieri a mia madre e lei mi ha consigliato di distrarmi e farmi meno problemi, è tutto nella mia testa, e nel momento in cui mi ha detto ciò mi sono sentita subito meglio e gran parte della mia ansia è sparita, ma il dubbio rimane. Non avendo esperienze concrete con altre persone non ho nulla su cui basarmi nella ricerca della risposta. Ho anche un altro disturbo ossessivo compulsivo da quando avevo 11 anni, la dermatillomania, dunque il doc è parte della mia vita da sempre praticamente. Spero possiate aiutarmi, non ce la faccio davvero più

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 25 NOV 2019

Salve Gabri, grazie per aver condiviso con noi la tua storia. Dalle tue parole si avverte quanto siano energizzati tutti questi pensieri. La nostra psiche, Gabri, non funziona per sottrazione; provare a non pensarci può portare solo a ripresentarsi ancora più energicamente tutte queste fantasie. Accettare le immagini che la psiche ti presenta,invece, accoglierle, vuol dire ascoltare ciò che l'anima vuole, che non si concretizza nella letteralizzazione di una sessualità omosessuale,o non solo. Per altro mi sento di rassicurarti informandoti che le donne spesso guardano materiale pornografico con altre donne (Un report del 2014 del sito Pornhub ha rivelato che la categoria “lesbiche” è di gran lunga la preferita tra le utenti donne) e che interrogarsi sul proprio orientamento sessuale è una delle caratteristiche tipiche dell'adolescenza. Ovviamente questi spazio non può essere risolutivo, né tanto meno è possibile aiutarti concretamente,ma spero nel mio piccolo di averti dato qualche suggerimento utile. Contattami se posso esserti d'aiuto, senza nessun impegno. Un saluto

Dott.ssa Zauri Selene Psicologo a Pavia

3 Risposte

5 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 NOV 2019

Ciao Gabri, sei in buona compagnia perché la paura di poter essere omosessuale è più comune di quanto si pensi. E' uno scherzo della mente. Quanto la mente insicura va in cerca di certezze il pensiero diventa un nemico. La realtà è che l'orientamento sessuale non è una scelta cosciente e per quanto tu ci possa pensare non avrai mai una risposta definitiva e soddisfacente. Appartiene a quel tipo di dubbi ai quali non c'è risposta e ai quali non bisogna cercare di rispondere perché ogni risposta alimenta il dubbio e quindi l'ansia con ancora maggiore forza fino a farlo diventare una gabbia dalla quale si crede di poter uscire trovando la risposta, che invece rende la gabbia ancora più solida e piena di ansia. A questi dubbi non si risponde. Oppure si risponde 'staremo a vedere'. L'orientamento sessuale non si sceglie, è una spinta naturale e così deve rimanere. Non sottovaluterei invece la componente ossessivo compulsiva quale vero ostacolo ad una vita più felice e realizzata. Sono certo che una buona guida potrebbe aiutarti a trovare l'equilibrio che apparentemente non trovi.
Un caro saluto.
Dott. Andrea Bottai - Firenze

Dott. Andrea Bottai Psicologo a Firenze

22 Risposte

22 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 NOV 2019

cara Gabri, l'orientamento sessuale ( come da precisi studi, uno recentemente pubblicato da LE SCIENZE, di cui se vuoi Ti invierò una copia ), spesso, almeno nel 10-15 % delle persone, non coincide con il dato biologico. Inoltre la sessualità femminile è più complessa di quella maschile, ed è frequente che una donna abbia esperienze sessuali con altre donne senza essere di orientamento esclusivamente omosessuale.
Questi sono dati scientifici e perciò non hai alcun motivo di preoccupazione o vergogna. Questi sentimenti sorgono in noi per causa delle attuali convenzioni sociali. In altri luoghi e/o tempi era tutto diverso e la sessualità era vissuta con assoluta libertà.
La sessualità è un fatto strettamente privato, personale. Freud soleva dire che non permetteva che la psicoanalisi entrasse nella sua camera da letto.
Quindi non preoccuparti, vivi le esperienze che Ti danno gioia, è questa la cosa importante. se ora Ti senti attratta da spinte verso le ragazze, ebbene che c'è di male in questo ? Mica uccidi qualcuno ! E magari domani o contemporaneamente oggi puoi innamorarti di un ragazzo. Non permettere che altri o la società Ti imprigionino in ruoli che non senti Tuoi. Sii libera !
Un caro saluto
Dr. Marco Tartari

Dott. Marco Tartari Psicologo a Roatto

734 Risposte

438 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 NOV 2019


Gentile Gabri,
molto probabilmente, il fulcro del problema è nell'ansia e nell'insicurezza che le fa nascere dubbi ossessivi sul suo orientamento sessuale con paura di poter essere lesbica nonostante l'evidenza che è attratta dai maschi e non dalle femmine.
Il fatto poi che non abbia un ragazzo non è, come le potrebbe sembrare, una prova indiretta di omosessualità bensì può essere il risultato della sua insicurezza ed ansia sociale che le rendono difficile intraprendere delle relazioni sentimentali.
Pertanto, le consiglio di avvalersi di un percorso di psicoterapia preferibilmente ad orientamentoi cognitivo-comportamentale.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7043 Risposte

20148 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 NOV 2019

Buonasera,
le consiglio di approfondire quale può essere il significato che ha per lei la sintomatologia che ha riportato attraverso un percorso terapeutico e un professionista che le permettano di comprendere in che contesto si situano i suoi pensieri relativi all’orientamento sessuale per poterli rifigurare nel modo per lei più autentico.

Dott.ssa Marta Brocca Psicologo a Favaro Veneto

33 Risposte

13 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 NOV 2019

Buongiorno,
l'elemento che spicca dalla sua descrizione è il dubbio circa la possibilità di essere lesbica e l'importante ansia che si associa a questo dubbio. Più che di omofobia interiorizzata, sembrerebbe trattarsi di doc omosessuale, ma per una conferma diagnostica sarebbe necessario approfondire una serie di aspetti e contenuti.
Potrebbe essere interessante chiedersi come mai il dubbio ricada proprio su tematiche relative all'orientamento sessuale, che cosa rappresentino per lei la sessualità e avere una relazione.
Le suggerisco di rivolgersi ad uno psicoterapeuta con specializzazione in sessuologia al fine di esplorare tali questioni ed uscire dallo stato di disagio che sta attraversando.
Un cordiale saluto
dr. Luca Flesia

Dott. Luca Flesia Psicologo a Belluno

47 Risposte

161 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 NOV 2019

Buongiorno
Da ciò che scrive potrebbe trattarsi più di D. O. C. omosessuale che di orientamento omosessuale ma non è possibile fare una diagnosi senza conoscere la persona ed approfondire meglio alcune tematiche.
Il fatto che Lei non provi attrazione per nessuno può essere imputabile al fatto che Lei abbia necessità di stimoli particolari per provare interesse verso un'altra persona o che semplicemente è focalizzata su altre attività. Lei è molto giovane e quindi ha ancora molto da sperimentare.
Le consiglierei di rivolgersi ad uno psicoterapeuta, specializzato in sessuologia, in modo da chiarire la situazione e procedere nella Sua vita com serenità.
Cordiali saluti
Dott.ssa Simona Loi Zedda

Simona Loi Zedda Psicoterapeuta Psicologo a Cagliari

21 Risposte

8 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 NOV 2019

Buongiorno,

Le consiglio di contattare un terapeuta cognitivo-comportamentale del suo paese. Saprà offrirle informazioni e strategie utili ad uscire dal suo disagio.

Un caro saluto

Dott.ssa Federica Vallarelli Psicologo a Pinerolo

3 Risposte

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento sessuale

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento sessuale

Altre domande su Orientamento sessuale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16850

psicologi

domande 23700

domande

Risposte 85700

Risposte