Ore e ore di pianto continuo in una bambina di quasi 9 anni.

Inviata da gugliermina · 29 mag 2013 Psicologia infantile

Salve, ho una figlia di quasi 9 anni. Negli ultimi periodi piange continuamente perchè pensa a quello che é successo in passato e a quello che potrà succedere. Un altro motivo sono le continue discussioni con alcune compagne di classe un pò ostili nei suoi confronti.
Cosa posso fare?
Grazie mille in anticipo.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 30 MAG 2013

buongiorno Emy
credo che sia molto importante capire la causa dei pianti di sua figlia. a volte i bambini interpretano ciò che accade in un modo molto personale e a volte angosciante.
da ciò che ha scritto mi sembra che la preoccupazione sia legata all'integrazione sociale a scuola. le consiglio di parlare con le maestre.
se tali ansie dovessero continuare può rivolgersi ad uno psicologo infantile per aiutarla a trovare i motivi di un tale sconforto.

cordiali saluti
dott.ssa Manuela Vecera

Dott.ssa Manuela Vecera Psicologo a Torino

131 Risposte

147 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 MAG 2013

Gent.ma Emy, il dialogo con i bambini è sempre molto importante ed è da li che sicuramente bisogna iniziare. Personalmente non mi rivolgerei alle maestre senza prima aver cercato di parlare con la bimba, Le dico questo perchè talvolta,e purtroppo capita, alcune maestre non riescono a gestire alcune informazioni in modo adeguato e i bimbi rischiano di pagarne le conseguenze ( cosa succederebbe se la maestra sgridasse ad es . le compagne? forse mi viene da pensare che sarebbero ancora più ostili e forse rischierebbe di essere presa in giro come incapace di difendersi , i bimbi sanno essere molto diretti quando vogliono...) Se invece ha un buon rapporto e fiducia nelle maestre sicuramente potranno aiutarla a definire meglio ciò che sta accadendo.
Le chiederei inoltre di riflettere su altri segnali che possono sembrare poco importanti ma che spesso aiutano a definire meglio le problematiche.. il sonno l'alimentazione , i cambiamenti..
Mi sento di consigliarle di rivolgersi ad un professionista della sua zona con cui confrontarsi, spesso alcune problematiche si risolvono con piccoli accorgimenti se affrontate con tempismo .
nella speranza di essele stata utile
cordialmente

Dott.ssa Bianca Buonpensiere Psicologo a Bologna

11 Risposte

6 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 MAG 2013

Salve Emy,
vedere i nostri figli star male e non poter fare nulla ci provoca dolore e impotenza. Come mai piange in modo così inconsolabile? Cosa le è successo?
Credo che il compito di noi genitori sia di aiutarli a comprendere e ad esprimere anche con le parole quello che hanno dentro e che si esprime con questo pianto e di capire cosa può aver portato un cambiamento nel loro modo di fare, cosa è successo, se c'è stato un avvenimento o un cambiamento che può essere collegato al disagio.
A questo proposito le suggerisco i libri di Ada Marcoli, "Il bambino nascosto" e "il bambino arrabbiato". Un'altra cosa che può fare, se non l'ha già fatto, è parlare con le maestre per capire se c'è qualcosa che ha a che fare con la scuola.
Se non riuscite a comprendere cosa sta succedendo alla bambina, allora forse può essere importante cercare un aiuto da un professionista, psicologo o psicoterapeuta infantile che aiuti in primo luogo voi genitori ed eventualmente anche la bambina stessa a comprendere meglio e a dare voce a quello che ha dentro.
Con i miei migliori auguri
Dr.ssa Alfonsina Pica, psicologa e psicoterapeuta

Dott.ssa Alfonsina Pica Psicologo a San Miniato

102 Risposte

84 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 MAG 2013

Cara Emy,
dalla sua richiesta mi sorgono alcune domande. Che significa che pensa sempre a quello che è successo e a quello che potrebbe succedere? Fa riferimento a qualche evento o situazione in particolare?
In attesa di poterle rispondere in maniera più dettagliata le porgo cordiali saluti

Dott.ssa Nikla Bene - Psicologa

Dott.ssa Nikla Bene Psicologo a Afragola

9 Risposte

4 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 MAG 2013

Gentilissima D.ssa Strippoli, sono una mamma molto preoccupata. Vorrei chiederle come posso fare a far "guarire" mia figlia e farla tornare serena,allegra e vivace come sempre ?. Mi aiuti. Aggiungo che la bambina quando é fuori si trattiene, non piange, quando é a casa piange di continuo.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 MAG 2013

Cara emy,
il pianto culturalmente viene visto come qualcosa di negativo, ma in realtà è positivo nella misura in cui serve per esternare un disagio o uno stato d'animo. La questione non è il pianto, ma il disagio appunto. Cos'è successo in passato? Inoltre a scuola potrebbero generarsi situazioni di esclusione e un senso di inferiorità...credo che sarebbe importante approfondire il caso con uno specialista della sua zona.

Cordialmente,

Dr. Antonio Cisternino

Anonimo-128762 Psicologo a Torino

481 Risposte

780 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 MAG 2013

Gentile D.ssa Valentina Strippoli, nella mia domanda "cosa posso fare ?", intendo come posso fare a farla smettere di piangere per farla rirornare allegra come sempre. Negli ultimi 2 giorni la bambina oltre al pianto batte i piedi a terra. La prego mi aiuti sono molto preoccupata.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 MAG 2013

Salve Emy,
comprendo la sua domanda e cercherò di aiutarla a far chiarezza.
Accenna a qualcosa del suo passato e a qualche battibecco presente nella vita odierna della bambina: il pianto potrebbe essere una reazione, o una protesta, non necessariamente un sintomo da curare. Il pianto dei figli è un momento piuttosto critico per i genitori: probabilmente lei alternerà sensi di colpa, inadeguatezza, impotenza, frustrazione, noia, voglia che smetta, ecc.
Quando scrive "cosa posso fare?" qual è l'obiettivo di questo fare?
In attesa la saluto cordialmente.
D.ssa Valentina Strippoli

D.ssa Valentina Strippoli Psicologo a Fano

47 Risposte

40 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 MAG 2013

Gentile Emy,
la sua bambina è molto sensibile e forse ha un temperamento tendente all'ansia. Le motivazioni che riferisce riguardo ai pianti mi sembrano eccessive per far scaturire queste reazioni.Le suggerisco una consulenza con uno psicologo che possa rassicurare lei ed aiutare la bambina.
Un saluto
dott.ssa Cristina Mencacci

Dott.ssa Cristina Mencacci - Psicologa Psicologo a Perugia

366 Risposte

191 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia infantile

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia infantile

Altre domande su Psicologia infantile

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29800 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18650

psicologi

domande 29800

domande

Risposte 101300

Risposte