Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Odio mia madre. Aiuto!

Inviata da Maria · 26 ott 2015 Terapia familiare

Ho 18 anni ed è da quando ne avevo 13 che sono in forti conflitti con mia madre. La odio, la odio e ancora la odio anche se ci sono dei momenti in cui le racconto qualcosina ad esempio dei video che guardo su YouTube, dei miei amici ecc...
Sin da quando avevo 13 anni ha iniziato a prendere scelte importanti al mio posto.. decideva lei quali persone dovevo frequentare (io sono molto selettiva ed erano tutte persone per bene), ha deciso lei a quale liceo iscrivermi e poi dopo che ho perso un anno ed ho avuto problemi con i prof che mi ridicolizzavano davanti alla classe, si è convinta a farmi cambiare scuola. Mi ha allontanato da amici, alcuni anche molto stretti, e anche di recente da uno splendido e gentilissimo ragazzo. Ma questa è solo una piccola parte. Ho sofferto di depressione e autolesionismo per alcuni anni perché avevo capito che il suo punto debole sono io e mi faceva sentire meglio vederla triste e preoccupata, a volte piangeva pure. Una vendetta continua nei suoi confronti che ero determinata a coltivare, ecco tutto. Di recente ho compiuto 18 anni e non avevo alcuna intenzione di festeggiare. Ma lei aveva deciso che dovevo fare la festa e si è permessa di prendere i numeri dei miei amici e contattarli uno per uno. L'ho scoperto e mi sono arrabbiata, mandando tutto all'aria e litigando anche con i miei amici nonostante me la fossi presa solamente con mia madre. Ho passato il giorno del mio 18 compleanno a letto a piangere perché i miei amici non volevano sentirmi ne vedermi.
Alla fine mia mamma ha comunque preso la decisione al mio posto e qualche giorno dopo ha organizzato un'altra festa con i miei amici.
Poi ha detto che organizzerà altri due incontri post-festa: uno con i parenti e uno con lei e mio padre.
Alla fine da che non volevo festeggiare mi ritrovo a dover sopportare 3 "feste". Sono arrabbiata, mi fa ribollire il sangue quella donna. Per farla sentire in colpa le sto continuando a ripetere che mi ha rovinato i 18 anni ma lei con tutta risposta mi ha detto che è stata solo colpa mia.
LA ODIO. NON VOGLIO PIÙ PERMETTERLE DI AVERLA VINTA SULLE MIE SCELTE.
Aiutatemi, non la sopporto più ed in tutto questo mio padre è estraneo alla situazione. Lavora sempre e le rare volte in cui è tranquillo e scherzoso si possono contare sulle dita di una mano. Le altre volte è sempre nervoso, stizzato, se la prende con me per qualsiasi cosa io faccia e mi da fastidio qualsiasi cosa egli dica o faccia, specialmente quando mangia perché fa rumore, e se glielo faccio notare gentilmente mi risponde con tono autoritario incutendo timore. È geloso di tutti i miei amici e non vuole farmi uscire.
Ho 18 anni ora, voglio iniziare la mia vita e non voglio più che loro si intromettano
Aiutatemi...

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Cara Maria,
in parte sono solidale con te e comprendo che può essere pesante avere una madre autoritaria e intrusiva che preferisce dare ordini anzichè scegliere il dialogo e il confronto.
Purtroppo nemmeno con tuo padre il rapporto è buono perchè pare che è poco presente nella tua vita e spesso di cattivo umore.
In pratica hai vissuto la tua adolescenza (forse anche l'infanzia) senza poter formare un rapporto di fiducia con nessuno dei due genitori.
Non dici però se sei figlia unica o se hai fratelli e come, eventualmente, si comportano con loro.
Ad ogni modo devi anche riconoscere che nemmeno tu hai facilitato le cose cercando di smussare le asperità ed hai mostrato di avere una bassissima soglia di tolleranza alle frustrazioni. Così, è stata pessima l'idea di vendicarti con i tuoi atti passati di autolesionismo e mi voglio augurare che oggi ne comprendi la gravità.
Quanto alle feste decise per il tuo compleanno non mi sembra una cosa tanto terribile, anzi potresti approfittare di quella con te e i tuoi genitori da soli per fare a loro un discorso più serio e più da adulta col dire che ora che sei maggiorenne ti aspetti di essere rispettata per le tue scelte e ciò per non peggiorare un rapporto che finora non è stato gratificante da ambo i lati.
Puoi cogliere l'occasione di citare le incomprensioni e il cattivo rapporto con loro per chiedere per il tuo compleanno un regalo più utile che potrebbe essere quello di sostenerti per un percorso di psicoterapia che ti sarebbe molto utile per la tua vita futura.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6790 Risposte

18971 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Maria, sono sicuro che il tuo "AIUTO" nel titolo del tuo post non si riferisca ad un nostro aiuto telematico. Da qui possiamo solo fare ipotesi molto generiche ed, al limite, dirti di andare da uno specialista. Certo è che, da ciò che dici, l'invasione di tua madre fin da quando eri piccola è stata forte, e lo è tutt'ora. Tuttavia non riesco a distogliermi dall'idea che, all'interno di una famiglia, ognuno, negli anni, si "sceglie" un ruolo (anche inconsapevolmente) e lo porta avanti per tutto il tempo che sta nella famiglia (nel caso del figlio/a). Con ciò vorrei farti riflettere che, per quanto forse inconcepibile ora per te, anche tu hai avuto un ruolo nella condotta di tua madre (e padre). Non saprei dirti che tipo di ruolo (oltre all'opposizione costante espressa, soprattutto dopo aver capito quanto eri importante per tua madre) ma, proprio per questo, credo che tu abbia bisogno di un aiuto psicoterapeutico individuale. Finito tale percorso, se con le risorse che avrai acquisito, continuassero, comunque, tali invasioni genitoriali (c'è una certa percentuale che, vedendoti cambiare nel tempo, anche loro cambino alcuni loro atteggiamenti nei tuoi confronti), potresti proporre loro una terapia familiare. Adesso questa soluzione ti potrebbe sembrare utopistica, tuttavia, dopo il tuo percorso individuale, dovresti poter vedere (e, soprattutto, percepire vissuti emotivi diversi) le cose in maniera differente.
Buona fortuna,
dott. Massimo Bedetti Psicologo/Psicoterapeuta,
Costruttivista Postrazionalista-Roma

Dott. Massimo Bedetti Psicologo/Psicoterapeuta Psicologo a Roma

694 Risposte

1008 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Maria,
lei ha buoni e giusti propositi ma mi sento di dirle che probabilmente non sarà facile attuarli per cui un supporto da parte di uno psicologo non potrebbe che giovarle, anche se la cosa migliore sarebbe che si recasse dal professionista tutta la famiglia o almeno anche sua madre.
Dovreste migliorare la comunicazione tra voi e potrebbe essere molto più facile di quanto può pensare.
Il rapporto con la madre è tra i più importanti della vita e le consiglio perciò di fare tutto il possibile per migliorarlo.
Tenga comunque presente che in genere è preferibile di gran lunga un genitore autoritario o invadente piuttosto che un genitore assente.
cordiali saluti

Valentina Sciubba Psicologo a Roma

1054 Risposte

715 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Maria, voglio dirti che hai le tue ragioni per volere iniziare una vita tutta tua e da quello che hai scritto sembra anche che tu abbia tutte le carte per poterlo fare. La tua storia è complessa e dolorosa, ma i 18 anni ti danno un po' di libertà per potere iniziare a scegliere un lavoro che ti piaccia e che ti darà un po' alla volta quella autonomia che stai cercando, anche se stai ancora studiando. Ti auguro di riuscire in ciò che vuoi.
Un caro saluto
Claudia Vian

Dott.ssa Claudia Vian Psicologo a Mirano

49 Risposte

50 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia familiare

Vedere più psicologi specializzati in Terapia familiare

Altre domande su Terapia familiare

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16100

psicologi

domande 20850

domande

Risposte 80600

Risposte