Odio il ragazzo che è andato con lei

Inviata da Rizla 10 · 3 apr 2020 Autorealizzazione e orientamiento personale

Ho 25 anni, Sono passati mesi ormai, tutto è successo a giugno 2019, ora siamo ad aprile 2020.. in quel mese di giugno ho affrontato un periodo difficile con la mia fidanzata, come se si fosse rotto qualcosa, eravamo stressati, nervosi, litigavamo per ogni stupidata. Io venivo da un’operazione ortopedica ed ero in fase di riabilitazione, sicuramente questa ne ha fatto parte.. La relazione durava da 2 anni e mezzo, non dico convivenza però si dormiva insieme 3/4 volte a settimana, ci siamo condivisi non da poco. Verso la fine del mese ci siamo allontanati qualche giorno, consapevoli che così non potesse continuare.. quando ci siamo rivisti per parlarne e dirle che avevo capito che non volevo che finisse così, mi ha urlato in faccia che non mi amava più, Che l’ho trascurata e mi ha dato le spalle e se n’è andata.
Dopo due giorni ho cercato di scriverle e le ho lasciato a casa delle rose (so che è sbagliatissimo cercare di rimediare così, si fa solo la figura degli zerbini).. e lei mi ha scritto un messaggio alle 4 di notte per ringraziarmi, ribadendomi il concetto che non mi amasse più. Non ho dormito per un mese, e dopo 10 giorni da quella notte nella quale mi ero già fatto qualche idea, mi ha scritto per farmi sapere che aveva accanto una persona che la stava facendo stare bene. Ok, ero già rimpiazzato dal primo giorno, se non prima! Successivamente è saltato fuori che tutti sanno che quando si è lasciata con me lei ha iniziato a uscire con lui! Come se fosse scontato, così, il giorno prima che sono dei sentimenti, il giorno dopo non ci sono più! Io lo avrei chiamato rispetto, verso la persona che ti è stata accanto per tutto questo tempo. Io le avrei dato tempo, non ho pensato a nessun’altra che la potesse rimpiazzare dal giorno dopo la nostra rottura! Questa persona che è subentrata ha approfittato della situazione di malessere tra me e lei, della sua fragilità, e me l’ha portata via! Ora, sono anch’io consapevole che se lei mi avesse amato davvero forse non se ne sarebbe andata con il primo che la supporti in un momento difficile, ma dopo 3/4 mesi trovarla sui social che si baciano e si scrivono ti amo? Ho capito che lei non sa neanche cosa significa amare davvero. Amare come accettazione completa della persona che hai accanto, e non è possibile in così poco tempo. Al Massimo quello è innamoramento, ma va be, non voglio fare teoria sull’amore visto che di leggi precise non ne esisteranno mai.
Detto tutto ciò, io lo odio, penso che se lo avessi in una stanza con me lo riempirei di botte, non riesco a farmi passare queste nervoso che ho nei suoi confronti e lo scrivo qui, perché davvero provo questa cosa troppe volte.
Lui che faceva tanto il simpatico a parlarmi fino a qualche giorno prima, lui che l’ho dovuto accettare come amico di lei senza mai farle ipotizzare nulla o mostrarle gelosia che mi sarebbe sembrata infantile, assurdo.
A volte non capisco se odio anche lei, sarebbe contrario al provare amore, se l’avessi amata veramente nonostante il torto dovrei essere contento per la sua nuova felicità.. a quanto pare non la amavo veramente neanch’io? Sono confuso, arrabbiato e odio quello scarto umano che distruggerei con le mia mani.
Come si fa.. a lasciar perdere, una cosa che ci assilla così. A non augurare il peggio, a chi ti ha fatto così male

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 5 APR 2020

Buongiorno Rizla, i sentimenti di rabbia nei riguardi di quel ragazzo ti hanno accompagnato per così tanto tempo probabilmente perché non abbiamo fatto abbastanza spazio alla tristezza. La fine di una relazione rappresenta qualcosa di simile all'elaborazione di un lutto e per elaborare un lutto occorre accettare l'irrimediabilità della situazione.
Probabilmente la relazione è in realtà finita prima dell'intromissione del ragazzo, è finita quando avete smesso di essere una squadra, e purtroppo lei non è riuscita a ricominciare a cooperare con te. Se ci pensiamo una relazione in cui si impegna una sola persona non è soddisfacente né stimolante.
Nella tua mente lui è diventato il simbolo della tua perdita di orgoglio, amore, felicità che sono elementi che dovremmo imparare a coltivare in noi a prescindere dalla presenza di altre persone. Il tuo valore, la tua capacità di amare ed essere amato non dipendono da questa situazione ma da quanta distanza riesci a mettere da essa e da quanto riesci ad andare a fondo alle tue ferite. Ti auguro di trovare l'equilibrio che meriti.

Dott.ssa Graziella Pisano, psicologa e psicoterapeuta cognitivo-comportamentale.
Riceve:
Online
Frattamaggiore (NA)

Dott.ssa Graziella Pisano Psicologo a Frattamaggiore

138 Risposte

3789 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 APR 2020

Gentile Rizla, sembra che lei non abbia ancora elaborato la chiusura della relazione con la sua ex ragazza. Certamente si trattava di un legame per lei importante e nel quale aveva investito. Tuttavia dalla fine di una relazione, nonostante la rabbia e delusione, si può pian piano accedere a riflessioni più profonde su di sè, per trasformare anche un dolore o una crisi in un’opportunità di crescita. Potrebbe infatti capire ciò che da parte sua ha contribuito alla rottura o anche semplicemente scoprire aspetti del suo carattere o di quella fase della sua vita. A mio avviso per fare ciò potrebbe esserle utile un lavoro su sé stesso con un professionista (anche online considerato il momento).
In tal modo, dall’elaborazione di questa separazione di coppia, potrà aumentare la consapevolezza di sè; le sarebbe certamente utile anche per aprirsi a mature relazioni future.
Resto a disposizione
Dott.ssa Valeria Mavilia

Dott.ssa Valeria Mavilia Psicologo a Spadafora

75 Risposte

40 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 APR 2020

Gentile Rizla,
il suo dolore e la sua frustrazione/rabbia/delusione sono comprensibili ma deve convenire che per far durare una relazione occorre mantenere intesa ed armonia in funzione di una reciprocità emotivo-affettiva che nel suo caso non c'è stata.
La fretta che la sua ex ha mostrato nel sostituirla è segno di poca delicatezza ed è criticabile ma ognuno reagisce alla frustrazione e al dolore a modo proprio e spesso senza tatto.
Poichè stenta a farlo autonomamente, le suggerisco un sostegno psicologico per elaborare questa perdita e questo distacco.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7088 Risposte

20221 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamiento personale

Vedere più psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamiento personale

Altre domande su Autorealizzazione e orientamiento personale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24200 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17050

psicologi

domande 24200

domande

Risposte 86950

Risposte