Nostro figlio Samuele di 5 anni affetto da autismo atipico

Inviata da Rosa e Gianni · 5 ott 2015 Autismo

Salve, siamo i genitori di due bambini, Samuele e Lisa. Quando nostro figlio aveva nove mesi soffriva ancora di forti coliche e non dormiva quasi mai. La lallazione era completamente assente, non prestava attenzione a nessuno, non giocava mai con la sorellina, piangeva in continuazione quando era insieme agli altri bimbi, si dimenava nel passeggino e non rispondeva se chiamato. A due anni ci fu la diagnosi: disturbo multisistemico, disturbo generalizzato , autismo atipico. Samuele aveva subito cominciato a fare logopedia dato che non parlava e col tempo i miglioramenti ci sono stati. Adesso dorme tranquillo, ha iniziato a prestare attenzione seppur minima ai giochi, adesso parla, riesce ad esprimersi e la sua conversazione e' per lo piu' autonoma. Nostro figlio non ha avuto grosse regressioni ma abbiamo notato che tende a ripetere le solite cose, pero' adesso ha molti amici, fa tante richieste durante la giornata e racconta tante storie che ha letto all'asilo. L'unico problema rimasto e che molte volte soprattutto quando e' nervoso prende la penna agitandola in modo stereotipato. Per favore dateci qualche consiglio.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 5 OTT 2015

Gentili Rosa e Gianni,
congratulazioni per la vostra tenacia e dedizione nel seguire il piccolo Samuele che mi sembra abbia fatto molti progressi e di sicuro molti altri ne farà.
Ovviamente il bambino non dovrà avere interruzioni relativamente al programma terapeutico multidisciplinare che segue per poter ottenere ulteriori miglioramenti.
Il fatto che in particolari momenti di tensione tenda a fare il movimento stereotipato che avete descritto non deve mettervi in ansia ma piuttosto indurre ad avere con lui interazioni rassicuranti e tranquillizzanti.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7508 Risposte

21020 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 OTT 2015

Gentili Rosa e Gianni,
mi associo ai complimenti dei colleghi per l'ottimo lavoro fatto finora con vostro figlio. Forse come consiglio sarà banale, ma come suppongo già sappiate il miglior trattamento in questi casi è quello multisistemico, che comprende sia il supporto di figure professionali specifiche come appunto il logopedista, il neuropsichiatra, lo psicologo (esperto sull'autismo magari), ecc., ma un grande aiuto potreste ottenerlo anche da genitori che come voi si trovano nella stessa condizione. In Italia ci sono tantissime associazioni (alcune valide, altre meno), che si occupano di autismo a 360 gradi. Provate a contattarne qualcuna presente nella vostra zona. Per ciò che riguarda la stereotipia, probabilmente sarà un modo per scaricare la tensione, o qualche altra emozione, ma ovviamente la mia è una considerazione superficiale. Un buon terapeuta cognitivo comportamentale potrebbe lavorarci su attraverso tecniche specifiche.

Cordiali saluti

Dott. Fabio Madeo

Dott. Fabio Madeo Psicologo a Roma

42 Risposte

23 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 OTT 2015

Cari Rosa e Gianni,
complimenti per la vostra capacità di affrontare la dolorosa scoperta che il vostro bambino non stava bene come avreste dsiderato.

E' bello sentirvi parlare dei progressi di Samuele. Immagino siate seguiti da un neuropsichiatra infantile e da uno psicologo e sarebbe bene vi rivolgeste a queste figure per avere suggerimenti su attività e strumenti che aiutino il vostro bambino ad avere un buon sviluppo cognitivo ed emotivo.

I comportamenti stereotipati vanno ridotti e, possibilmente, sostituiti. Un comportamento stereotipato può essere il modo in cui il piccolo si consola quindi va rispettato. Tuttavia, nel caso in cui assumesse caratteristiche stigmatizzanti (ossia caratteristiche che agli altri sembrino strane e diano nell'occhio quando il bambino è in mezzo ad altre persone), può essere utile aiutarlo a trasformare il gesto troppo appariscente in qualcosa di più neutro.

Sono in aiuto, in questo senso, le tecniche di tipo comportamentale.

Vi suggerisco anche, se non lo avete già fatto, di contattare gruppi di genitori con bambini a cui è stata fatta diagnosi simile alla vostra per un confronto, condivisione e avere informazioni utili.

Un saluto
Dott.ssa Francesca Fontanella

Dott.ssa Francesca Fontanella Psicologo a Rovereto

1030 Risposte

2108 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autismo

Vedere più psicologi specializzati in Autismo

Altre domande su Autismo

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29600 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18600

psicologi

domande 29600

domande

Risposte 100800

Risposte