Non voglio più continuare a vivere

Inviata da Ann · 5 nov 2019

Salve,è la prima volta che parlo dei miei problemi e se lo sto facendo è perché mi ritrovo da tre giorni in uno stato di nervosimo assurdo. Sono una donna di 25 anni che soffre di ansia,esaurmenti nervosi e depressione già da 10. Da quasi due anni non riesco a fare altro che non sia stare sdraiata a piangere;quando sto "bene" riesco a stento a fare uscire il cane. Voglio suicidarmi,e se ancora non l'ho fatto è perché sono una vigliacca schifosa che non ha un briciolo di coraggio! Non so nemmeno come fare per togliermi di mezzo,ho paura e non voglio mandare in frantumi la mia famiglia. Mia mamma ne soffrirebbe troppo e non voglio. Una volta ho già tentato di uccidermi quando avevo 15 anni avvelenandomi,ma non sono riuscita nemmeno in quello. Sono stata due volte in terapia:la prima obbligatoriamente presso un ente pubblica,la seconda presso un privato,che tuttavia non hanno riscontrato in me nessuna sindrome,nessuna malattia psichiatrica,in pratica nessun problema. Non mi hanno aiutata in nessun modo,così ho cercato di aiutarmi da sola,diplomandomi con un ottimo voto,passando i test d'ammissione all'università,e facendomi dei nuovi amici. Nonostante sentissi sempre un senso di infelicità riuscivo a passare gli esami,ad avere una vita sociale,a fingere di essere normale. Per me la cosa più importante è sempre stata l'apparenza,e di consuegueza apparire il più normale possibile era il mio obiettivo. Stava andando tutto bene fino a quando non ho avuto una crisi di nervi nel bel mezzo di un esame,e dopo aver pianto per una mattina intera ho deciso di interrompere gli studi. Sentivo che quella non era la vita che volevo,ero infelice ed insoddisfatta. Ho iniziato a fare il doposcuola ai bambini ed ho comunque mantenuto la mia vita sociale,mi sono perfino fidanzata. Non l'avessi mai fatto! Lui era sempre depresso,sempre malinconico,non voleva mai uscire e voleva che anche io facessi come lui. Alla fine l'ho fatto;non mi ha obbligata,ma io pur non amandolo,per un anno mi sono adeguata a lui e la mia depressione è cresciuta a dismisura. Ho smesso di fare il doposcuola,non ho più amici,non studio,non lavoro,non vedo nessuno,non vivo. Dopo un anno l'ho lasciato,ma io non mi sono ripresa dalla depressione,anzi sto sempre peggio. Non che sia tutta colpa sua perché i problemi li ho sempre avuti. Solo che questa persona ha influito negativamente su di me. Sono esaurita,i miei nervi sono andati del tutto. Sono instabile e sono sempre stata così,il problema è che non so il perché. Non ho avuto traumi,ma quando avevo 8 anni mio padre mi ha abbandonata;ho comunque avuto mia madre che è sempre stata buona con me,e che è la persona a cui voglio più bene al mondo. Nonostante questo lei dopo la forte delusione di mio padre ha iniziato a bere;l'ha fatto per dieci anni e in casa nessuno ha mai detto nulla. Tutti fingevano che non lo facesse. Non so se si potesse definire un'alcolizzata,ma questa cosa mi ha fatta soffrire,più di tutto nella mia vita. Ho iniziato a sentirmi sempre agitata e nervosa e a non saper gestire le mie emozioni,tuttavia non credo sia per questo che sto così. Io non sono una cretina,la mia mente è lucida,solo che non riesce a connettersi con la mia emotività spropositata. Anche se provassi a ricominciare non servirebbe a niente!ormai sono vecchia per ricominciare a studiare e potrei lavorare solo come cameriera. Non ho nessuno. Sono sola. Non sarebbe vivere,ma solo sopravvivere ed ormai sono stanca. Dopo un decennio sono stanca!voglio solo scomparire!l'unico rimpianto che ho è quello di distruggere la vita della mia famiglia

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23600 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16800

psicologi

domande 23600

domande

Risposte 85450

Risposte