Non voglio avere relazioni perché mia madre non vuole?

Inviata da Marty78 · 6 mag 2021

Mi spiego meglio..
Non voglio più avere relazioni perché ho visto che mia madre rimane male ogni volta con le mie sorelle.
Siamo 4 sorelle, di cui quattro fidanzate. Per ognuna delle quattro lei è sempre stata malissimo, per non parlare di quando due di queste hanno scelto di andare a convivere. Diceva che le sembrava che tutto le stesse scivolando tra le dita, che aveva paura loro avessero bimbi da piccole e che quindi avrebbero abbandonato gli studi presto, insomma.... Cose di questo tipo. Io sono la più piccola e ho 24 anni, una sola relazione. Quando glielo presentai la prese abbastanza male, non mi ha mai detto di lasciarlo né nulla, però la vedevo che stava male. Sto frequentando una persona, e dato che più volte lui viene a prendermi sotto casa, ho mentito e continuo spudoratamente a mentire a mia madre, le ho detto e le continuo a dire che è un mio amico, e che è gay, per distruggere ogni sua supposizione e farla stare tranquilla. Tutte le bugie che continuo a dirle mi hanno divorata, e anche se tengo a lui, oggi gli ho detto che non ho più voglia di vederlo né sentirlo. A lei non va bene mai nulla, ha sempre detto di volere per noi una persona con un lavoro onesto, lui lavora come commesso in un supermercato, chiaramente è stato casuale, ma credevo che comunque lei avesse gradito. Le ho fatto mezzo accenno di un ipotetico ragazzo con un lavoro onesto, con cui magari potrei stare in futuro...
ma nulla. Lei non dice niente, vedo tristezza e malinconia nei suoi occhi, e visto che sono la figlia più piccola, non voglio che si cominci a fare di nuovo mille paranoie su di me, come ha sempre fatto con le mie sorelle. Oggi però ero parecchio arrabbiata, sono andata da lei facendo mille supposizioni "io comunque credo che rimarrò sola a vita perché vedo che tu ogni volta stai male", e lei mi ha detto che non devo "affibbiare" a lei cose che non ha mai detto, che lei non sta male di per sé per le figlie che si fidanzano, ma dice che lo fa per una serie di cose sue, cosa non vera ovviamente. Ha iniziato a dirmi che una persona per fidanzarsi deve prima avere un lavoro stabile, una laurea, insomma una serie di cose... Che evidentemente seppur indirettamente, confermano il mio pensiero, il fatto lei sia contrariata. Per me non ha senso di aspettare un lavoro stabile, una laurea, o di sposarmi...
Io non sono neanche sicura del mio corso e non mi sposerò mai perché non credo al matrimonio.. E inoltre ho sempre pagato tutto a mia spese, anche l'università...
Quindi nonostante io soffra nel non poter condurre una vita normale come i miei amici, preferisco soffrire piuttosto che veder soffrire lei a causa mia, e condannarmi ad una vita di privazioni e non scelte, perché voglio troppo bene a mia madre e non voglio ferirla, vorrei cambiare idea.. Ma purtroppo non riesco. Ha addirittura detto che "tu vuoi anche spostarti e viaggiare, non hai tempo per queste cose" preferirebbe avermi lontana piuttosto che qui felice con una persona che mi piace...
Io non la capisco, a volte mi verrebbe voglia di ammazzarmi, perché non riesco a vivere la mia vita e a stare dietro ciò che lei mi dice, perché lei non è mai contenta.
Lo scorso estate feci una stagione in Germania, e lei rimase malissimo. " ma perché non sei come le altre ragazze?perché hai sempre voglia di spostarti? Non puoi fare come le altre ragazze che fanno l'università e stanno qui tranquille?"..
Io andai lo stesso. Di ritorno mi iscrissi all'università e adesso siamo di nuovo qui. Per lei dovrei condurre una vita piatta, priva di piaceri, dovrei stare qui pura e casta, prendere la laurea, sposarmi con una persona benestante, con un abito bianco e in chiesa (non credo nella chiesa) a 35 anni circa, fare due bimbi (un maschio e una femmina), avere un lavoro con la mia laurea, e basta, a parte leggere tutto ciò nei suoi occhi, lo vedo anche su di lei, quando parla di altre ragazze che hanno fatto ciò piange, si commuove...è come se io dovessi portarmi sulla groppa il suo desiderio da donna che si è sposata da giovane senza un lavoro né una stabilità.. Io però purtroppo vorrei fare le mie esperienze, spostarmi e viaggiare, sentirmi libera di stare con un ragazzo, e qualora mi trovassi male, lasciarlo, non voglio assolutamente sposarmi, né avere figli, non so neanche se mi laureerò. Nonostante tutto ciò sono disposta a rinunciare a tutto, diventare io frustrata per vedere felice lei, perché è la persona per cui darei tutto in questo mondo. Non vedo altra soluzione.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 7 MAG 2021

Carissima, leggo con molta attenzione le sue parole e tutta la sofferenza e la disperazione che prova, arrivano forti e chiare.
Si trova in un’età molto importante, in cui sognare, lasciarsi trasportare dai desideri, diventa di fondamentale importanza, uno sprone per poter costruire la propria vita, la propria identità. Le chiedo di fare uno sforzo, di entrare in un mondo in cui tutto è possibile e chiedere a se stessa: “cosa voglio essere io? In cosa voglio credere veramente?”. Mi rendo conto che sembra, a primo impatto, un esercizio semplice e quasi banale, in realtà ci vuole un po’ di impegno e tanta fantasia. Sono convinta che può riuscirci e che saprà trovare molte e interessanti idee, che sarebbe bello ascoltare.
Per quanto riguarda sua Madre e il rapporto che ha con lei mi verrebbe da chiederle: crede davvero che sia così tanto fragile da essere protetta dalla sofferenza? E Lei, Marty78 da chi ha imparato così bene a sacrificarsi pur di evitare sofferenze altrui?
Garantire protezione è un atto di amore, ma la protettività diventa esasperante e soffocante, sia per chi la dona che per chi la riceve.
Spesso, quando siamo accecati dal voler proteggere qualcuno, non ci rendiamo conto che gli strappiamo dalle mani la possibilità di essere capaci e competenti da soli.
Sono convinta che, sua Madre, abbia un grande peso sulle spalle e tanti dolori da affrontare, ma questa è la sua storia. Il suo supporto e il suo starle vicino trasmettono l’immenso amore e gratitudine che prova nei suoi riguardi, ma lei, Marty78, quanti zaini pieni di massi vuole portare?.
Sarebbe interessante fermarsi, insieme a sua Madre, aprire i rispettivi zaini, raccontare i propri macigni e poi camminare insieme, ognuno con il suo zaino, ognuno con i suoi desideri.

Dott.ssa Stefania Bellini Psicologo a Castrovillari

6 Risposte

10 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 MAG 2021

Carissima Marty78,
è difficile per un genitore vedere il figlio diventare grande e solitamente è combattuto dal tenerlo sempre "bambino" e dall'orgoglio di aver cresciuto una persona che ha le gambe abbastanza forti da andarsene per il mondo. Sempre che sua mamma faccia un po' più fatica del normale ma questo non la deve spaventare. Sua mamma è grande e ha vissuto la sua vita, lei adesso ha diritto a vivere la sua. Un sostegno in questo momento potrebbe aiutarla a ritrovare quella forza e quelle energie che le permetterebbero una sana "separazione" e di intraprendere i suoi percorsi di vita con maggiore serenità.
Sono a disposizione.
Un caro saluto
Dott.ssa Stefania Barbaro
(ricevo anche on line)

Dottoressa Stefania Barbaro Psicologo a Milano

290 Risposte

84 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 MAG 2021

Carissima, penso che la mamma faccia difficoltà ad accettare che le figlie stiano crescendo e che si stanno realizzando e divenendo autonome. Circoscriva e ridimensiona quindi la problematica che riporta, e non faccia si che questa possa annullarsi, ma trovi la giusta distanza affinché possa vivere con serenità la relazione amorosa e quella genitoriale. Un percorso di supporto psicologico La aiuterebbe a individuarsi dalla figura materna e a gestire questo rapporto senza sentirne il peso.
Buona fortuna.
Dr.ssa Amanda D'Ambra.

Dr.ssa Amanda D'Ambra Psicologo a Torino

1555 Risposte

840 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 MAG 2021

Buonasera Marty, annullare quasi totalmente se stessa per non arrecare dispiacere a Sua madre alla lunga non sarebbe funzionale per nessuna di Voi due, ne’ per il Vostro rapporto. Prendete in considerazione l’idea di un percorso di terapia familiare in modo tale da lavorare sulle Vostre relazioni e trovare nuovi equilibri.
Resto a Sua disposizione
Dottoressa Daniela Raffa
(Psicologa/ Psicoterapeuta/
disponibile per terapie online)

Dottoressa Daniela Raffa Psicologo a San Giovanni la Punta

161 Risposte

65 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28350 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18150

psicologi

domande 28350

domande

Risposte 97350

Risposte