Non trovo il coraggio di dire a mia mamma che andrò a convivere ...

Inviata da Gabriella Dassi · 7 feb 2017 Terapia familiare

Non ho il coraggio di parlare con mia mamma del mio progetto di convivenza, mio anzi nostro (mio e del mio ragazzo). Io ho 25 anni e un lavoro stabile e indeterminato e il mio ragazzo ha 27 anni, anche lui un lavoro stabile. Lui ha già una casa in cui vive da solo da parecchio tempo e va detto che stiamo insieme da un annetto soltanto, ma entrambi siamo convinti di questa scelta e io dovrei trasferirmi da lui.
Ho parlato con mio padre e con mia nonna e loro sono molto contenti o comunque rispettano e soprattutto approvano la mia scelta. La nota dolente è mia madre. Con lei non ho mai avuto un vero e proprio rapporto, non riusciamo a parlare e in genere o si fa come dice lei oppure si litiga e alla fine ad averla vinta è sempre lei. Litighiamo per tutto e non riusciamo mai a trovare un accordo. Lei è davvero poco interessata a me, alla mia persona e alle mie scelte, ma l'unica cosa che le interessa - mi dispiace profondamente dirlo, ma è la verità - l'unico suo interesse sta nello stipendio che prendo e che verso tutto direttamente a casa. (Preciso che non è l'unica fonte di sostegno perché a casa mio padre lavora ... ma mia madre è molto attaccata ai soldi).
So che quando le parlerò scoppierà una forte lite e probabilmente non ci parleremo per un bel po', ma io non le sto chiedendo il permesso di andare a convivere, la sto informando in quanto la mia decisione è ormai presa e mi sento abbastanza adulta per decidere da me.
A volte mi sento molto coraggiosa e vorrei parlarle perché come si dice, via il dente via il dolore ... a volte però mi prende un'ansia pazzesca alla bocca dello stomaco che mi fa addirittura dubitare delle mia scelta.
Ho paura di parlare con lei, di litigare in modo molto profondo e di rischiare di andare via rompendo definitivamente il nostro labile rapporto.
Grazie a tutti per le risposte.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 8 FEB 2017

Cara Gabriella, è un fatto positivo che tuo padre e tua nonna siano solidali con te. Come dici, con tua madre non c'è mai stato un rapporto ma solo uno scambio di soldi. Non è giusto che tu le abbia versato il tuo stipendio. Devi assolutamente acquistare una tua autonomia che solo l'allontanamento ti darà. Mettila semplicemente al corrente e se il rapporto si troncherà non perderai molto. In caso fai qualche colloquio di sostegno con uno psicologo anche per capire perché questa ansia nei confronti di tua madre. Coraggio e auguri per la tua nuova vita! dr. Annalisa Lo Monaco

Dott.ssa Annalisa Lo Monaco Psicologo a Roma

551 Risposte

819 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 FEB 2017

Cara Gabriella,
ti sento molto decisa nelle tue parole. Sembra che la tua scelta l'abbia presa. Ti chiederei: "Qual è la domanda precisa che ci poni?" Comprendo la tua ansia nell'esporre la tua decisione a tua madre, perché sento che nonostante il vostro rapporto debole, hai paura di perderla in qualche modo. Hai due alleati dalla tua parte che potrebbero sostenerti nel rendere partecipe tua madre di questo tuo progetto di vita. Quali sono i motivi per cui vuoi andare a vivere col tuo ragazzo? Questi stessi motivi prova a dirli a tua madre con fermezza e consapevolezza...
Auguri e in bocca al lupo per questa nuova esperienza di vita!
Cari saluti
Dott.ssa Alessandra Xaxa Psicologa Augusta (SR)

Anonimo-162687 Psicologo a Vittoria

139 Risposte

138 voti positivi

Fa terapia online

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia familiare

Vedere più psicologi specializzati in Terapia familiare

Altre domande su Terapia familiare

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 27800 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18050

psicologi

domande 27800

domande

Risposte 95850

Risposte