non sono soddisfatta delle scelte universitarie che ho fatto

Inviata da Francesca · 23 nov 2017 Orientamento scolastico

Sono una studentessa del primo anno di università, avendo frequentato un linguistico e amando la letteratura mi sono immatricolata in una facoltà di Lingue in un'università privata. Ho notato da subito che tutti i miei vecchi compagni e i miei amici sono soddisfatti e intrigati dalle facoltà che hanno scelto, mentre io provo soltanto ansia di non farcela e deludere i mie genitori che pagano molti soldi per mantenermi in questa università , e soprattutto ansia di scoprire che quello che ho iniziato a studiare si riveli la scelta sbagliata per me, a livello di gusto personale.
A livello teorico, questa facoltà dovrebbe essere tra le più adatte a me, però lo studio non mi da soddisfazione, a me che sono sempre stata tra le prime della classe e per la quale studiare le materie che mi piacciono non è mai stato un peso eccessivo. Mi scopro invidiosa dei miei amici che invece dicono di amare quello che stanno studiando e trovo che il tempo che passo a immaginare come sarebbe la mia vita e il mio io futuro se invece di scegliere questa facoltà ne avessi scelta un'altra, come Lettere ad esempio, sia aumentato troppo. Non riesco più a dormire serenamente, mi sveglio senza sentirmi riposata e sento che ho preso a dormire in posizioni contratte, con i muscoli tesi. Ho paura di aver fatto questa scelta senza considerare davvero quello che mi piace (nel mio caso la letteratura) per paura di restare senza lavoro un domani. Ora si avvicinano i primi esoneri e sento di non volerli affrontare perchè ho paura di un eventuale esito negativo visto il poco impegno che sto mettendo nello studio. Anche il fatto che in questa università non sia riuscita a stringere particolari legami mi demotiva molto, e ho paura a dire ai miei genitori come mi sento, perchè forse non riuscirebbero a capire il mio attuale stato d'animo...per non parlare dei soldi che hanno già speso per me. Non vorrei deluderli ma so che quello che sto studiando ora non mi appassiona, mentre quello che vorrei veramente studiare non mi può garantire un futuro...devo dare retta a quello che sento oppure è solo autosuggestione?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 24 NOV 2017

Cara Francesca,
il suo malessere non dipende dalla facoltà che ha scelto, e che riconosce essere la migliore per lei, ma da una insicurezza di fondo nel rapporto con se stessa e con gli altri. Lei si sente sempre meno capace, meno sicura, meno adeguata... ma non si può sfuggire a se stessi nemmeno cambiando facoltà. Ciò che bisogna fare è cominciare a guardare in faccia i problemi reali, e in caso, chiedere l'aiuto di una persona che le dia fiducia e che la porti ad approfondire e migliorare la relazione con se stessa, cambiando decisamente rotta.
Cordiali saluti
M. Sara Sanavio
Perugia

Dr.ssa M.Sara Sanavìo Psicologo a Perugia

227 Risposte

100 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 NOV 2017

Cara Francesca, sei combattuta tra il non volere deludere i tuoi e il non voler deludere te stessa e la tua vita....e capisco il peso di tutto questo. Ovviamente non posso dirti io cosa dovresti fare, ma dalle tue parole arriva senza dubbio il bisogno di appassionarti a quello che studi, di condividere questo entusiasmo con i colleghi di corso, di sentirti stimolata e attivata dagli studi che fai....cosa che a quanto pare la facoltá che frequenti non ti dá. Non avere fretta, prenditi del tempo per te (magari ricorrendo ad un sostegno psicologico breve) e per capire quali sono davvero i tuoi desideri. La vita ė la tua e, per quanto tu non voglia deludere i tuoi genitori, cosï resti sempre tu la persona insoddisfatta e infelice della tua scelta....Sono sicura che troverai la tua strada e faccio il tifo per te!

Daniela Cannistrà - Psicologa e Psicoterapeuta Psicologo a Seregno

580 Risposte

265 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 NOV 2017

Cara Francesca, immagino che l'ansia che stai sperimentando sia l'effetto della paura di aver sbagliato la scelta della facoltà universitaria. Dentro di te c'era già una preferenza che hai scartato per paura di non riuscire poi a spendere la tua formazione sul piano lavorativo. Quindi immagino che la tua scelta poi sia stata più motivata dall'obiettivo di fare qualcosa che potesse darti più possibilità lavorative. Ciò non è negativo di per sè solo che mi sembra che tu non sia soddisfatta e il vedere i tuoi compagni di corso entusiasti del percorso aumenta immagino la frustrazione che provi. Nessuna scelta fatta può darci in assoluto maggiori garanzie; quando scegliamo è importante comunque cercare di comprendere cosa sia più importante per noi in un dato momento e vedere cosa siamo disposti a lasciare andare senza che ciò ci condizioni. Ogni scelta infatti, oltre a comportare un'opportunità implica anche una perdita. Immagino anche che in tutto ciò non ti aiuti nemmeno pensare di dare una delusione ai tuoi genitori; ciò è comprensibile poichè ti stanno dando una mano e probabilmente avverti anche il peso di questa responsabilità riguardo alla scelta fatta è anche vero che la vita è tua e le scelte che facciamo se non adeguate per noi possono cambiare. Il rischio di continuare a perseverare su una strada che non senti come totalmente confacente a te può essere quello di vivere poi l'effetto a lungo termine a livello emotivo della scelta fatta. Se hai ancora dei dubbi che determinano ansia e insoddisfazione al punto da crearti come immagino un certo disagio è opportuno che richiedi una consulenza psicologica che può permetterti di fare luce su ciò che è più opportuno per te a livello di bisogni; solo quando avrai chiarito ciò dentro di te potrai comprendere ciò che adesso vuoi veramente e ciò che è più adeguato per te.

Lucia Scafidi Psicologo a Messina

13 Risposte

8 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 NOV 2017

Gentile Francesca,
Lei si riscopre non sicura della scelta universitaria effettuata, molti pensieri le pervadono la mente. Il primo anno di università sono possibili tali dubbi.
Inoltre teme di deludere i genitori e di non ripagarli per i sacrifici sostenuti.
L'ansia le crea insicurezza, i pensieri le disturbano il sonno, l'invidia non le permette di essere serena. Di conseguenza vi sono diversi aspetti su cui lei può riflettere.
Le consiglierei di rivolgersi ad uno sportello di ascolto universitario oppure se preferisce ad una psicologa privata per approfondire questi temi e superare il momento di stallo.
Lei ha molte potenzialità inespresse, non si svaluti rispetto ai compagni di corso!
Cari saluti
Dott.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2757 Risposte

2254 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 NOV 2017

Gentile Francesca,
Mi sembra di cogliere una situazione di latenza tra il desiderio di seguire le sue predisposizioni, interessi personali, la sperimentazione per il suo futuro e la responsabilità, il dovere di non voler deludere i suoi genitori che spendono per lei e vogliono per lei un certo futuro/professione.
Provi a riflettere su questo aspetto, fare ciocche si scopre non affine a noi stessi demotiva a investire sull’impegno, le persone ed è un grosso peso da portare avanti.
Buona giornata
Elisabetta Ciaccia

Dott.ssa Elisabetta Ciaccia studio di psicologia Psicologo a Milano

498 Risposte

167 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 NOV 2017

Buonasera Francesca. Immagino che l'ansia che provi sia il frutto della paura di aver sbagliato la scelta della facoltà. Dentro di te avevi già una preferenza che hai scartato perchè pensavi non potesse darti delle opportunità lavorative. Immagino che la scelta che hai fatto invece sia stata più motivatà dal pensiero che potesse esserti più utile a livello di spendibilità sul piano lavorativo. Ciò non è negativo di per sè solo che mi sembra da ciò che scrivi che tu non sia soddisfatta e il tuo senso d'insoddisfazione emerge quando osservi l'entusiasmo dei tuoi colleghi di corso. Immagino anche che il pensiero di deludere i tuoi genitori crei dentro di te un senso di frustrazione che in questo momento amplifica il disagio che già percepisci. La tua paura è comprensibile poichè immagino tu senta anche il peso della responsabilità poichè i tuoi genitori ti stano aiutando. E' anche vero che la vita è tua e perseverare su una strada che non è totalmente confacente a ciò che desideri potrebbe poi comportati maggiori difficoltà. Non penso che la tua sia autosuggestione; immagino che qualcosa dentro di te sta emergendo forse perchè tu possa ascoltarla e l'ansietà che provi è il segno di ciò. Non ci sono scelte giuste in assoluto o scelte che possono darci garanzie assolute; semmai ci sono scelte che possono essere più adeguate per noi in un dato momento. Se i dubbi che adesso hai riguardo il tuo percorso ti fanno sperimentare il disagi che immagino stai provando è opportuno che tu richieda una consulenza psicologica; ciò ti permetterà di fare luce dentro di te e comprendere quali sono i tuoi veri bisogni di questo momento. Solo allora potrai eventualmente orientarti verso una scelta più adeguata a quelli che sono i tuoi bisogni attuali.

Lucia Scafidi Psicologo a Messina

13 Risposte

8 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Altre domande su Orientamento scolastico

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 25700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17450

psicologi

domande 25700

domande

Risposte 90450

Risposte