Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Non sono sicura di essere ancora innamorata e sento di sprecare il mio tempo

Inviata da Serena il 5 nov 2018 Terapia di coppia

Salve, sono una ragazza di 27 anni, fidanzata con il mio uomo da 10 anni e conviviamo da 7 mesi. Credo di stare attraversando una fase di profonda crisi (o evoluzione) con me stessa....non sono più sicura di alcun sentimento che provo nei suoi confronti, non sono sicura del nostro futuro e non riesco a focalizzarmi sui miei obiettivi (che siano di studio, sport o altro). Ultimamente ho parecchi sbalzi d'umore, ansia improvvisa e quando mi ritrovo in luoghi affollati mi sento spaesata. Non mi sento felice. Esco da una situazione familiare un po' complicata in quanto ho vissuto la separazione dei miei ed ho visto la convivenza come un'ancora di salvezza, come un qualcosa che potesse farmi uscire dall'incubo familiare. Nel rapporto con il mio fidanzato non sono stata fedele, nella realtà ho iniziato a tradirlo 2 anni fa (a parte qualche rapporto occasionale, ho iniziato una relazione parallela con un altro ragazzo durata un anno e mezzo), nel mondo virtuale ho iniziato prima (sono una cam girl e lui non lo sa). Tutt'ora continuo a seguire il mio istinto e quello che secondo me è il percorso che devo fare per crescere dal punto di vista sessuale (non avendo avuto altri uomini prima di lui), alimentando il mio lato trasgressivo: in particolare mi sono tuffata in un rapporto a tre (con una coppia fidanzata). Ho conosciuto questa ragazza alla quale mi sono molto affezionata e con la quale si è stabilito un legame profondo ed intimo (anche sessualmente parlando) che mi distrae parecchio da quello che è il rapporto con il mio ragazzo. Vivo il rapporto a tre più per lei che per lui.
Quello che sento è che sto prendendo in giro innanzitutto me stessa e poi il mio ragazzo, lui non sa nulla e si è fatto un'idea di noi, della coppia perfetta che tutti invidiano ma io so benissimo che non è così. Ho una paura immensa di mollare perchè sento di perdere il mio porto sicuro (ho una casa, ho una spalla su cui contare, belle abitudini) ma allo stesso tempo porto con me un peso assurdo nel cuore perchè in fondo so che gli sto facendo del male...lui credo sia il ragazzo che tutte desiderano, è una bravissima persona, non mi fa mancare nulla e sento che è follemente innamorato.
Credo di essere io il problema. So anche di aver preso già la mia decisione ma non riesco a portarla avanti...ci ho provato ma sono tornata indietro dopo qualche ora.
Ho provato a farvi un po' il riassunto di tutto, le cose da dire sono tante ma spero comprendiate più o meno la situazione...
Cosa ne pensate?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Serena,
quello che più emerge dal suo racconto è la difficoltà a compiere una scelta che percepisce come potenzialmente pericolosa, in quanto la catapulterebbe in uno scenario di insicurezza e di completo rinnovamento. È comprensibile come il non avere ancora compiuto questo cambiamento le causi grande malessere, conseguentemente alla percezione di star facendo del male a lei e al suo ragazzo, ma piuttosto che focalizzarsi sul senso di colpa, se si sente pronta, deve trovare il coraggio per portare avanti con determinazione la sua decisione. Quello che le consiglio in ogni caso, è di rivolgersi ad uno Psicoterapeuta della sua zona in modo che la sua storia di vita possa avere un giusto spazio dove trovare espressione, e in modo che lei possa chiarirsi le idee e agire di conseguenza.

Cordialmente,
Dott. Colamonico Damiano

Dott. Damiano Colamonico Psicologo a Torino

643 Risposte

1115 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Serena,

Percepisco in lei molti dubbi, i quali la spaventano, soprattutto da punto di vista sentimentale. Al fine di poterla aiutare sarebbero necessari ulteriori elementi, della sua vita e della problematica che pone, ad esempio andrebbe indagata la relazione famigliare, mi ha colpito la sua frase "uscire dall'incubo familiare", come se avesse sentito il bisogno di allontanarsi per stare bene. Ed infine la relazione con il suo compagno, comunque di tanti anni, con il quale convive. Leggo in lei molta confusione, come se arrivato a questo punto sentisse la necessità di mettere insieme il puzzle.
Le consiglio di intraprendere un percorso psicologico, online o da un professionista della sua zona.
Resto a disposizione per eventuali chiarimenti, mi scriva
Cordiali saluti
Dott.ssa Alice Noseda

Dott.ssa Alice Noseda Psicologo a Lecco

1545 Risposte

1138 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15500

psicologi

domande 19050

domande

Risposte 77950

Risposte