Non sono più io. Cosa mi è successo?

Inviata da Roberta · 15 mar 2018 Crisi esistenziale

Non ho mai passato un periodo così. Ho 21 anni e credo di aver bisogno di aiuto. Tutto è iniziato verso la fine di gennaio di quest’anno. Avrei dovuto dare un esame il cui studio è stato terrificante per me, non mi era mai successo per nessun’altra materia. Mi irritava qualsiasi cosa, piangevo, non avevo fame, non dormivo. Sono stata chiusa a casa per tutto quel mese. Credevo davvero che l’esame fosse la causa di tutto così mi sono buttata, con la speranza che una volta fatto l’esame, tutto sarebbe tornato come prima. Quasi non mi importava nemmeno il risultato, almeno potevo dire di averci provato. L’esame è andato malissimo. Sapevo che avrei passato qualche giorno di pessimo umore, ma qualcosa è cambiato in me. Non mi riconosco più. È passato già un pò dall’esame e mi sento forse peggio di prima. Non mi interessa più di niente, piango sempre, mi sento inutile, non trovo un senso in qualsiasi cosa, in chiunque. Mia madre mi dice che sto passando un periodo di depressione (questa è la mia paura più grande, quella di soffrire di depressione come mia madre in passato), spero si sbagli ma lei dice che capisce quello che provo. Non credo più che sia stato l’esame la causa di tutto ciò, forse è stato la goccia che ha fatto traboccare il vaso (?). Adesso ogni cosa che non andava nella mia vita, sembra ancora più brutta: il mio corpo non mi è mai piaciuto, adesso penso addirittura di fare schifo. Non ho mai avuto un vero fidanzato ma non è mai stato un problema per me, adesso ho paura di rimanere per sempre da sola. Prima sapevo queste cose, avevo momenti di tristezza come capita a tutti ma poi passavano. È da ormai 2 mesi che sto così. Non ne posso più. Non rido più, non scherzo più, mi guardo allo specchio e non sono io, ho sempre gli occhi tristi. Mi sono spenta. Cosa mi è successo? Non faccio più le cose che facevo prima, cammino per strada e mi chiedo “ma quante persone esistiamo al mondo?”, “chissà se questa persona soffre o ha sofferto di depressione o se è felice”, il mio paese mi fa schifo. Mi impressiona tutto, una canzone triste, un film triste, una lezione di psicopatologia. Sì, studio psicologia, lo so è assurdo! Ho guardato “A beautiful mind” e mi sono agitata perché ho avuto paura di diventare schizofrenica. Oppure ascolto mia mamma parlare del suo periodo nero e mi sento mancare l’aria ed esco fuori. Non è normale tutto ciò. In questi momenti penso che ho scelto proprio la strada più sbagliata per me. Ho paura del futuro da sempre, mi chiedo “chissà che lavoro fa tizio”, l’erba del vicino è sempre più verde della mia. Penso a queste cose perché non so cosa fare della mia vita, non l’ho mai saputo, ora però è diventato un problema. Non sono mai decisa su niente, faccio una cosa e mi chiedo se è giusta o sbagliata. Non ho un sogno da inseguire. Penso spesso di lasciare l’università e di cercare un lavoro ma poi penso che potrei pentirmene. Mi sento tanto stupida in questo momento. Pensavo di essere ambiziosa, sono sempre stata fra i più bravi fino al liceo e adesso non so più chi sono. Per adesso seguo le lezioni solo per non restare a casa, penso di svagarmi ma non è che funzioni poi tanto. Quando torno a casa non faccio altro che chiedermi “e adesso cosa faccio?”. La noia mi assale. Vorrei fare talmente tante cose che alla fine non ne faccio nemmeno una. Nemmeno a casa sto più tranquilla, sto sempre sul chi va là, quando provo a studiare di nuovo qualcos’altro mi tremano le mani e ho paura di sentirmi di nuovo come all’inizio. Mi sono sempre considerata una persona allegra e intelligente, curiosa di sapere tutto, orgogliosa di esporre i miei ideali di libertà e sono sempre stata fiera di avere una mentalità aperta. Spero non siano cambiati i miei pensieri, ma per adesso non penso ad altro che a questo momento orribile per me. E’ questo netto cambiamento che non riesco a spiegarmi. Ho qualcosa che non va e ho paura che non mi passi mai più. Non sono fiduciosa verso il futuro come prima. Adoro viaggiare, l’ho sempre considerata una cosa sacra, adesso che dovrei fare un weekend a Roma con le amiche, quasi non m’importa. Volevo fare un tatuaggio, adesso non mi importa più. Penso solo che sto male e che non mi passerà mai. A volte mi agito così tanto che ho paura di impazzire, ho paura di perdere la ragione e di fare qualcosa di brutto, allora stringo il cuscino, prego e aspetto che passi. Cosa mi sta succedendo? Qual è la vera causa di tutto ciò? Quando leggo frasi del tipo “la vita è solo una” mi viene da piangere perché sento di star sprecando gli anni più belli, ho paura del tempo che scorre e di non accorgermene. Qualcosa è cambiato nella mia testa e nel mio modo di vedere il mondo e la vita. Quanto ammiro quelle persone sicure di loro, forti, che non si fanno problemi su niente, tranquille in qualsiasi posto e con chiunque, quelle che sanno cosa fanno, determinate, utili alla società. Anche io credevo di essere così, mi sbagliavo. Non è giusto che una ragazza di 21 anni pensi a tutte queste cose brutte. Non voglio stare così. Se sto così adesso, quando davvero ci sarà da affrontare qualcosa di più importante come reagirò? Ho bisogno di aiuto. Questa non sono io.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 16 MAR 2018

Buongiorno Roberta,
Io penso che se nella mia testa ci fossero tutta questa catena di pensieri così carichi e con una carica emotiva così alta non potrei che sentirmi come te: triste, in ansia, preoccupata, arrabbiata e forse anche spaventata.
L'esame penso sia stata davvero, come dici tu, la goccia che ha fatto traboccare molti vasi, come se da quell'ultimo fatto tutto quanto avesse perso di senso, significato, motivo di esistere e tutto è diventato più "nero" e anche questioni e aspetti che prima di esso non avevano importanza o un significato particolare per te da quel momento invece lo sono.
Il fatto che sei arrivata da sola a chiedere aiuto però è una grande risorsa dalla quale ricominciare a rimettere insieme un po' di pezzi e a riprendere il controllo della tua vita, pertanto ti consiglio di seguire questa strada e di pensare di rivolgerti a uno Psicoterapeuta che possa aiutarti a far diventare tutto un po' meno "nero".
Resto a disposizione per qualunque cosa,
Dott.ssa E. Parise

Dott.ssa Elena Parise Psicologo a Pontedera

55 Risposte

192 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 MAR 2018

Cara Roberta,
la situazione che stai vivendo in questo periodo della tua vita non è per niente felice, me ne rendo conto.
È possibile come hai scritto tu che quell’esame sia stato solo la goccia che ha fatto traboccare il vaso rispetto ad alcuni sentimenti ed emozioni che già provavi dentro di te.
Il tuo desiderio di cercare aiuto però sono sicura che ti potrà portare sulla giusta strada per poter ritrovare la tua serenità il più presto possibile.
Resto a tua disposizione se dovessi avere bisogno.
Buona giornata.

Anonimo-159684 Psicologo a Milano

42 Risposte

11 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Crisi esistenziale

Vedere più psicologi specializzati in Crisi esistenziale

Altre domande su Crisi esistenziale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16850

psicologi

domande 23700

domande

Risposte 85700

Risposte