Non sono più in grado di sopportare nulla.

Inviata da A. il 1 apr 2017 Aggressività

Grazie infinite a chi mi dedicherá un po' di tempo per cercare di trovare un po' di ordine tra il caos che ho in testa.
Credo di conoscere le cause che mi hanno portato a questa totale chiusura emotiva, ma purtroppo non so dargli un ordine cronologico né capire quando e come sia nata questa necessita di indossare questa corazza.

Sono sempre stata forte, mai nulla mi ha impedito di dire o fare ciò che ho sempre voluto.

Ho subito bullismo psicologico dalle elementari fino all'ultimo anno delle medie; all'inizio reagivo con la violenza fisica, poi verbale, per poi arrivare a trovare normale il venir trattata di schifo dagl'altri,
al punto che se non lo facevano quasi non mi sentivo considerata o lo desideravo.

Sono stata per 5 e più anni al centro dell'attenzione quotidianamente, ricevendo per ogni azione che facevo commenti denigrandi o sfottò senza senso, ma questo quasi mi faceva sentire lusingata per qualche strano e malato motivo.
Insomma, sapere che ragazzini a pacchi si scervellavano 6 ore no stop sulle stronzate da sparare per cercare di ferirmi ( - senza motivo, la mia unica colpa era esser grassa- ) senza riuscirci, mi faceva sentire importante e fondamentale.

Il bullismo che ricevevo era mirato al mio peso e alla situazione economica dei miei familiari.
Da quando dimagrii difatti finì tutto, il bullismo rimase solo un lontano ricordo per tutti gli anni successivi alle medie. (ora ho 24 anni)

Di quel venir presa di mira tutti i giorni, mi porto dietro il voler desiderare di essere al centro dell'attenzione ad ogni costo e ad ogni momento, ma alcontempo è l'ultima cosa che vorrei al mondo e la causa maggior delle mie ansie.
Ah, ovviamente al centro dell'attenzione vorrei esserlo in modo positivo, non per ricevere insulti; ai quali ormai so rispondere più che bene e neppure mi sfiorano più, se vuoti e superficiali.

A dire il vero la mia cattiveria non si ferma solo al rispondere alle offese, ma ho sviluppato un senso dell'umorismo veramente cinico, diretto e spietato:
ciò mi porta qualche volta a venir fraintesa o far rimanere male le persone a cui tengo e senza volerlo, ciò mi fa molto male. Tanto.
Ma non riesco a cambiare in nessun modo questo lato di me.

Tornando al mio desiderio di essere al centro dell'attenzione, basta che perdo la scena per qualche minuto che crollano tutte le mie certezze, mi sento a disagio, non accettata, fuori luogo, inutile.

Ma non ero partita per dirvi questo, è che in qualche modo credo che tutte queste cose siano collegate tra loro.

E ora giungiamo al punto.

Dopo tutte le offese gratuite che ho ricevuto durante gli anni di bullismo (e violenze fisiche gratuite di mia madre)
.... e che forse continuo a cercarmi con il mio humor cattivo.... (è la prima volta che penso che potrebbero esser collegate le due cose, è così... strano) non riesco più ad accettare nessuna offesa non costruttiva e del modo del tutto gratuito che mi venga fatta.

Ma ciò credetemi, è veramente grave, ad esempio
sono 6 mesi che non parlo con mia sorella dopo che mi ha insultata pesantemente per nessuna ragione valevole, solo perché era di malumore. (prima di allora avevamo un rapporto invidiabile)
Poi a fatica la perdonai ma al secondo attacco senza motivo e più cattivo del primo stop.
Non riesco a parlargli, non voglio. Non si tratta di orgoglio, ho perfino dimenticato 2 settimane dopo (che per me son pochissime) cosa mi avesse detto, è che mi sento più libera così.
Libera dal non dipendere emotivamente dagli altri.
Di sforzarmi con l'unica persona del mondo ad esser decente e venir ripagata così.

Ed è un anno che non parlo con mio fratello, ma credo di averne buoni motivi in questo caso. È che lui mi ha sempre screditata, sempre. È sempre stato in competizione con me, ma io non lo sono mai stata, perché non li ritenevi alla mia altezza. Ma non perché lui inferiore, è che eravamo solamente su due piani completamente diversi.
Infatti non credo di aver nulla in comune con lui.
E ora che non gli parlo più mi sono accorta che di lui non mi manca nulla.

Ho perso amicizie di anni e anni per lo stesso motivo; un insulto gratuito e pesante senza motivo e zac, addio.

È da un anno che reagisco così a qualsiasi cosa mi ferisca.
Ed è da un anno che non sono realmente triste per una perdita di un rapporto importante, anzi, inizio a vedere i legami come limiti.
Perché dovrei sopportare una persona che prende senza dare nulla in cambio solo perché abbiamo un legame?

Ma allo stesso tempo so che non è il modo giusto di reagire, anche se ciò non è un peso, anzi.
Ma so che a lungo andare lo sarà.
Dopo un anno, ancora non lo è, ma sicuro lo sará. O forse no?

È che dopo tutta la merda che ho dovuto ingoiare pur non avendo mai fatto nulla che potesse ferire qualcuno (togliendo il mio humor un po' cattivo ma che mai ha mirato sul personale o sulle debolezze altrui, MAI) sono stanca.
Non voglio permettere mai più a nessuno di dirmi che sono sbagliata o di ferirmi. Mai più.
Perché non lo merito.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Psicologi specializzati in Aggressività

Vedere più psicologi specializzati in Aggressività

Altre domande su Aggressività

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15250

psicologi

domande 19700

domande

Risposte 77200

Risposte