Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Non so se è doc o stupidaggine

Inviata da nani il 28 ago 2014 Disturbo ossessivo compulsivo

Salve :) vi racconto la mia storia e spero che un po' mi possiate aiutiare a capire!
Partiamo dal principio, stavo (xkè adesso mi ha lasciato) con un ragazzo, tra cui il mio primo amore, primo bacio e primo fidanzato...mi trovavo proprio con lui solo che mi ha lasciato svariate volte dicendomi di non essere sicuro di quello che provava di non amarmi piu di voler finire questa relazione. La cosa mi ha sempre colpita fino a quando nel momento esatto in cui mi ha lasciato per telefono ho pensato tra me e me "ora mi faccio dare il numero di quel ragazzo della palestra" vi chiederete chi è questo ragazzo? Nessuno, non conoscevo neanche il suo nome (lo scoperto per caso un giorno non volutamente) era solo un ragazzo con cui insomma c'era uno scambio di sguardi ma niente di piú, anzi molte volte abbassavo anche gli occhi, mi piaceva essere notata e non lo consideravo sbagliato e ad essere sincera nea che ora. Quando un paio di giorni o una settimana dopo, sono ritornata con il mio ragazzo, mi è venuto in mente ció che avevo pensato, ovvero di farmi dare il numero di quel ragazzo, cosa che non avrei mai fatto, lo detto solo per una specie di ripicca xk lui mi aveva lasciato, e allora dopo essere tornata con il mio ragazzo non soni stata piú la stessa, attacchi d'ansia, panico, crisi di pianto appunto xk credevo di aver sbagliato di non essere sincera, che questa cosa che avevo pensato significava che non volevo piú il mio ragazzo ma che mi piaceva questo ragazzo. È stata proprio una vera lotta con me stessa, perchè facevo dialoghi tra me e me dicendo "ma dai neanche una parola vi siete mai scambiati, non lo conosci e impossibile che ti piaccia" la vocina rispondeva "no, se hai pensato questo dopo esserti lasciata con lui, invece di stare male vuol dire che ti piace". Fino a quando decisi di dirglielo lui non la prese bene mi chiuse il telefono in faccia ma poi decise di "perdonarmi" . Fini per lui, ma non per me, la vocina interiore continuava a incolparmi, piangevo, attacchi d'ansia non uscivo piu ne con i miei amici ne con nessun altro, appunto perche stavo di merda , perche il pensiero che potesse piacermi o di questo ragazzo continuava ad assillarmi non piacevolmente ma era un pensiero intrusivo..ma non mi importava di come stavo io, preferivo stare male io ma che almeno sarei stata con lui...ho convissuto per molti mesi com tutto cio, piangendo cercando risposte su internet, insomma avendo degli alti e dei bassi...una cosa e certa da quel giorno davvero non sono piú la stessa, da quel giorno ogni ragazzo che mi guardava o che pensavo fosse carino o di cui mi piacevano non le attenzioni perchè cercavo di evitarle ma anche solo li sguardi pensavo che mi piacessero e allora ritornava la vocina, il senso di colpa, il pensiero insistente di qualunque ragazzo fosse protagonista in quel momento. Ma non solo da questa storia in poi ho dato il via libero a pensieri negativi, o brutti di qualunque tipo. Ci sono momenti in cui sto bene momenti in cui sto male. Mi vengono in mente pensieri che penso di aver fatto ma che non sono sicura si avet fatto veramente !?!Ad esempio l'altro giorno anche se sono lasciata siccome pensavo che un ragazzo e simpatico e anche se bruttino in alcuni atteggiamenti era carino allora mi piaceva. Dopo di che, ricordate il ragazzo della palestra? L'altro giorno stavo pensando che mentre ero fidanzata facevo premura a mia mamma x andare in palestra, e allora mi sentivo in colpa..in realta facevo premura non perche volevo vederlo, per jncontrarlo , ma perche il fatto che questp ragazzo carino, mi guardasse ripetutamente mi faceva stare bene, e se fossi arrivata in ritardo quel giorno non l'avrei incontrato e quindi non mi avrebbe guardato. E giu di li di nuovo, la vocina ti piaceva xk avevi premura per andare in palestra ma non avevo premura per incontrare lui..mi avrebbe fatto piacere se l'avessi visto xk il fatto che lui mi guardasse mi faceva sentire bella, xk pensavo tipo di piacerli...e poi mi venivano i pallini a me...a se andavi in palestra con premura xk altrimenti lui sarebbe andato via e e xk ti piace e io no ma e solo xk siccome mi guardava mi piace essere notata, era il ragazzo che mi guardava di piu quindi se fossi arrivata in ritardo lui se ne sarebbe andato ma non era x lui era xk mi guardava..xk mi piace essere apprezzata e notata,anche quando ero fidanzata..solo non so perchè lo sempre reputata una cosa giusta ora sbagliata. Non sono mai stata una ragazza bella, lo sono diventata solo adesso e non so mi faceva stare bene. Che cosa ho avuto? Che cosa ho? Mi piaceva davvero quel ragazzo? O ogni singolo ragazzo di cui mi piaceva l'attenzione mi piace? Perche se non mi faceva piacere i pensieri di questi ragazzi continuavano a venirmi in mente? E perche in un certo senso avevo questa premura di andare in palestra anche se non mi piaceva e questo sensa di colpa vocina invece diceva di si??

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Buona sera Nani, di fronte a tutta questa confusione le suggerisco di chiedere una consulenza ad un professionista di presenza. Ogni indicazione da qui mi sembra superficiale e può scialar.
Cordiali saluti
Dott.Dario Grigoli
Pinerolo

Dario Dott. Grigoli Psicologo a Pinerolo

136 Risposte

116 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Nani,
quello che scrivi e nel modo in cui lo scrivi, mi sembri confusa e molto disorientata. Sei troppo assillata da pensieri che irrompono, come dici tu con una vocina, che mi sembra di capire non riesci a controllare e ti fanno stare male. Dirti che cosa hai e cosa hai avuto, è molto difficile attraverso delle lettere e poche altre informazioni. Sicuramente ti posso dire che l’ansia, l’angoscia, la paura, gli alti bassi, i pianti e gli attacchi di panico che provi non li devi assolutamente sottovalutare. Sono segnali e come tali gli devi dare il giusto peso. Prima di cercare risposte alle domande sopra esposte, ti consiglio anzi sarei molto felice che tu prendessi la scelta di cercare aiuto per tutta questa sofferenza, che provi e che hai provato, e poi affrontare il resto. Prova a parlare con un tuo familiare o amico e cercate insieme un bravo professionista che ti possa sostenere. Un caldo saluto Dott.sa Paola Madesani

Dott.sa Paola Madesani Psicologo a Brescia

82 Risposte

133 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Nani,
penso che il piacere che derivi dall'essere apprezzati sia una cosa tipica di tutti gli esseri umani, non c'è niente di diabolico o di impuro in questo. Quanto al suo modo di vivere questa sua caratteristica, però, ci leggo un'incapacità ad accettarsi, un estremo senso di colpa che è appunto sfociato in sintomi ansiosi che forse dovrebbe cercare di "ascoltare" provando a parlarne con un collega della sua zona, che possa conoscerla a fondo e ascoltarla come merita. Questo l'aiuterebbe a fare chiarezza su ciò che vive, prova e sperimenta attualmente. Intuisco, sebbene non ci abbia comunicato la sua età, che sia una giovane ragazza sicuramente piena di risorse positive di cui si potrà servire per conoscersi meglio e vivere meglio ciò che le accade. L'ansia è un "campanello d'allarme" che ci segnala in modo molto chiaro (e menomate che esiste) che c'è qualche conflitto interiore che va risolto e non è detto che i tempi per farlo siano necessariamente lunghi.
Le faccio un grande in bocca al lupo
Dott.ssa Martina Panerai

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Disturbo ossessivo compulsivo

Vedere più psicologi specializzati in Disturbo ossessivo compulsivo

Altre domande su Disturbo ossessivo compulsivo

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20000 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15450

psicologi

domande 20000

domande

Risposte 77750

Risposte