Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Non so piu cosa provo e non so cosa fare col mio 'ragazzo'

Inviata da Ste il 27 lug 2019 Terapia di coppia

Buongiorno a tutti, vorrei spiegarvi i miei dubbi. Sono un ragazzo bisessuale di 19 anni e sto da un mese circa con il mio attuale ragazzo, più piccolo. Inizialmente con questo ragazzo non è scattato nulla, poiché io innamorato di un altro. Dopo mesi abbiamo riiniziato a sentirci e pian piano me ne sono proprio innamorato, avevo le farfalle nello stomaco, pensavo continuamente a lui. Abbiamo iniziato a uscire e tutto andava bene, poi siamo andati in vacanza entrambi e durante queste vacanze non si faceva sentire (ho scoperto in seguito che è una cosa normale per lui). Allo stesso tempo però io mi ero arrabbiato e abbiamo litigato e lui mi ha detto che non era certo di cosa provasse per me. Al ritorno dalle vacanze siamo usciti di nuovo e abbiamo deciso di ricominciare da capo e tutto andava bene. Eravamo follemente innamorati, e forse l'ultima volta che ci siamo visti abbiamo fatto anche un passo affrettato (preliminari). In seguito lui è ripartito per le vacanze e a me hanno iniziato a sorgere dei dubbi così dal nulla. Io,che avevo sofferto tanto per averlo, che ero così innamorato, di punto in bianco sento come se queste emozioni si fossero bloccate tutte d'un tratto. Tutto questo da un giorno all'altro. Mi sono spaventato subito e mi sono sentito in colpa, il giorno dopo esserci visti ho pianto tutto il giorno e amici e amiche mi hanno consolato dicendomi che era una cosa normale, che ci sono dei periodi cosi e che niente si origina dal nulla. Vorrei solo capire cosa mi è successo e come comportarmi. Lui deve ancora tornare dalle vacanze, quindi per ora non posso vederlo. Ci sentiamo poco, per via dei motivi che ho riportato prima, ma ci chiamiamo la sera. Durante la chiamata sono felice, ma non mi sembra di provare quell'entusiasmo che provavo prima. Ci sto malissimo per sta cosa, perché per la prima volta avevo trovato una persona che mi piaceva veramente da tutti i punti di vista, e ora così a caso si sta sgretolando tutto a causa mia. Non voglio farlo soffrire, perché è un ragazzo a posto e buonissimo. Cosa dovrei fare secondo voi? Cosa può avermi portato a questo punto?
Vorrei aggiungere una cosa. Al momento non sto pensando a nessun' altra persona, i giorni scorsi non avevo neanche voglia di uscire con gli amici e non ho neanche desiderio sessuale. A lui ho solo detto che sono in un momento difficile in cui non ho voglia di niente e di nessuno e sono un po' apatico verso tutto. Lui mi ha detto che sarà un momento così e che ne usciremo.
Grazie per le vostre eventuali risposte, sono davvero giù di morale..

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Ste,

dalle tue parole emerge un intenso senso di colpa apparentemente legato al fatto che ciò che provi rispetto a questo ragazzo non è più così chiaro; come se le emozioni fossero qualcosa che possiamo controllare e indirizzare a nostro piacimento o come se un certo sentimento fosse un atto dovuto nei confronti di qualcuno o ancora come se non ci fossero mezze misure nel dedicarsi ad un'altra persona.

Forse si tratta di un momento di incertezza che non nasce in specifico dal rapporto con questo ragazzo, ma rispecchia una fase della tua vita.

La vita è fatta di tappe ed ognuna prevede un rimettersi in gioco e aggiungere qualche nuovo elemento a ciò che siamo e stiamo diventando. Attraversare questi momenti concedendosi i giusti spazi e tempi per sé, in maniera il più possibile serena, è la strada per una maggiore consapevolezza.

Resto a disposizione.

Un caro saluto.

Dott.ssa Barbara Furlano.
Psicologa, Psicoterapeuta, Specialista in Psicologia Clinica - Asti

Dott.ssa Barbara Furlano Psicologo a Asti

63 Risposte

117 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Ste,
è probabile che tu non abbia metabolizzato completamente la rabbia e la frustrazione che ti è stata somministrata durante la prima vacanza in cui sei stato ignorato e che cerchi adesso a livello inconscio di prenderti una "rivincita" pur dispiacendoti a livello conscio per il calo di entusiasmo.
Quindi, a mio parere, il problema sta nel tuo conflitto interiore che non trova soluzione.
D'altra parte, moltissime persone hanno conflitti interiori di cui sono poco consapevoli o che comunque non riescono a risolvere.
Pertanto, un percorso di psicoterapia potrebbe esserti di giovamento a questo scopo.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6565 Risposte

18380 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15450

psicologi

domande 20050

domande

Risposte 77800

Risposte