Non so più come uscirne ...

Inviata da Alessia · 24 gen 2018 Psicologia sociale e legale

Buonasera, sono una ragazza di 24 anni ho una bimba di 13 mesi, il problema è che ho perso tutta la serenità, da quando è nata mi rendo conto di avere problemi con me stessa con la gente è con la vita in generale... solo ora inizio a pensare che possa trattarsi di crisi post partum, sono sempre stata una ragazza sicura di se, con la voglia di spaccare il mondo ora non ho nemmeno più le forze di alzarmi dal letto la mattina. Mi guardo allo specchio e mi faccio schifo, la mia bimba piange e io non sopporto più le sue urla, dovrei essere felice ho un compagno una bellissima bambina e anche un locale mio dove lavoro ma non basta!!! Ho bisogno di aiuto, per il bene della mia bimba e della mia relazione e per me stessa, credete possa trattarsi di crisi post partum ?? A chi mi devo rivolgere, grazie .

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 25 GEN 2018

Cara Alessia,
Da quanto scrive non è possibile definire se si possa trattare di crisi post-partum, come la definisce lei. Mancano delle informazioni che sicuramente possono essere importanti e utili a inquadrare la sua situazione.
Sicuramente, però, ciò che arriva è il suo profondo malessere per questa situazione e la sua motivazione a intervenire quanto prima per il bene suo, della sua relazione e di sua figlia.
Le consiglio pertanto o di rivolgersi ai servizi territoriali della sua zona o di contattare uno psicoterapeuta che possa aiutarla ad esplorare come lei viva la nascita di sua figlia, come lei abbia vissuto la sua gravidanza, aspettative, emozioni, pensieri, l'aumento di responsabilità e quant'altro possa intervenire nel renderle così difficile e doloroso ogni giorno che passa.
Per qualunque chiarimento non esiti a contattarmi.
Dott.ssa E. Parise
Pontedera - Firenze - Milano

Dott.ssa Elena Parise Psicologo a Pontedera

55 Risposte

192 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 GEN 2018

Buongiorno Alessia,
Per capire la sua situazione sarebbe opportuno rivolgersi ad un/ una psicoterapeuta, spiegando come si sente, cosa prova, come ha vissuto e vive la gravidanza, vedrà che la saprà aiutare. Può chiedere al suo medico di base se conosce o eventualmente collabora con psicoterapeuti, oppure può rivolgersi ai servizi territoriali o privatamente. Cordiali saluti.

Dott.ssa Gomiero Verena Elisa Psicologo a Padova

85 Risposte

18 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia sociale e legale

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia sociale e legale

Altre domande su Psicologia sociale e legale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23600 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16800

psicologi

domande 23600

domande

Risposte 85500

Risposte