Non so più come far credere i miei genitori in me

Inviata da Francesca · 25 gen 2016 Autorealizzazione e orientamento personale

Salve
Non ho mai avuto un buon rapporto con i miei genitori, sono sempre stata invisibile surclassata da mio fratello più grande che ha sempre fatto cattive scelte e l'argomento principale della famiglia è lui. Io in tutti questi anni mi sono rinchiusa nel mio mondo, son sempre stata con mille babysitter, i miei genitori li ho visti sempre molto poco, ricordo che da piccola ne ho sofferto molto. Ora ho 20 anni e faccio il secondo anno di università e le cose sono peggiorate. I miei non sono mai stati contenti di questa scelta perché hanno sempre pensato che non ero all'altezza di puntare un po' più in grande. Non riesco a parlare con loro dell'Università perché continuano a convincermi che non ce la farò. Ora ci credo anche io. Sono sempre stata una brava ragazza, non ho mai dato problemi e mi ritengo una persona con dei giusti valori a cui tengo tantissimo. Non ho mai ricevuto un gesto di affetto, un conforto, un incoraggiamento, sempre accuse su accuse. Ora sono una persona molto insicura e non riesco a relazionarmi bene con le altre persone e soprattutto ho un odio atroce verso me stessa. Non so più cosa devo fare, ho provato a parlarne ma finisce sempre che "faccio la vittima" o che "sono una ingrata". Ho quasi intenzione di lasciare l'università anche se è l'unico sogno certo che abbia mai avuto in tutta la mia vita, ma mi stanno logorando, sono allo stremo. Ormai è anni che non riesco a dormire e mi capitano spesso attacchi di panico e sono sempre in ansia su tutto. Come posso fare? sono disperata.
Grazie.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 25 GEN 2016

Gentile Francesca,
se lasci l'Università fai un errore gravissimo perchè sarebbe come una conferma che i tuoi genitori avevano ragione a non credere in te.
Comprendo quanto può essere doloroso non avere l'appoggio e l'incoraggiamento da parte dei genitori e comprendo il vuoto e il senso di fragilità conseguente alle loro carenze emotivo-affettive ma ora tu sei a una svolta cruciale della tua vita e il portare avanti con successo gli studi è fondamentale per il recupero della tua autostima ed è un punto di partenza per poter poi riempire poco per volta i vuoti che si sono formati.
Questi vuoti li potrai colmare, appena ti sarà possibile, con l'aiuto della psicoterapia ma ora la cosa più importante è che non getti la spugna dando ragione a loro.
Anche gli altri sintomi, insonnia, ansia e attacchi di panico, possono essere gradualmente superati in psicoterapia ma, specie se non puoi iniziare sùbito il trattamento, inizia ad affrontare la prima sfida di non mollare lo studio e superare qualche esame per prendere fiducia in te stessa.
Restiamo in ascolto.
Cordiali saluti
Dr. Genaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7615 Risposte

21281 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 GEN 2016

Salve Francesca,
certamente è ed è stato molto doloroso per lei sentirsi priva delle conferme del suo valore dai suoi genitori, conferme di cui ogni bambino ha bisogno per una sana crescita emotiva. Mi colpisce il titolo della sua richiesta d'aiuto: come posso far credere ai miei genitori in me? E' proprio questo il problema: lei non deve dimostrare niente ai suoi genitori, deve solo fare le sue scelte seguendo il suo cuore. Se la sua famiglia non è stata in grado di apprezzarla, sono le persone che la svalutano che hanno un problema, anche se forse in modo non consapevole. La scelta se continuare o lasciare l'Università deve fondarsi prioritariamente su criteri suoi: Mi piace davvero questo corso di studi? L'ho scelto in base ad una motivazione autentica? Se la risposta è affermativa, allora troverà la grinta e l'energia per superare eventuali ostacoli, perchè quella è la sua strada. Non è in suo potere cambiare l'opinione dei suoi genitori perchè questa dipende da loro problematiche e non da ciò che lei fa o non fa.
In ogni caso, può esserle d'aiuto concedersi una consulenza psicologica che la sostenga e le consenta di esplorare meglio le motivazioni alla base di qualunque decisione voglia prendere.
Buon cammino!
Dott.ssa Anna Maria Deutsch psicologa- psicoterapeuta Sassari

Anna Maria Deutsch Psicologo a Sassari

52 Risposte

32 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 GEN 2016

Cara Francesca,
non solo non lo fare, ma proprio non pensarlo nemmeno. Allora adesso tu, ti calmi e ragioni un attimo.
È arrivato il tuo momento, il momento di dimostrare veramente chi sei.
Ma non perché devi dimostrarlo agli altri ma perché devi dimostrarlo a te stessa. Che cosa?
Quanto vali e quali sono le tue capacità.
Certo che questo trattamento che ti è stato riservato in famiglia (non credo per cattiveria ma per...non saprei...) non ti ha incoraggiata a sentirti forte e capace e tanto meno a stimare te stessa.
Adesso però sei adulta e devi trarre essenzialmente da te stessa la forza che ti serve.
Cambia modo di vedere.
Pensa che puoi farcela e ce la farai.
Forse può servirti l'aiuto di uno psicoterapeuta per far crescere la tua autostima.
Ma tu stessa devi essere la prima a credere nel tuo percorso.
Siamo con te, coraggio!
Dott. Silvana Ceccucci psicologa psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7361 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 GEN 2016

Buongiorno Francesca,
Se lasciasse l'università che lei ha scelto e per la quale ha lottato, rinuncerebbe ad una parte di se stessa e 'vincerebbe' la parte insicura che i suoi hanno alimentato per anni. Le consiglio di prendersi un suo spazio, iniziando una terapia individuale, dove poter vedere e capire come risolvere la sua insicurezza che la porta ad avere anche attacchi di panico e non le permette di vivere la sua vita. Un caro saluto.

Dott.ssa Valeria Bugatti Psicologo a Roma

105 Risposte

50 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 GEN 2016

Gentile Francesca,
Il bisogno di attenzione e comprensione che manifesti è perfettamente compensibile e lecito.
Le difficoltà che hai avuto all'interno della vita familiare stanno compromettendo anche le altre sfere della tua vita (come lo studio). A mio avviso si fa necessario e urgente un sostegno psicologico ed eventualmente psicoterapeutico che ti aiuti a superare dapprima questa condizione di stallo negli studi e poi via via fornirti gli strimenti per fronteggiare i tuoi attacchi d'ansia e la mancanza di autostima che manifesti, il tutto inserito in un processo diagnostico che puó appunto essere fatto solo grazie a un percorso con un professionista. Non esitare a fare questo primo passo in quanto è l'inizio di un processo che ti aiuterà a vivere una qualità di vita migliore.
Un caro saluto e qualora avesse bisogno non esiti a contattarmi.
Dott.ssa Di Rosa Raffaella
Psicologa - psicodiagnosta e psicoterapeuta cognitivo-comportamentale a Villaricca (Napoli).

Dott.ssa Di Rosa Raffaella Psicologo a Villaricca

97 Risposte

53 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamento personale

Vedere più psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamento personale

Altre domande su Autorealizzazione e orientamento personale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 30550 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 19000

psicologi

domande 30550

domande

Risposte 104850

Risposte