Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Non so cosa fare... lavoro

Inviata da Chiara · 28 lug 2019

Buongiorno sono una ragazza di 32 anni... vivo in un piccolo paese dove l'unica realtà lavorativa concreta che ho è quella di lavorare nell'azienda di famiglia.

Nel contempo ho diverse passioni: lo studio (sono iscritta a una triennale in campo umanistico)
la scrittura (ho aperto un piccolo blog e seguo corsi di copywriting (mi piacerebbe aprire la partita iva e farne un lavoro)
la pittura (mi piace disegnare e ho venduto alcuni quadri, mi piacerebbe continuare a dipingere ma non so come e se farlo)

Non so cosa fare perché non avendo un lavoro al momento mi è difficile pagarmi i corsi di copywriting che tanto vorrei fare; ho chiesto aiuto ai miei ma più di tanto non mi va di chiedere loro aiuto.

D'altra parte mi piacerebbe dipingere ma non ho molta disponibilità economica, come ho accennato per cui pagarmi colori e tele sarebbe molto dispendioso.

L'università... mi mancano più di 10 esami. Mi consigliano di concentrarmi sull'università al momento e finire, ma a volte mi sento inutile e penso di dover lavorare...

Tornare a lavorare nell'azienda di famiglia mi sembra un po' un "fallimento" (me l'ha detto anche il mio psichiatra), per cui sto lavorando lì da "esterna" creando post per i social network e guadagnando poco.

Secondo Voi, dovrei farmi aiutare dai miei genitori per i corsi di copywriting e per materiali da disegno, mentre studio per l'università, oppure dovrei magari lavorare part-time nell'azienda di famiglia? Inoltre dipingere e vendere i quadri, potrebbe rivelarsi, accanto a quella di aprire una p.iva, una scelta giusta per me?
Grazie a tutti...

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 28 LUG 2019

Gentile Chiara,

descrive senza incertezze le sue passioni: lo studio, la scrittura e la pittura; altrettanto obiettivamente individua nell'aspetto economico l'ostacolo che sembra frapporsi al loro raggiungimento.

Desideri e realtà non necessariamente sono entità che si autoescludono; occorre valutare i passaggi necessari per arrivare da ciò che si ha a ciò che si vorrebbe.
Nel suo caso, una risorsa importante a sua disposizione sembra essere il lavoro presso l'azienda di famiglia. Potrebbe essere una base importante per rendere sempre più raggiungibili i suoi desideri.

Tuttavia, non dice molto altro di lei e della sua vita; deduco che forse sta seguendo una terapia in ambito psichiatrico, ma non si colgono altri elementi utili per ulteriori indicazioni.

Resto a disposizione.

Cordiali saluti.

Dott.ssa Barbara Furlano
Psicologa, Psicoterapeuta, Specialista in Psicologia clinica - Asti

Dott.ssa Barbara Furlano Psicologo a Asti

72 Risposte

138 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 LUG 2019

Gentile Chiara,
un primo tema da approfondire è quello del rapporto che ha con i suoi genitori che, sembra, non la sostengono nel realizzare le sue passioni.
Il secondo tema è quello che riguarda la scelta dell'obbiettivo prioritario da raggiungere.
Il rischio, infatti, può essere che lei intraprenda troppe cose ma non raggiunga nessun obbiettivo per mancanza di continuità e questa cosa nuoce all'autostima.
Se è seguita da un terapeuta (psichiatra) che ritiene sia un fallimento per lei lavorare nell'azienda di famiglia, dovrebbe definire con lui quale obbiettivo scegliere e come raggiungerlo.
Se invece non è seguita da alcun terapeuta sarebbe opportuno avvalersi della consulenza di un professionista esperto anche in formazione ed orientamento al lavoro.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6875 Risposte

19176 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 LUG 2019

Buongiorno Chiara,

sarebbe interessante, per poterla aiutare, comprendere il tipo di rapporto che c'è tra i suoi genitori. Il motivo almeno per il quale teme molto chiedere a loro un aiuto economico. Non è possibile rispondere alla sua domanda senza prima conoscerla e comprendere le relazioni famigliari.
Resto a disposizione per eventuali chiarimenti, se vuole mi può contattare
Cordiali saluti
Dott.ssa Alice Noseda

Dott.ssa Alice Noseda Psicologo a Lecco

1663 Risposte

1173 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16350

psicologi

domande 22400

domande

Risposte 83450

Risposte