Non so cosa fare con l'università

Inviata da Francesco · 19 dic 2017 Orientamento scolastico

Sin da piccolo ho sempre pensato che la vita mi riservasse grandi opportunità e che avrei potuto rendere la mia vita meravigliosa con un po' di forza di volontà.
Sono arrivato a pensare che impegnandomi sarei riuscito ad eccellere, complice anche il fatto che tutti mi hanno sempre elogiato per le capacità che dimostravo, anche se non sono mai stato il tipo da tutti 10 in pagella o 30 all'università.
Ritenevo di non impegnarmi e di prendere lo studio sotto gamba, il che era anche vero, e per questo motivo pensavo che se avessi iniziato ad impegnarmi molto di più sarei riuscito ad essere uno dei migliori.
Mi sono auto-convinto di questa cosa e perciò mi sono caricato di grandi aspettative.
Ho quindi iniziato a studiare di più il 3 anno di università impegnandomi tantissimo, sacrificando molte altre attività, riuscendo a recuperare molti esami arretrati e a laurearmi a luglio, in tempo, e con un buon voto.

Sull'enfasi ho deciso di iscrivermi ad una università più prestigiosa per la specialistica perchè mi ritenevo in grado di studiarci, avendo anche superato con un ottimo punteggio la selezione, e di riuscire a farlo anche distinguendomi dagli altri studenti.
Iniziato l'anno accademico in questa università, lontana da casa, ho iniziato a scontrarmi con la dura realtà: i professori sono esigentissimi e la maggior parte degli studenti sono preparatissimi e sempre pronti e veloci a capire i concetti spiegati a lezione, mentre io mi ritrovo a non capire così velocemente.
Ho iniziato a sentirmi incompetente, di essermi sopravvalutato e di aver fatto un grande errore a venire qui. Inoltre non sono riuscito ad instaurare rapporti in questa nuova città, a parte qualche conoscenza sporadica a lezione, e la cosa non mi aiuta. Ho iniziato anche a perdere i rapporti con i miei vecchi amici e diventare più cupo e introverso iniziando a dubitare di me stesso.

Quindi mi sono sentito come se avessi sbagliato tutto, mi ritrovo a mettere in dubbio le mie capacità di studio e di socializzazione, e la cosa mi fa pensare che forse tutte le aspettative che avessi su me stesso non fossero reali e che forse non è vero che semplicemente impegnandomi sarei riuscito ad ottenere gli obiettivi che volevo.
Ora mi trovo qui a 4 mesi dopo aver iniziato la nuova università sentendomi in questo stato e non sapendo cosa fare.
Mi sento che se dovessi continuare a studiare qui sarei sempre in ansia e la mia vita sarebbe solo dedicarmi all'università per 2 o più anni avendo allo stesso tempo la paura di non riuscire ad ottenere buoni voti ed i risultati che mi aspettavo. Quindi in parte vorrei abbandonare e tornarmene a casa dalla mia famiglia e i miei amici alla mia vecchia vita, però andandomene mi sentirei un fallito che si arrende e non saprei cosa fare della mia vita dopo che ho sacrificato un anno e mezzo per laurearmi alla triennale e per accedere alla specialistica in questa università In questo anno e mezzo ho davvero sacrificato tutto, sperando che poi sarei stato ripagato con buone soddisfazioni.

Vorrebbe dire accettare di non essere in grado di fare ciò che mi aspettavo e di aver sacrificato 3 anni per niente. Mi sento di aver deluso me stesso, i miei familiari e quelli che credevano in me.
Mi sento che la vita mi sta sfuggendo di mano e di non sapere a questo punto cosa fare. Allo stesso tempo ho paura di aver perso tempo e di perderne ancora. Ho sempre voluto vivere una vita in cui sarei riuscito a realizzarmi, ad essere libero, indipendente ed in grado di fare ciò che mi piace.
Vedo i miei amici andare avanti, a fare ciò che gli piace e riuscirci, mentre io sono incastrato e non riesco ad essere felice come loro.

Ora come ora non mi piace la mia vita, non riesco a rendere e non riesco ad avere più fiducia in me, e questo si traduce in una grande sfiducia verso il futuro che mi sembra cupo.
Ho paura che dovrò tornare indietro, ma tornando indietro non saprei comunque dove andare, anzi, anche se tornassi nella mia città ho paura che comunque il mio stato d'animo mi porterà a vivere male..

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 20 DIC 2017

Caro Francesco,
da quello che scrivi emerge come l’esserti catapultato in questo nuovo contesto, molto impegnativo, esigente e competitivo, abbia minato la fiducia che ponevi in te stesso e abbia messo in discussione le aspettative e gli obiettivi che ti eri posto. È inoltre comprensibile come l’essere lontano da casa e dai tuoi più grandi riferimenti emotivi e relazionali possa essere un aspetto che incide tanto su di te in questo momento.
Il tuo attribuire grande importanza al percorso universitario, come mezzo per raggiungere la tua realizzazione, potrebbe averti sovraccaricato di ansie e pensieri che hanno bisogno di essere ridimensionati e affrontati più consapevolmente, in modo che possano essere per te una risorsa a cui attingere e non più un impedimento.
A tal proposito, prima di prendere una decisione riguardo al tuo percorso, ti inviterei vivamente a rivolgerti ad un professionista per un consulto, che magari potrà esserti d’aiuto e sostegno per affrontare questa fase della tua vita e per ritrovare e consolidare la fiducia in te stesso in modo che sia per te una risorsa più funzionale.

Cordialmente,
Dott. Colamonico Damiano

Dott. Damiano Colamonico Psicologo a Torino

643 Risposte

1130 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 DIC 2017

Gentile Francesco,
hai già sperimentato che l'impegno e la continuità ti hanno permesso di recuperare tempo ed esami arretrati alla triennale.
Devi però sapere che ognuno ha dei limiti ed ha i suoi tempi per cui non è bene farsi delle aspettative di onnipotenza.
Io penso che tu puoi completare gli studi della specialistica che hai intrapreso sia tornando nella tua città che rimanendo dove sei purchè abbandoni questo spirito di competizione che ti ha pervaso e vai avanti prendendoti il tempo che ti serve senza per questo sentirti fallito o in difetto rispetto ad altri studenti più veloci.
Se lo ritieni opportuno, puoi anche chiedere un sostegno psicologico per migliorare la tua autostima e la tua crescita personale.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7190 Risposte

20438 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 DIC 2017

Caro Francesco, il cambiamento che hai fatto andando a studiare fuori non ė da poco, e spesso una modificazione di questo tipo puö portare a momenti di "crisi" passeggera. Non credi piú in te stesso e nelle tue capacitâ, tutti sembrano piú bravi di te e ti senti inadeguato, sei lontano dalla tua famiglia e i tuoi amici e probabilmente ti mancano
..quante cose insieme! 4 mesi sono ancora pochi per prendere delle decisioni, datti del tempo per metabolizzare quello che ti sta accadendo e non avere fretta. Sembra come se tu debba dimostrare (e possibilmente anche in fretta....) qualcosa a qualcuno, come se i tuoi risultati universitari facessero di te una buona o cattiva persona. Accetta questa tua fragilitá del momento quando la senti arrivare: tentare di allontanarla o, peggio ancora, mollare tutto dandogliela vinta non serve a nulla. Come tu stesso dici, ti ritroveresti a tornare a casa piú deluso e frustrato di come sei adesso....se proprio non riesci a gestire questa cosa da solo cerca aiuto: trova un professionista che ti ispira fiducia nella cittá in cui studi per un percorso di sostegno psicologico che possa aiutarti ad affrontare questo momento di crisi e a ritrovare la fiducia in te stesso. Un grosso in bocca al lupo!

Daniela Cannistrà - Psicologa e Psicoterapeuta Psicologo a Seregno

580 Risposte

273 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Altre domande su Orientamento scolastico

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 26400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17600

psicologi

domande 26400

domande

Risposte 91950

Risposte