Non so cosa fare con il mio moroso aiutatemi

Inviata da Cecilia il 5 feb 2017 1 Risposta  · Terapia di coppia

Salve, sono una ragazza di 23 anni, tutto é inziato quando ho deciso di andare a fare volontariato, li ho conosciuto il mio attuale fidanzato, mi piaceva veramente tanto, cosa che mi ha portato addirittura a fare il primo passo verso di lui, era veramente dolcissimo e a me sembrava di vivere una favola. Ora stiamo insieme da un anno. Alla vigilia di Natale mia nonna ha avuto un ictus, e io l ho assistita in tutto, anche perché non volevo lasciare a mia mamma tutta questa responsabilità, ho deciso di fare la notte a mia nonna il 31 dicembre, stringendogli la mano fino al suo ultimo respiro, il mio moroso ha voluto passare la notte con me in ospedale per non lasciarmi sola, premetto che mia nonna era come una mamma per me, ma non pensavo che me lo rinfaccasse, dicendomi che io per lui non faccio niente per stargli vicino quando ha dei problemi, mentre lui ha passato la notte di capodanno con me standomi vicina, Ma io fin dall' inizio c ero sempre quando aveva bisogno (sempre cose superflue che lui trasformava in problemi inesistenti) Ma lui non apprezzava mai il mio stargli vicino, doveva sempre essere uno stargli vicino come voleva lui. Da qua é cambiato tutto, un giorno lui é stato male, solo una semplice febbre, e il dottore gli ha consigliato di fare il test dell AIDS, Non so per quale motivo apparente, arrivando a casa ha iniziato a imprecare contro di me, dicendo che se fosse stato contagiato sarebbe stata tutta colpa mia perché ero io quella che era stata con più partner (ovviamente ho avuto sempre rapporti protetti), alla fine é uscito che non aveva niente, Ma nella mia testa mi sono detta che non lo avrei fatto solo per una questione di principio e sul modo in cui si era rivolto a me, da questo evento é cambiato tutto. Sono ormai da 9 mesi che non abbiamo rapporti e tutte le sere si butta per terra chiedendomi di farlo se veramente lo amo, Ma lui non si ferma neanche a pensare da dove derivi questo problema, é troppo concentrato su se stesso, solo l idea di farlo mi disgusta, questo anche quando mi bacia e mi abbraccia. Ho provato a lasciarlo 9 volte, Ma tutte le volte che lo faccio si butta per terra chiedendomi pietà, piangendo come un bambino e strisciando sul suo vomito (Non sto esagerando), sua mamma spera che io rimanga incinta, questo lo si capisce perché tutte le volte che inizio un discorso con lei, sorridendo e con gli occhi che brillano mi chiede se finalmente sono incinta, e ogni tanto anche il mio moroso va sull' argomento, e a me viene il ribrezzo e un colpo al cuore al solo pensiero. Quando si litiga in casa sua in presenza dei suoi, loro danno sempre la colpa a me dell inizio della discussione, anche se non sanno neanche di cosa stiamo parlando e il perché é iniziata la discussione, mentre é sempre lui che inizia senza un reale motivo, per telefono, per messaggio, ha sempre qualcosa da dire, dice sempre le solite cose, e ormai le so tutte a memoria e non ascolto neanche, perché io gli ho già detto come la penso di noi, sembra quasi che i suoi debbano difendere il loro bambino di 25 anni dalla strega cattiva. Cerca di abissarmi in tutto, ad esempio questa estate l abbiamo invitato in montagna da noi, e non ostante fosse un ospite e avesse vitto e alloggio gratis, diceva che era un posto bruttissimo, che non c era anima viva, ma dove andava lui era sicuramente migliore, suo padre al telefono invece che dirgli: figlio mio comportato bene perché sei un ospite servito e riverito, gli diceva di portare pazienza perche presto sarebbe passato tutto, mia mamma ce rimasta molto male perché li é dove siamo cresciute tutte e sopratutto era la casa di mia nonna, quindi lui sapeva quanto ci tenessi. Ieri sera ho provato a lasciarlo per la decima volta, e non mi ha fatto uscire di casa sua finché non avessi cambiato idea, ha iniziato a dire che invece di perdere tempo con mio padre, che é un bastardo e che non vale niente nella vita, io dovrei passare più tempo con lui, cioè con l unica persona che mi vuole veramente bene (i miei sono separati da 8 anni e mio papà si é risposato) ma a mio padre voglio comunque un bene dell anima, lui dice che probabilmente questo mio atteggiamento é dovuto al fatto che vedo la sua bellissima famiglia del mulino bianco unita, e invece il motivo é che di lui non ne posso più , ho sempre l ansia, ho provato a dirglielo tante volte e in tutti i modi possibili, ma lui non riesce ad accettarlo, ho anche paura della sua reazione che possa avere una volta capito che la mia decisione possa essere decisiva. Si lamenta se le cose non vanno come dice lui, diventa nervoso, urla rinfacciandomi tutte le cose che ha fatto per me, Ma io non gli ho mai chiesto nulla, se non rispondo a una sua chiamata inizia ad assillarmi pur sapendo che sono a lezione o a lavoro, spesso quando non rispondo viene a vedere se sono realmente a casa e a volte é capitato anche che passasse in negozio dove lavoro per vedere se effettivamente ero li. I miei genitori vogliono andare a parlare con i suoi, perché probabilmente neanche loro si accorgono della brutta situazione che sto vivendo, forse come loro figlio, fanno finta di non capire, ormai non so piu come fare, e i miei sono molto preoccupati, io non vorrei si arrivasse a questo, dato che ho 23 anni e sono sempre stata in grado di sbrigarmela da sola. Lui ha iniziato ad andare dallo psicologo, perché dice che io l ho reso insicuro e ansioso, lo psicologo gli ha suggerito un incontro di coppia che per me non ha senso primo perché non lo amo più e secondo perche non ha senso dato che stiamo insieme da un anno, se le cose vanno gia così adesso figuriamoci fra 3 anni, ho pensato di andare dalla sua psicologa da sola e di nascosto da lui per spiegargli la reale situazione e di come la sto vivendo, sperando che sia lei a farlo ragionare. Ovviamente le miei amiche me le posso scordare perché lui dice che il tempo che passo con loro lo sottraggo a noi, come se non bastasse quando é con i suoi amici, mi chiama mettendo il vivavoce e mi deride davanti a loro, sul fatto che non abbiamo piu rapporti, é ossessionato e morboso sul fatto che io non metta delle nostre foto su facebook per fare vedere agli altri quanto fingiamo di essere innamorati, come se volesse marcare il territorio, mi tiene addirittura controllato l accesso su facebook, tutte le volte mi sa dire quante volte sono entrata in un giorno e anche a che ora, dicendomi che invece che andare su Internet dovevo andare messaggi a lui, insomma io non so più come fare, ammetto che un po' di paura ce l ho, e tutto quello che ho scritto é dolo un assaggio di tutto quello che ce dietro. Aiutatemi non so che fare!!
Cordiali saluti

amici , capire

Miglior risposta

Carissima, senza farci prendere dall'ansia, cerchiamo di affrontare la situazione con coraggio. Da quello che lei mi scrive, si capisce che questo non è il rapporto giusto, non lo può essere. Il suo, mi permetta, ex amoroso (giusto?) la vorrebbe isolata da amici, genitori e quant'altro, costringendola ad occuparsi solo di lui e delle sue paure. Ma, soprattutto, non sento amore, tenerezza e passione, quelle che ci dovrebbe essere fra due ragazzi che si amano, pur litigando. Io le consiglierei di andare all'incontro di coppia con la psicologa, ma per far capire alla Dott.ssa in questione e al suo ex lì presente, che lei ha preso una decisione e che non si vuole nascondere, ma lo vuole esternare in modo chiaro ed inconfutabile. Parlarne davanti alla psicologa servirà a far capire a questa quel'è il vero nocciolo del problema, inoltre, un terzo tra voi in quel momento potrebbe aiutare il suo ex a metabolizzare la fine del vostro rapporto. Poi, lì sia chiara, faccia capire che lei non ha più intenzione di rivederlo, se dovesse continuare a cercarla cambi numero, orari, ecc. Ma attenzione, lo faccia senza ferire l'orgoglio del suo ex, senza creare litigi inutili. Se ancora tutto questo non bastasse (la prego non la veda come una cosa forte, non lo è in tali situazioni), si rivolga alla Questura e dica che quest'uomo la cerca contro il suo volere, sono sicurissima che in modo anonimo, senza rumore, sapranno aiutarla, vi sono oggi delle leggi che danno delle possibilità di proteggerci da chi non riesce a porre fine ad un rapporto.
CORAGGIO!
Rimango a sua disposizione.
Dott.ssa Barbara De Luca

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Aiutatemi non so cosa fare

1 Risposta, Ultima risposta il 13 Luglio 2018

da un mese Non ce la faccio più non so più cosa fare, aiutatemi

7 Risposte, Ultima risposta il 24 Luglio 2018

Cosa devo fare con mia morosa che soffre di disturbo borderline?

7 Risposte, Ultima risposta il 16 Luglio 2017

Cosa devo fare? Cosa scegliere? Aiutatemi, ho paura di sbagliare

2 Risposte, Ultima risposta il 23 Ottobre 2015

Non so piu cosa provo e non so cosa fare col mio 'ragazzo'

2 Risposte, Ultima risposta il 29 Luglio 2019

Aiutatemi, non so come fare se diglielo o no che mi puace

1 Risposta, Ultima risposta il 31 Dicembre 2018