Non so cosa fare all'università e nel futuro

Inviata da Elisabetta99 · 5 giu 2020 Orientamento professionale

Buongiorno, ho quasi 21 anni e mi sono diplomata un paio di anni fa in accoglienza turistica (per lavorare in hotel, agenzie di viaggio ecc...), scuola che mi hanno consigliato i professori delle medie perché ero molto timida e avevano paura che se fossi andata in una scuola più impegnativa e lontana da casa sarei crollata. Alle superiori me la sono cavata egregiamente e mi sono diplomata con il 100.
Avevo il desiderio di andare all'università ma non sapevo quale facoltà frequentare per cui ho preso un anno sabbatico dallo studio per lavorare e schiarirmi le idee. Dopo quasi due anni che lavoro ho ancora voglia di frequentare l'università ma l'idea di dover affrontare delle scelte mi mette estrema ansia. Ho sempre fatto fatica a prendere decisioni sia per cose da niente che per cose importanti e l'università è una di queste. Ho mille idee sulla facoltà da frequentare, mille dubbi sulla loro utilità o se in futuro riuscirò a trovare lavoro con quella laurea. Devo considerare mille fattori senza avere la certezza di niente: se mi volessi trasferire all'estero troverei lavoro senza laurea? E se la laurea che sceglierò non mi darà soddisfazioni? Voglio veramente finire di studiare a 26 anni? Fino a quando dovrò aspettare per avere una famiglia se prima devo studiare e poi cercare un lavoro stabile? E se fallissi?
Per non parlare poi dei miei genitori che mi dicono di rimandare per motivi economici e perché pensano che per me sia solo un capriccio.
Ho bisogno di schiarirmi le idee ma nel frattempo i mesi e gli anni passano e io sento di star sprecando anni della mia vita.

P.s. io sono più indirizzata sulle materie umanistiche e scienze della formazione primaria però i miei genitori vorrebbero che scegliessi qualcosa di scientifico perché avrei più sbocchi lavorativi.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 7 GIU 2020

Cara Elisabetta, emergono temi significativi e carichi di emotività, che meritano uno spazio e un tempo ben migliore di quello che Le si può dedicare con poche righe online. Tra questi, emerge in particolare un modo di raccontarsi secondo i topic dell'incertezza di sè e delle proprie scelte, una progettualità confusa e poco identitaria, una relazione con i genitori che direziona le scelte secondo percorsi non sempre autentici per sè stessa - e, sembra, non sempre in grado di manifestarLe in modo chiaro un riconoscimento di Lei come persona con inclinazioni e desideri. In tutto questo, la sensazione del tempo che scorre mentre Lei è in stallo: in fondo, non c'è un futuro tracciato, e il passato diviene un insieme di scelte su cui rimuginare alla ricerca di errori, conferme, segni e direzioni. C'è tanta carne al fuoco ed è normale, in una situazione simile, che Lei si senta confusa, spaventata e bloccata. La situazione è risolvibile, ma è importante andare a vedere quali significati emergono nel Suo incontro con il mondo, con l'Altro, nei Suoi progetti di vita e nei Suoi modi di emozionarsi e dire di sè. Una psicoterapia è il mezzo elettivo perchè questo avvenga, perchè lavora sul futuro e sull'apertura di orizzonti di possibilità che siano Suoi propri, cioè identitari e autentici, in cui riconoscersi e per i quali investire. Ha valutato la possibilità di rivolgersi a un terapeuta? La scelta è importante, anche se sempre passibile di modifica, e potrebbe valerne la pena. Servirebbe aprire i contesti della scuola e della famiglia, e forse anche altri. Se è disposta a fare questo e a investire tempo e risorse, credo potrebbe trarne indicazioni significative. A disposizione, cordialmente. DP

Dott. Daniel Michael Portolani Psicologo a Brescia

998 Risposte

1022 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 GIU 2020

Cara Elisabetta99,
tutti i quesiti che poni sono più che legittimi e il timore provato di fronte alla scelta fra più possibilità può essere altrettanto coerente.
Dalle tue parole comunque, non sembra che in te ci siano solo incertezze, bensì anche qualche certezza rispetto a cosa ti piace di più e cosa no e introspezione: questo, almeno come punto di partenza, può esserti molto di aiuto.
Hai mai pensato di fare un breve percorso psicologico per riuscire a definire quale possa essere la progettualità per te più identitaria?

Spero di esserti stata utile e resto a disposizione, se desideri.

In bocca al lupo!
Un caro saluto,

Dr.ssa Irene Mosca

Dr.ssa Irene Mosca Psicologo a Lucca

40 Risposte

17 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento professionale

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento professionale

Altre domande su Orientamento professionale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18650

psicologi

domande 29750

domande

Risposte 101200

Risposte