Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

non so come aiutare mio figlio

Inviata da silvana · 27 dic 2012 Psicologia sociale e legale

buongiorno, sono la mamma di un ragazzo di 17 anni , sono preoccupata per il suo comportamento, si è isolato non esce non frequenta amici, a scuola è bravo gli insegnanti sono molto contenti. Purtroppo è stato operato da labbro leporino e nonostante sia un bel ragazzo ho paura che per questo motivo si senta inferiore . Non so come aiutarlo, in casa è sereno ma come esce si chiude in se stesso .

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 2 GEN 2013

Ringrazio tutti di cuore per avermi risposto , mi sento meno sola e più tranquilla . Grazie

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 GEN 2013

gentile silvana, mi lasci innanzitutto dire che sono colpita dalla sensibilità e dalla delicatezza che trapela nel modo in cui parla di suo figlio. L'adolescenza, come molti le avranno già detto e come lei da buona madre avrà già intuito, è un periodo di grandissimi cambiamenti e soprattutto di riorganizzazioni psichiche e fisiche. E? già un'ottima cosa che il rendimento scolastico e lo stato d'animo dentro casa siano rimasti tendenzialmente buoni e inalterati in questo senso. E' probabile che nel confronto con i coetanei, soprattutto il versante relazionale-sociale sia il punto "vulnerabile" di suo figlio e questo si può risolvere anche in tempi brevi. Innanzitutto lei dovrebbe cercare di costruire un canale di comunicazione e condivisione su questo tema con suo figlio, coinvolgendo ove possibile anche il padre del ragazzo, il suo ruolo è insostituibile! poi se anche lui riconosce di avere delle difficoltà in quest'area potrebbe proporre dei colloqui terapeutici o di sostegno, magari focalizzati anche presso il consultorio della sua zona.
Un caro saluto
dr.ssa Scipioni , roma

Anonimo-126894 Psicologo a Roma

272 Risposte

160 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 DIC 2012

Gentile Signora,
l'adolescenza è di per sé un periodo un po' complicato, l'accento sul proprio corpo e sul proprio aspetto è uno degli elementi centrali per i ragazzi di questa fase dello sviiluppo. un'ipotesi può essere che suo figlio abbia sviluppato sentimenti di inadeguatezza che lo portano a chiudersi in sé e ad evitare occasioni sociali che comportano un confronto diretto con gli altri.
ipotesi anche fallibile del tutto o in parte, dato che non abbiamo qui altri elementi indispensabili per comprendere meglio, come ad esempio quelli relativi alla sua crescita, alla sua storia di vita personale e familiare, a come abbia vissuto e affrontato la questione del labbro leporino, gli esiti dell'intervento, il modo in cui voi genitori vi relazionate con lui e lo sostenete.
Come vi ponete rispetto alla sua chiusura?
E lui? Vi chiede in qualche modo un aiuto?
Ha provato con delicatezza ed empatia ad aprire un dialogo con suo figlio?

Dott.ssa Laura Rinella Psicologo a Roma

30 Risposte

5 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 DIC 2012

Buongiorno, mi permetto di rispondere alla sua mail in quanto da anni mi occupo anche di adolescenza. Mi sembra che suo figlio fatichi a trovare ed accettare l'immagine di sé che vorrebbe poter presentare "al mondo" e che questo causi un meccanismo di rinforzo negativo che gli rende sempre più difficile il mettersi alla prova.
Se suo figlio fosse disposto ad affrontare le sue difficoltà, un percorso psicoterapeutico centrato su autostima e sostegno alla crescita mi sembrerebbe appropriato.
Nel farle i miei più sentiti auguri, la saluto cordialmente.
Monica Sandri

Dott.ssa Monica Sandri Psicologo a Torino

1 Risposta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 DIC 2012

Gentile signora Silvana,
le problematiche da lei descritte, relative alla stima di se' e al rapporto con i coetanei si possono affrontare con ottime prospettive di successo in tempi rapidi con l'approccio della terapia breve strategica, da me praticata presso i miei studi di Verona, Bologna e Padova. Può contattarmi per un consulto o anche solo per ulteriori informazioni mi contatti.

Cordiali saluti e auguri
dott. Giuseppe Pecere

Dott. Giuseppe Pecere Psicologo a Padova

39 Risposte

18 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 DIC 2012

Buon Giorno Silvana
Dalla tua lettera si percepisce la preoccupazione di madre, per poter aiutare il tuo ragazzo occorre sapere cosa lo preoccupa o lo fa chiudere, come tu dici. Forse il disagio per la cicatrice del labbro leporino? forse è solo molto riservato? In primis parlane con Lui, mettendolo al corrente della tua percezione. Se pur vero, che spesso la comunicazione genitori figli adolescenti non è semplice, e molto spesso loro rispondono con difficoltà ad un genitore, e meglio comunicare con loro, e non lasciare alla percezione di genitore, i dubbi non espressi. Come aiutarlo? Solo attraverso il dialogo puoi provare a comprendere cosa lo fa chiudere in sè.
saluti dott.ssa Carmela Di Blasio

Psicologa Psicoterapeuta Naturopata Di Blasio Carmela Psicologo a Pescara

78 Risposte

37 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 DIC 2012

Cara Silvana,
la preoccupazione che mostra per suo figlio è molto forte.
Le chiedo di interrogarsi sul passato di suo figlio: con le persone esterne alla famiglia aveva difficoltà anche quando era più piccolo? c'è qualche altro dato importante nella storia personale del ragazzo e nella storia familiare? C'è qualche evento importante che ha coinvolto suo figlio?
Consideri anche che 17 anni sono un'età importante, il periodo dell'adolescenza e della preadolescenza è un periodo molto particolare per i ragazzi, nei quali si possono inasprire paure, difficoltà, insicurezze..
Può proporre a suo figlio di fare qualche colloquio con uno psicologo, in quanto a quest'età spesso i ragazzi hanno bisogno di punti di riferimento esterni alla famiglia e altrettanto fidati; spesso i ragazzi hanno l'esigenza di esplicitare le proprie paure, le proprie difficoltà, i propri vissuti ed uno psicologo può essere molto utile in questi casi.
Se è di Roma, può rivolgersi al nostro centro, dove peraltro in questo periodo sono presenti agevolazioni per ragazzi dell'età di suo figlio, oppure cercare tramite questa guida uno psicologo della sua zona.
Sono a disposizione per informazioni e/o appuntamenti.
Dott.ssa Marianna Vallone. Roma

Marianna Vallone Psicologo a Modena

108 Risposte

61 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 DIC 2012

Gentile Silvana,

non rimanga troppo a lungo nell'incertezza di come aiutarlo, è a sua discrezione il scegliere se intraprendere o meno, insieme a suo figlio, un percorso sotto la supervisione di un/a professionista che Lei valuti competente. Le consiglio tuttavia di avvalersi di un supporto che vada oltre le poche parole che, per quanto sagge, possono spendersi in questa sezione e che da sole non risolveranno il problema grazie a una "dritta infine vincente". Lei può fare molto qualora decida di non ricorrere all' "aiuto" sbrigativo di qualche manciata di risposte online, qualora non aspetti che il tempo faccia il suo corso (nel senso che consideri la cosa come una normale fase adolescenziale superata la quale...?) o qualora non consideri il problema irrisolvibile : una variabile indipendente collocata all'esterno. In effetti il suo allarme denota una presa di coscienza positiva; cerchi solo, al momento, di non trasmettere troppa preoccupazione/insicurezza a suo figlio e di non chiudersi a sua volta "intorno a lui", in qualche forma di accudimento consolatorio.

Per ogni eventuale chiarimento rimango a Sua disposizione

I miei più Vivi e Cordiali Saluti

Dott. Franco Fusi

Dott. Franco Fusi Psicologo a Milano

26 Risposte

15 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 DIC 2012

Gentile Silvana, suo figlio sta attraversando quel difficile stadio che è l'adolescenza che a volte fa apparire i piccoli difetti fisici (veri o presunti), come dei drammi che impediscono di vivere normalmente, è questo che sicuramente sta capitando a suo figlio, comunque provi a parlare apertamente con lui e magari potrete decidere insieme di prendere appuntamento con un bravo psicologo.
Auguri!

Dott.ssa Angela Virone Psicologo a Agrigento

315 Risposte

216 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 DIC 2012

Gentile Silvana,
la sua preoccupazione è legittima, tanto più in una fase della vita come quella che suo figlio sta vivendo, in cui la quotidianità al di fuori della famiglia, gli interessi e le amicizie che portano i ragazzi ad investire su legami esterni a quelli familiari assumono sempre maggiore importanza. Le suggerirei di cercare di capire insieme a suo figlio se lui stesso rileva un proprio malessere e in tal caso individuare un professionista della vostra zona che possa iniziare con lui un percorso di supporto; se invece suo figlio non fosse d'accordo, potrebbe essere lei come mamma a rivolgersi ad uno psicologo che la possa aiutare ad essere di supporto a suo figlio conoscendo direttamente e dettagliatamente la vostra situazione. Un cordiale saluto, dott.ssa Lucia Mantovani, Milano

Studio di Psicologia Dott.ssa Lucia Mantovani Psicologo a Milano

995 Risposte

466 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 DIC 2012

Buongiorno gentile Silvana,
è lodevole la sua attenta e sensibile preoccupazione per il suo figliolo, provi con calma e delicatezza a comunicare con il giovane in modo più approfondito anche riguardo a ciò che lei teme possa essere il motivo della chiusura ( l'operazione al labbro). Il fatto che suo figlio in famiglia si sente tranquillo è un buon segno per instaurare un dialogo approfondito ma pacato. Tenga comunque in considerazione che l'età del ragazzo è molto particolare e necessita di più ascolto silenzioso e di fiducia che riuscirà a trovare il suo spazio nel mondo con le sue uniche e specifiche modalità.
Cordialmente

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Roma

1714 Risposte

2806 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia sociale e legale

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia sociale e legale

Altre domande su Psicologia sociale e legale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 21700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16200

psicologi

domande 21700

domande

Risposte 82150

Risposte