non sento emozioni

Inviata da Diego Cannizzaro · 7 apr 2021

penso di non riuscire a sentire emozioni a causa di eventi passati che almeno a mio avviso mi hanno molto disturbato. non riesco a sentire affetto verso le persone ne tantomeno rabia ne nulla forse giusto l imbarazzo, in alcune situazioni mi è successo di avere reazioni fisiche al posto di provare qualcosa ad esempio al posto di provare euforia ho iniziato a tremare , dopo la morte del mio cane non sono stato molto male non riesco a piangere ma mi è venuta una forte acidità di stomaco e gonfiore all improviso, mi piaceva una ragazza ma non lo riuscivo a sentire solo attraverso molti miei atteggiamenti e pensieri l ho capito ma non lo riesco a sentire
O almeno questa è la conclusione a cui sono arrivato dopo un autoanalisi ,sono qui perchè vorrei intraprendere un percorso e vorrei sentire un vostro parere sulla situazione in generale e su che percorso fare , vorrei veramente tornare a sentire qualcosa

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 8 APR 2021

A volte sembra che le nostre emozioni si congelino.
A volte abbiamo paura d scoltarle.
A volte temiamo che esprimendole ed ascoltandoli richiamo di uscirne a pezzi...
A volte l'emotività quindi si esprime attraverso canali diversi, quali quelli psicosomatici, del corpo, + un linguaggio alternativo...
Purtroppo è un canale disfunzionale, che, a lungo termine, potrebbe creare problemi anche fisici, oltre che emotivi.
Si dia uno spazio per aprirsi con chi può aiutarla.
Sarà sorpreso da come le emozioni in realtà siano sempre lì..... siano solo cristallizzate, in attesa di poter essere risentite ed espresse.
Anche la terapia online può essere perfetta.
Per qualsiasi cosa, sono a disposizione
Cinzia M.
Psicologa
Psicoterapeuta
Naturopata

Dott.ssa Cinzia Moleri Psicologo a Sarnico

108 Risposte

28 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 APR 2021

Caro Diego,
ha compreso bene: quando ci sono blocchi emotivi che ci impediscono di sentire e riconoscere quello che stiamo provando il corpo parla al posto loro, lo veda come un modo per scuoterci e dirci che sta succedendo qualcosa al quale non possiamo essere indifferenti. Avere consapevolezza delle proprie emozioni permette di vivere la propria vita come protagonisti e non subire le situazioni che viviamo. Un percorso psicoterapeutico le permettera' di comprendere meglio la natura di questi blocchi, di divenire piu' consapevole di se' e dei propri vissuti e, perche' no, di vivere al meglio le emozioni che prova nelle relazioni affettive.
Le auguro di trovare le sue risposte e di stare meglio.
Cordiali saluti.
D.ssa Ilaria Bedini

Dott.ssa Ilaria bedini Psicologo a Reggio Emilia

24 Risposte

8 voti positivi

Fa terapia online

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 APR 2021

Gentile Diego,
i suoi vissuti emozionali ci sono, ma sono come "congelati" nella sua memoria, non riescono, come lei ben spiega, ad essere espressi né attraverso le parole, né attraverso un'emotività che si incanala nella via somatica, cioè fisica (acidità, tremori, gonfiore). Un lavoro clinico, potrebbe, attraverso la relazione terapeutica, aiutarla a spostare le emozioni, dal piano psicosomatico, (fisico) a
al piano mentale e della sfera emotiva, per riuscire a provare quelle emozioni di rabbia, paura, felicità , che ci fanno sentire vivi nel rapporto con l'altro. E' indispensabile sciogliere quei "nodi emotivi immobilizzati, congelati" e farli scorrere anche attraverso il pianto, che è una reazione sana, la più primitiva (il bambino nasce piangendo), poiché ha una funzione fondamentale di scarica emotiva, catartica.
Cordialmente,
Sara Chiara Pompili

Dott.ssa Sara Chiara Pompili Psicologo a Torino

6 Risposte

3 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 APR 2021

Gentile Diego, mi ha molto colpito quanto racconta e quella che appare come un'anestesia emotiva: non sentire nulla (o molto poco) a livello emotivo. Sembra una difesa di tipo remissivo che ha sviluppato per proteggersi, per contenersi o non soffrire troppo ma non riesco a dire di più dal momento che non conosco la sua storia, né da quando ha cominciato a vivere senza sentire le emozioni. Noi siamo individui interconnessi e sensazioni fisiche, emozioni e pensieri sono presenti nelle nostre esperienze e legati l'uno all'altro da cui poi scaturiscono comportamenti/azioni; tuttavia possiamo avere più facilmente accesso ad un livello (ad esempio quello delle sensazioni fisiche, lei dice di aver sentito un tremore, acidità di stomaco) o ad un altro (quello dei pensieri, del cognitivo) ma far fatica a percepire il piano emotivo o viceversa. Il mio modello psicoterapeutico è sistemico relazionale, simbolico esperienziale ed affronto i problemi delle persone (coppie o famiglia) ricostruendo il contesto relazionale e ambientale di vita più vasto, non solo la storia personale ma anche familiare e intergenerazionale (i nonni, zii e cugini) per verificare da cosa o dove provengono nostre convinzioni, visioni del mondo, ecc. Penso che un percorso di psicoterapia individuale possa aiutarla a capire come mai affronta la vita in questo modo e penso anche che potrebbe iniziare a fare contestualmente (se le va di sperimentare) pratiche di meditazione di consapevolezza (Mindfulness) per cominciare gradualmente a connettere, come dicevo, i tre livelli mentale, sensoriale ed emotivo. Se vuole io sono anche istruttrice di interventi basati sulla Mindfulness, conduco corsi e laboratori su questo da anni, e utilizzo la meditazione anche nel privato. Sono disponibile anche online. Spero di esserle stata utile. In bocca al lupo per il suo percorso di vita.
Cordialmente,
dott.ssa Raffaella Ramazzotti

Dott.ssa Raffaella Ramazzotti Psicologo a Ancona

78 Risposte

26 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 APR 2021

Caro Diego,
sentire qualcosa è fondamentale, e gli animali sono fantastici in questo ci insegnano a sentire e ci riempiono la vita, però affrontare il loro lutto non e facile, si sente un grande vuoto, come aver perso un amico di viaggio, e le emozioni se le abbiamo vissute con forte intensità, possono provocare un Blocco, che crea diverse Difficoltà e Sofferenza, perché ci riportano a emozioni passate vissute di eventi passati. E' fondamentale nel suo caso trovare un Professionista che Ti sappia aiutare,in questo Viaggio, è alla base.
Dottoressa Ferrara Cristiana

Dott.ssa Cristiana Ferrara Psicologo a Firenze

5 Risposte

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 APR 2021

Salve Diego,
se ci sono stati degli eventi specifici che secondo lei hanno provocato il suo disturbo, le consiglio di intraprendere una terapia di tipo EMDR che è efficacissima per rielaborare eventi traumatici che rimangono "bloccati" in memoria senza poter essere integrati in modo funzionale dal nostro cervello, condizionando moltissimo la nostra vita.
Ad ogni modo tutte le terapie sono valide e portano ai medesimi risultati anche se con tempi e modalità diverse.
In bocca al lupo

Dott.ssa Nuzzolese Antonella Psicologo a Matera

22 Risposte

24 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 APR 2021

Ciao Diego, probabilmente gli eventi passati a cui accenni, hanno creato un blocco nella sfera emotiva e tutto ciò che non riesce a venir fuori attraverso le emozioni, si fa strada attraverso disturbi psicosomatici come ad esempio acidità di stomaco e gonfiore. Sicuramente è consigliato un approfondimento, io sono a disposizione, contattami cosi fissiamo un appuntamento, a presto.

Dott. Fera Benedetto Psicologo a Bari

62 Risposte

27 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 30700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 19050

psicologi

domande 30700

domande

Risposte 105250

Risposte