Non riuscire più ad amare...

Inviata da Giada · 12 lug 2016 Relazioni sociali

Buongiorno.
Vorrei spiegare in breve un mio problema che mi limita molto nella mia vita di tutti i giorni.
Circa 6 anni fa ho incontrato un ragazzo (allora lui aveva 17 anni ed io 16) con cui abbiamo iniziato a conoscerci, siamo diventati amici ed in seguito abbiamo provato ad avere un rapporto sentimentale. Si rideva, si scherzava, si parlava, insomma si stava bene, o almeno così credevo finché un giorno lui è arrivato da me con la classica frase "rimaniamo amici?" Io innamoratissima di lui feci quello che ad oggi, per quanto lo ami ancora moltissimo, reputo l'errore più grande che abbia potuto fare, ovvero accettare l'amicizia di un uomo che in realtà volevo come compagno. Accettando la sua amicizia ho accettato tutto ciò che ne consegue, vale a dire vedere lui con altre, sentirgliene parlare e quant'altro. È stato molto importante per me perché in passato avevo preso delle cotte per altri ragazzi che, ahimè, non ricambiavano e quando è arrivato lui...non lo so, mi è sembrato che tutto quanto iniziasse a prendere un senso. Per tutto quanto intendo che io sin da piccola ho sempre avuto un livello di timidezza ed insicurezza pazzesca che mi ha limitata nei rapporti sociali (tant'è che ancora oggi fatico ad avere delle amicizie proprio perché mi trovo di fronte alle persone e mi blocco, non so cosa dire ecc) non so a cosa sia dovuta questa mia difficoltà nei rapporti con gli altri, ho avuto una famiglia che mi ha amata a dismisura e che ancora ad oggi darebbero la loro vita per me ce ne fosse il caso. Comunque con il tempo lui ha acquisito sempre maggiore importanza per me, è stato l'uomo che mi spingeva a superare i miei limiti...l'uomo "delle prime volte" lo definisco io...lui è il mio esatto opposto, stringe amicizie in una maniera pazzesca ed è come se sentisse proprio il bisogno di essere circondato da tante persone mentre a me, probabilmente erroneamente, succede che quando mi affeziono ad una persona do tutto a quest'ultima, che si tratti di amicizia o amore... Da quando ci siamo lasciati comunque lui mi teneva sempre un po' li, io ho da sempre l'impressione che mi cerca solo quando non ha di meglio, quando gliene parlo però lui dice che sbaglio che gli faccio sempre gli stessi discorsi e che non mi metto in testa che quando lui non si fa sentire è perché è sommerso dagli impegni, poi però vengo a sapere che esce che vede amiche o amici e mi dico bah...inoltre ho sempre avuto una sensazione con lui, ovvero quella che quando mi avvicinavo per fargli una carezza, per dargli un abbraccio o un bacio sulla guancia si ritraesse mentre con altre amiche vedo che fa il piacione, si fa abbracciare e baciare..non so se sia dovuto al fatto che lui sapeva che comunque a me piaceva ancora e lui precisava "siamo solo amici" e nonostante io gli dicessi che avevo recepito la cosa lui non ci credeva...resta il fatto che quando 2/3 anni fa la sua storia più importante è finita si è appoggiato in tutto e per tutto a me per i successivi due anni perché aveva perso anche un po' tutte le amicizie dedicandosi maggiormente a lei ed io, che ero felice di poter trascorrere così tanto tempo con lui e che lui "avesse bisogno di me" gli ho dato tutta me stessa, anche quando sentire parlare di un'altra mi faceva veramente male... Ora, lui si è rifatto una vita, ha recuperato le amicizie esce e fa il possibile per stare bene mentre io fatico a stringere nuove amicizie come al mio solito. Ciò mi porta a sentirmi sola, quindi triste ed a rifugiarmi a volte nel cibo. Gli "spasimanti" non mi mancano, mi chiedono di uscire e quant'altro eppure è come se avessi un blocco non solo come amicizie ma anche nei rapporti sentimentali non riesco più ad innamorarmi, ad essere felice e quando qualcuno si dedica a me e mi tratta come ogni donna desidererebbe mi viene automaticamente da ritrarmi e "li faccio scappare" probabilmente perché si stufano a vedere scarso interesse da parte mia, non saprei. Come si può fare per risolvere queste cose? A cosa può essere dovuta anche questa difficoltà nei rapporti d'amicizia? E sentimentali?
Mi scuso per il messaggio prolisso e ringrazio anticipatamente.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 12 LUG 2016

Gentile Letizia,
come giustamente hai detto, l'errore è stato quello di accettare l'amicizia del ragazzo di cui eri e sei ancora innamorata e che come tale ti ha respinta rifugiandosi nell'amicizia.
Ciò spiega i tuoi comportamenti attuali e il fatto che "fai scappare" quelli che ti corteggiano.
Anche la tua timidezza e difficoltà nello stringere amicizie trova la sua ragione nel fatto che probabilmente ti è venuto a mancare quel sostegno e quell'esempio che questo ragazzo ti dava.
Ritengo che un percorso di psicoterapia potrebbe essere utile per farti distaccare da questa persona migliorando le tue competenze sociali e la tua autostima.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6976 Risposte

19370 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 LUG 2016

Buongiorno Letizia,
Dalla sua domanda emerge il bisogno e la motivazione, dopo sei anni, a cambiare una situazione che ormai la fa sentire scomoda anche se all'inizio non ha sentito di avere altre alternative.
Il problema che porta e' quello di aprirsi a nuove relazioni. A quanto sembra, l'amore per questo ragazzo "irraggiungibile" la protegge da nuovi "amori" con tutti i rischi che questo normalmente comporta come la fiducia ad esempio.
Ma se lei oggi sente la necessità di un cambiamento vuol dire che è pronta ad affrontarlo, a lasciare il vecchio (per qualsiasi significato voglia dargli) e fare spazio al nuovo. A volte per attuare questo cambiamento abbiamo bisogno di essere accompagnati da qualcuno.
Quello che mi viene da dirle a tal proposito e' che la capacità di amare non dipende dalla persona che le sta di fronte ma è già presente in lei. Tutto sta a ri-scoprire nel proprio corpo e nella mente come contattarla e cosa le impedisce di farlo.
Per ulteriori chiarimenti o domande resto a sua disposizione.
Un caro saluto
Dott. Roberto Pugliese

Dott. Roberto Pugliese Psicologo a Roma

69 Risposte

60 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 LUG 2016

Cara Letizia,
Più che incapace di amare mi sembra tu stia rinunciando all'amore per rimanere aggrappata al ricordo di un uomo che sicuramente è stato importante in un dato momento della tua vita ma che ora ti tiene bloccata proprio lì nell'insicurezza, nella tua timidezza. Ed è come se tu fossi in attesa del suo ritorno mentre forse è arrivato il momento (dopo sei anni) di mettersi in viaggio, di guardare altrove, di vivere la tua vita (non la sua di riflesso) e darti nuove possibilità. Non devi rinunciare a lui, che rimane comunque per te una persona importante, ma al tuo bisogno di sicurezza che ha trovato in lui un punto di riferimento. Davvero un supporto psicologico potrebbe esserti d'aiuto.

D.ssa Daniela Sirtori Psicologo a Villasanta

246 Risposte

218 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Relazioni sociali

Vedere più psicologi specializzati in Relazioni sociali

Altre domande su Relazioni sociali

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16650

psicologi

domande 23050

domande

Risposte 84450

Risposte