Non riusciamo a separarci

Inviata da Claudia · 31 ago 2016 Terapia di coppia

Salve a tutti, e prima di tutto grazie per il servizio che offrite. Ho vent'anni e studio medicina, e sono uscita da una relazione di un anno e mezzo con un mio coetaneo, studente di filosofia. Negli ultimi sei mesi di storia sono stata "vittima" di tira e molla continui, perché, a causa di insicurezze, ansie e problemi esterni, il rapporto di coppia, benché impregnato d'amore, era particolarmente buio, per non dire nocivo. Lui, più avventato e "debole" di me, ha sempre preferito mollare la presa piuttosto che ricucire il rapporto, con la mia conseguente sofferenza. In questi mesi mi sono sentita abbandonata, ma grazie al supporto dei miei amici, mi sono ripresa. In più, due mesi dopo la separazione, ho avuto una storiella di poco conto: ne sottolineo la superficialità perché era finalizzata prettamente al sesso, anche se i primi tempi credevo di essere realmente affezionata a questo secondo ragazzo perché, debole dell'abbandono del primo, ne ricercavo le attenzioni e l'amore: una sorta di autoinganno. Il problema è che in questa settimana il mio ex è ricomparso: anche lui ha avuto delle relazioni e attualmente sembrerebbe interessato ad una ragazza. Ci siamo confidati molto in questi giorni, fino al punto da far venire a galla la verità: il mio ex prova ancora qualcosa per me, e ovviamente ciò è ricambiato. Abbiamo anche avuto dei rapporti occasionali, e dopo di questi io e lui ci siamo sentiti felici ma al contempo terrorizzati. Il punto è che entrambi non sappiamo se questo sentimento si possa definire amore, dati i nostri rispettivi "amanti" e data la scottatura della separazione: siamo praticamente disillusi, rassegnati, convinti che un nuovo tentativo di rapporto di coppia potrebbe farci male. Senza scendere nei dettagli, sembra quasi che noi due sappiamo amarci, apprezzarci e sostenerci a vicenda soltanto quando riusciamo ad avere i nostri spazi, senza il vincolo dell'esclusività di coppia, e che appena un po' più vicini l'un l'altro, ci facciamo seriamente del male. Io ho paura a cimentarmi in una relazione con lui, prima di tutto perché a ottobre rivedrà tutti i giorni la sua nuova fiamma e so che finirei per soffrire di gelosia, e in primis perché credo, nonostante il sentimento, di aver bisogno dei miei spazi senza cadere nella trappola della dipendenza affettiva. Io e lui ci teniamo al benessere l'uno dell'altra, e ci siamo promessi che comunque andrà, faremo di tutto per avere il meglio e combattere le nostre insicurezze, insieme o separati, preferibilmente restando amici. Le persone a noi vicine, che conoscono i trascorsi, sono del parere che ci amiamo ancora. Io attualmente sono turbata perché l'ambiguità è pericolosa. Vale la pena dare un ultimatum oppure è il caso di godersi questo ritorno di fiamma con spontaneità? Faccio bene a temere?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 3 SET 2016

Gentile Claudia,
penso che se deciderá di concedersi un'altra possibilitá con questo ragazzo, sará opportuno che ognuno precisi le proprie esigenze. Lei ha ben messo in luce che necessita dei suoi spazi e che non vuole che diventi una dipendenza affettiva: lo dica anche a lui. Una volta che ognuno di voi chiarisce con l'altro quali sono le sue esigenze, forse sará piú chiaro se è possibile iniziare una nuova relazione, impegnandosi ciascuno a rispettare le esigenze dell'altro.
Penso che la possibilitá di un ritorno di fiamma tra voi due non sia da escludere, ma in ogni caso credo di andarci cauti almeno nei primi tempi, per capire se le cose possono funzionare e andare meglio di prima oppure se si tende a ricadere nei soliti schemi problematici (ad esempio i tira e molla continui). Per la mia esperienza, se si tengono presenti gli errori passati (e da quello che racconta credo che lei li abbia ben presenti) e se ci si impegna a fare del proprio meglio per superarli, i ritorni di fiamma possono diventare relazioni anche piú soddisfacenti di prima, ma per esserlo è necessario che ci sia un impegno da parte di entrambi e la volontá di cambiare.
Se ne sente l'esigenza, le suggerisco di confrontarsi su questi temi con un/a psicologo/a della sua zona.
Le auguro tutto il meglio.

Cordiali saluti,

dott.ssa Elisa Canossa, psicologa psicoterapeuta a Sustinente (MN) e Padova

Dott.ssa Elisa Canossa - Studio di psicologia e psicoterapia Psicologo a Sustinente

726 Risposte

2202 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 SET 2016

Gentile Claudia,
L'amore è un sentimento fortissimo che scolvolge profondamente le vite di coloro che sono i protagonisti.Esso cozza con la razionalità e i processi logici che siamo abituati a perseguire nella vita giornaliera.Il vero amore non dà il tempo di pensare,ma emotivamente porta gli amanti a sentirsi una unica cosa con l'unico problema ti trovare il tempo per stare insieme.

Luciano Di Rienzo Psicologo a Avellino

81 Risposte

31 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 AGO 2016

Gentile Claudia,
penso sia forse inutile interrogarsi come lei sta facendo. Sarebbe a mio avviso più produttivo consultare una psicologa psicoterapeuta che possa aiutarla sia a rendere ottimale la comunicazione con questo ragazzo, sia ad analizzare e contrastare eventuali sue caratteristiche individuali controproducenti nella ricerca di legami sereni.
Sempre ché ovviamente lei lo desideri, ma ricordi che l'amore è un treno che passa e bisogna coglierlo al volo.

Valentina Sciubba Psicologo a Roma

1054 Risposte

726 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17250

psicologi

domande 24700

domande

Risposte 88200

Risposte