Non riesco piú a fare nulla, sopratutto nello studio

Inviata da Giada · 26 giu 2018 Orientamento scolastico

Salve sono una Studentessa al primo anno fuori corso e mi mancano un esame e due parziali (e la tesi) per concludere il percorso di studi. Durante le superiori non ero sicuramente una delle migliori ma anche se non ero sempre costante nello studio le insufficienze sono sempre state molto poche e all'ultimo anno avevo anche una buona media (superiore all'8). Nei primi due anni d'università davo esami con molta fatica ma mai mettendo in dubbio l'importanza della stessa, e quando dovevo dare esami mi impegnavo il dovuto. Ero riuscita, anche grazie a una buona dose di fortuna, a ottenere l'opportunità di andare in Giappone (studio Giapponese come lingua orientale) per un periodo di 6 mesi. Da quando sono tornata non riesco piú a fare nulla, sono apatica e passo giornate intere nel letto. Per l'ultimo esame ho saltato il pranzo tutti i giorni, preoccupando le mie amiche per la mia notevole perdita di peso. In Giappone avevo tutto, lavoravo, ero piena di amici, un fidanzato e una casa tutta mia. Qui invece sono completamente sola, le compagne che avevano problemi simili ai miei stanno riuscendo comunque ad andare avanti. Adesso il mio ragazzo mi aspetta da ormai un anno a Tokyo , e nonostante sia a un passo dalla fine non riesco a muovere un dito per concretizzare il mio sogno. Mi sento una completa fallita a 23 anni e penso di aver buttato gli anni migliori. So cosa voglio e conosco il problema ma nonostante abbia cercato di controllare la mia pigrizia in tutti i modi possibili la mia condizione sta peggiorando e adesso sono arrivata alla conclusione di essere una semplice scansafatiche che non si merita nulla e la cui perdita delle persone piú care arriverà presto. Sostanzialmente sto aspettando che qualcuno mi punisca per vedere se cosí dopo riusciró a svegliarmi.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 27 GIU 2018

Cara Giada,
più che alimentare pensieri negativi e attendere che qualcosa di negativo si realizzi concretamente, è importante che lei possa tornare ad agire in un modo funzionale alla realizzazione del suo benessere. Sarebbe necessario poter meglio analizzare la sua situazione per comprendere effettivamente a cosa sono dovute queste sue difficoltà ed intervenire così di conseguenza. In questa fase, rivolgersi ad uno Psicologo della sua zona potrebbe costituire un’importante risorsa per comprendere quello che sta accadendo e trovare delle soluzioni che favoriscano il suo benessere. Cerchi di reagire quanto prima e vedrà che riuscirà ad affrontare la situazione al meglio.

Cordialmente,
Dott. Colamonico Damiano

Dott. Damiano Colamonico Psicologo a Torino

643 Risposte

1120 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 GIU 2018

Buongiorno Giada,
non devi colpevolizzarti in toto perché stai vivendo una fase difficile.
È possibile che il passaggio da una vita appagante e stimolante quali avevi in Giappone ad una più routinaria qui in Italia e senza la presenza della persona amata, abbia generato questo momento di impasse.
Non aspettare una punizione, ma piuttosto chiedi un supporto psicologico che ristabilisca la tua autostima e ti aiuti ad attivare strategie di coping per concludere l’università e sviluppare una progettualità esistenziale.
Coraggio!
Un caro saluto
Dott.ssa Vanda Braga

Dott.ssa Braga Vanda Psicologo a Rezzato

1356 Risposte

1218 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 GIU 2018

Gentile Giada,
Lei si è iscritta all'università ed è riuscita con successo ad affronatare diversi esami, poi ha avuto l'opportunità di andare in Giappone e fare un'esperienza costruttiva e proficua. Molte risorse sono presenti in lei.
Il problema si è manifestato al rientro, in cui si è ritrovata sola ed è apparsa
una crisi motivazionale. Potrebbe trattarsi di un episodio depressivo o comunque un disturbo dell'umore da trattare.
E' inutile incolparsi o aspettare punizioni....quello che deve fare è richiedere una consultazione specialistica per comprendere meglio la situazione.
In tal modo potrà riprendersi e stare meglio portando a compimento il percorso formativo.
Cari saluti
Dr.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2665 Risposte

2208 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Altre domande su Orientamento scolastico

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16850

psicologi

domande 23750

domande

Risposte 85750

Risposte