Non riesco più' essere felice...

Inviata da Simona il 17 gen 2015 Crisi esistenziale

Sono una ragazza di 34 anni e ho tutto. Un bel fidanzato che mi ama, un buon lavoro, qualche spicciolo in banca, tanti amici, la vita ideale… eppure non riesco più' essere felice. Una volta facevo una torta ed ero felice, prendevo un ordine al lavoro ed ero felice..ora più' niente..non c'è nulla che mi entusiasmi. Oltretutto il mio compagno inizia parlare di matrimonio e figli (dopo 6 anni di convivenza ne ha tutte le ragioni) e invece io vorrei solo scappare … cosa mi sta succedendo ? Come posso tornare indietro e ritrovare, come diceva Vasco, quella voglia di vivere che non c'è più' …. ci tengo precisare che non sono depressa e anzi, nemmeno triste, forse solo apatica, e passo i giorni aspettando che succeda una qualche novità che mi cambi la vita…cosa devo fare ? Sto buttando via un sacco di tempo…Alice

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Cara Alice, è proprio nel "tutto" che a volte si smette di "desiderare", perchè il desiderio nasce proprio dalla mancanza che ci s-muove verso qualcuno o qualcosa, e allora le chiedo, si fermi a riflettere prima di scappare, perchè a volte sembra più semplice fuggire piuttosto che "restare", guardare ciò che si teme di vedere, provi a cambiare occhiali e a rimettersi in gioco, magari scoprirà "nuovi" desideri nel vecchio... Dr.ssa Letizia Servillo

Dr.ssa Letizia Servillo Psicologo a Napoli

5 Risposte

5 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Simona, nella vita quando si raggiunge la stabilità spesso si incorre nella noia della routine, quello che un tempo era nuovo e piacevole si trasforma in acquisito e noioso. A questo punto per dare senso all'esistenza o ci adattiamo alla situazione o cerchiamo di apportare dei cambiamenti. Tali cambiamenti si stanno presentando adesso nella sua vita (matrimonio, figli...) e la costringono a lasciare delle sicurezze acquisite con il tempo. Tutto questo porta a dei dubbi i quali portano con sé ansia "farò la scelta giusta? e se poi sbaglio?...". Adesso io posso solo consigliarle di fermarsi un attimo e pensare al presente e a quello che ha e che vuole mantenere e quando si trova a rimuginare sul futuro si ricordi che ogni previsione che può fare è solo una fantasia, la vita si vive non si immagina!

Dr. Mirko Dai Prà Psicologo a Arezzo

2 Risposte

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Alice, il suo nome richiama quel famoso cartone animato con il quale molte bambine sono cresciute con la fantasia che esista davvero "il paese delle meraviglie". Da quanto scrive ritengo che il suo vissuto derivi da una "crisi" evolutiva: dalla fase della giovinezza adesso, sulla base dei cambiamenti di vita e delle nuove richieste, si trova nella fase adulta dove probabilmente si sente chiamata a provvedere a nuovi ruoli e compiti, quali per esempio quella di madre (così come il suo compagno vorrebbe!).
Le crisi che viviamo non sempre sono negative. A volte abbiamo da considerarle positivamente come nuove opportunità, punti di svolta importanti. Spesso nella vita rimaniamo orientati nel passato e su ciò che avrebbe potuto essere e non è stato; oppure sul futuro e su come questo ci aspettiamo che sia; l'unica cosa che spesso non riusciamo a considerare è bio presente. Le voglio consigliare di stare nel presente nel suo qui ed ora è momento dopo momento impari ad ascoltarsi e a chiedersi davvero cosa sente e cosa vuole. Le sue stesse risposte potranno sorprenderla!!! E mi raccomando continui a fare dolci....magari i suoi preferiti!
Dr.ssa Anna Gallucci

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Alice,
se pensi di avere tutto per essere felice ma non lo sei, è possibile che in questo "tutto" per te manchi qualcosa. Non necessariamente la voglia di scappare è dannosa, in alcuni casi è solo il nostro intuito che ci vuole tenere lontani da qualcosa che, forse, per noi non va bene. Solo che non ce ne rendiamo conto.
Farsi le domande che ti stai ponendo tu è il primo passo per andare verso una vita piena e soddisfacente. A volte la felicità è fare questo viaggio, non necessariamente arrivare in un posto.

Dott. Andrea Paschetto Psicologo a Lignano Sabbiadoro

3 Risposte

3 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Alice,
nessuno può dire quale sia l'ingrediente chiave della felicità a cui ambisci. E' possibile tu abbia tutto e nello stesso tempo niente perchè a volte quello che cerchiamo è un punto di evasione da una perfetta monotonia che per qualcuno si fa punto di arrivo, per qualcun altro no e forse è il tuo caso. Te stessa ammetti di voler tornare indietro e rifuggi all'idea di una famiglia: che sia dunque questa la chiave per sbloccare l'apatia che ti affligge? Prova a chiarire cosa ti manca del tuo passato e cerca di riappropriartene. In tutto questo però prova anche ad affidarti ad un professionista che ti possa guidare in questo percorso di "rinascita".
Saluti,
Dr Daniela Saurini

Dr.ssa Daniela Saurini Psicologo a Aprilia

1 Risposta

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Ciao Alice,
i cambiamenti e le fasi della vita ci possono mettere davanti a crisi e momenti in cui ci si sente fragili, impauriti delle richieste altrui e anche tristi per aver perso la propria grinta e sicurezza.
Penso che ti sarebbe utile fare chiarezza circa i tuoi sentimenti le ansie e le preoccupazioni che senti.
Io ricevo a Pesaro (PU) se ritieni di voler approfondire ciò che stai vivendo mi rendo disponibile.
Dott.ssa Gargamelli Sara

Centro di Psicoterapia - Dott.ssa Gargamelli Sara Psicologo a Pesaro

6 Risposte

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Alice,
spesso gli ideali che abbiamo in mente influenzano i nostri umori e le nostre scelte.
Le sue parole suggeriscono uno stato d'animo così travagliato che le potrebbe essere utile chiedere un confronto clinico un psicoterapia o un percorso clinico in grado di offirle utile spunti di riflessione per comprendere meglio cosa le succede. Lo strumento informatico è un supporto provvisorio, Le consiglio sinceramente di darsi l'opportunità di parlare con un esperto che saprà certamente orientarla verso considerazioni utili per Lei e la sua coppia.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Ciao Alice, mi colpisce il fatto che dici "non riesco più ad essere felice". E' questo il punto di partenza, prova con dolcezza a chiederti "cosa è diverso? cosa è cambiato?". Sei cambiata tu? Oppure non è cambiato nulla e forse è proprio questo...
La felicità non è legata all'esterno, ad un partner, ad amici, a un lavoro. Infatti ti sembra tutto apposto, lo hai detto. La felicità non ha tempo, non è legata alla materia o ai soldi. Ne stai avendo la conferma. Queste tue insoddisfazioni ti stanno chiedendo di conoscerti meglio e di scoprire che c'è una tua felicità autentica tutta da scoprire, in un gusto nuovo della vita verso il quale puoi dirigerti....Aspetto di sapere cosa ne pensi, Francesco PdM

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

salve, penso sia opportuno per lei chiedere un consulto psicoterapico per aiutarla a gestire meglio la sua sofferenza e irrequietudine.
Rimango a disposizione.
Cordiali saluti

Dott. Massimo Franchi Psicologo Psicoterapeuta Psicologo a Parma

1 Risposta

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buona sera Alice . il fatto è che nessuno ha mai scritto quali siano gli ingredienti principali per la felicità : il fidanzato ? i soldi? il lavoro? gli amici? Sarebbe facile dire che lei ha descritto una situazione in cui sembrerebbe tutto sistemato " a regola d'arte" ma evidentemente è proprio il suo senso di apatia e di vuoto che è il termometro del fatto che tutto apposto evidentemente non è. Ogni considerazione sarebbe superficiale perchè comprendere le motivazioni di uno stato d'animo , è un'arte complessa che richiede tempo, conoscenza ed elementi da valutare. Ciò che mi sento comunque di evidenziare è il fatto che si travo ad una fase importante del suo ciclo vitale....se ricorda già un tizio di nome Dante , si ritrovo a quella stessa età , in una selva oscura. Credo che si trovi ad un momento importante dela sua vita ad un crocevia in cui sono necessarie scelte importnati ...forse è proprio questo che la blocca ., ovviamente solo una psicoterapia potrà aiutarla a trovare il senso di tutto ciò. Come dice lei, non perda ancora tempo con dubbi e domande......chieda un consulto.

Dott.ssa Francesca Stefania Pagano Psicologo a Gela

4 Risposte

2 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Alice
come appunto canta Vasco: "Vivere è passato tanto tempo ...Vivere... è un ricordo senza tempo..."
E' una canzone molto bella e triste che sottolinea quello che è un disagio molto noto del nostro tempo e cioè : il vuoto e la mancanza di senso nella vita.
Lei ha superato il livello di soddisfazione dei "bisogni di base" come li chiama K. Horney ed ora è alla ricerca di altro.
Sembra che il suo mondo sia chiuso ma in realtà è lei ad essersi chiusa dentro questo suo mondo quasi perfetto ma dove non si vede apertura ad altro da Sé.
A mio parere ha bisogno di ritrovare slancio attraverso nuovi interessi e attraverso il recupero della capacità di darsi a nuovi progetti, a persone nel contribuire alla vita e alla società attorno a sé.
La vita andrebbe vissuta in termini più ampi e dovremmo cercare di apportare un contributo importante nel nostro ambiente e nella società in cui viviamo.
Penso che una Psicoterapia potrebbe servirle per acquisire apertura al nuovo e al mondo.
Auguri
Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicoterapeuta in Ravenna

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6695 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Alice, per quanto lei descriva una vita idealmente perfetta, è sicura di avere ciò che veramente desidera?

Dario Dott. Grigoli Psicologo a Pinerolo

136 Risposte

114 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Alice,
leggendo le sue parole mi sembra come se stesse vivendo un periodo in cui, raggiunti gli obiettivi che forse si era preposta o che forse riteneva essere quelli che tutti desiderano raggiungere (una sana relazione intima, una buona posizione lavorativa, una vita sociale abbastanza piena..), non sappia cosa vuole veramente, cos’è che le dà quella felicità/serenità che non sente.
Molte persone attraversano questa fase in cui si sentono come “smarrite” e si rivolgono spesso la domanda “ho tutto quello che si può avere, eppure non sono felice, come mai?”…A questo interrogativo si può cercare di trovare risposta con un breve percorso psicologico di consapevolezza e crescita personale. Ad esempio, tra le strategie di stampo cognitivo comportamentale, vi è l’ACT (terapia dell’impegno e dell’accettazione) che si basa proprio sul trovare i propri veri “valori” e obiettivi di vita. Alcune volte l’insoddisfazione che abbiamo della nostra vita è dovuta al mancato raggiungimento di un obiettivo interiore di cui non siamo pienamente coscienti. Ci fermiamo a riflettere sul fatto che abbiamo ciò di cui tutti sarebbero contenti e magari ci colpevolizziamo anche per avere questo tipo di emozioni contrastanti.
Provi a contattare un terapeuta della sua zona di residenza, se il problema è circoscritto potrebbero esserle sufficienti poche sedute.
A disposizione per ulteriori informazioni,
un caro saluto,
dott.ssa Chiara Francesconi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Crisi esistenziale

Vedere più psicologi specializzati in Crisi esistenziale

Altre domande su Crisi esistenziale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15300

psicologi

domande 19750

domande

Risposte 77350

Risposte