Non riesco più a studiare

Inviata da marco · 25 nov 2015 Orientamento professionale

Buonasera, mi chiamo Marco ho 27 anni. Mi sono laureato lo scorso giugno alla triennale di scienze geologiche.
Premetto che ho iniziato la mia carriera universitaria a 21 anni.
Attualmente sto frequentando la laurea magistrale. Mi piace, sono contento della mia scelta (addirittura ho giá frequentato anche un seminario di avviamento alla professione e di preparazione all'esame di stato, e questo mi ha dato la conferma che quel lavoro mi piace). Il mio problema é che ora non riesco a "partire" a studiare, e a dare un esame!non trovo più la grinta e la determinzaione che avevo prima. Passo le giornate sui libri, ma niente mi rimane impresso, non trovo la giusta concentrazione. E questo mi fa male, perché vorrei cercare di finire il prima possibile il percorso di studi per entrare nel.mondo del lavoro. Non é che non ho voglia di studiare, anche perché sto frequentando i corsi, é che non ci riesco più! Inoltre anche l'etá mi "spaventa", la paura di laurearsi magari a più di 30 anni, e poi quali sono le prospettive future??? Passati i 30 anni molte strade si chiudono (limiti di eta per aziende, concorsi).
Faccio il mea culpa di non aver iniziato subito l'universitá! É proprio.un momento no, che mi sta facendo perdere tempo e stare male. Spero di esser stato meno confusionale possibile nello spiegare il mio problema.
Grazie
Saluti

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 25 NOV 2015

Caro Marco
occorre che tu liberi la mente di tutti i pensieri "parassiti" che non c'entrano nulla con quello che devi fare e che ti demotivano e ti tolgono la voglia di andare avanti.
E' come se questi pensieri conducano un sabotaggio interno delle tue migliori intenzioni e ti tengano al palo, bloccato e inconcludente.
Devi tornare a sentirti studente a tutti gli effetti e ritirare le proiezioni che ti fanno sentire in un futuro non ancora raggiunto ma, nel quale già vorresti viverti.
Sei uno studente e hai ancora tanto da apprendere.
Tuttavia non sei in ritardo sui tempi e nemmeno penalizzato rispetto agli altri e non è affatto vero che poi non ti assumeranno causa la tua età (questi sono i pensieri parassiti e boicottanti che dicevo all'inizio).
Niente potrà penalizzarti se non il fatto di sentirti inadeguato ed è proprio questo (ne sono certa) che impedisce alla tua mente di apprendere e continuare ad imparare.
Frequenta i compagni di università, fatti passare appunti e torna a sentirti uno di loro e vedrai che la "macchina mente" tornerà a scorrere per il verso giusto.
Vivi qualche piccola e naturale incertezza come momento motivante e non certo come motivo di blocco!
Un caro saluto
Dott Silvana Ceccucci Psicologa Psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7081 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 NOV 2015

Caro Marco,
dici che ti sei laureato lo scorso giugno per la triennale e sarebbe interessante sapere come e quando è iniziata questa tua sfiducia sulle tue capacità e possibilità visto che la materia ti piace.
E' possibile che sia accaduto qualcosa nella tua vita personale o familiare che ha innescato questi pensieri così catastroficii e negativi che non hanno motivo di essere.
E' anche possibile che si tratti solo di un momento di scoraggiamento come càpita a qualsiasi studente nel corso degli studi universitari.
Se apprendi dalle lezioni frequentando i corsi, non c'è motivo di pensare che non accada la stessa cosa studiando dai libri.
Devi concentrarti sul presente e non affogare nell'ansia e nella paura del futuro.
A tale scopo è consigliabile che ti faccia aiutare in un percorso di psicoterapia.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7180 Risposte

20397 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 NOV 2015

Caro Marco,
saprebbe trovare un evento critico, un evento che ha dato origine a questo problema? O invece, il non riuscire a studiare si è sviluppato gradualmente?

Com'era prima? Com'era quando riusciva a studiare?

Per ottimizzare i tempi (dato che questa variabile le preme) e riprendere il prima possibile a studiare con efficacia, le suggerisco di consultare uno psicologo. Può scegliere un professionista della sua zona oppure un professionista che la accolga online. L'obiettivo è recuperare la motivazione, la concentrazione e la fiducia nel futuro.

Un saluto
Dott.ssa Francesca Fontanella

Dott.ssa Francesca Fontanella Psicologo a Rovereto

1030 Risposte

2086 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 NOV 2015

Buongiorno Marco,

se con la testa è convinto della scelta, del percorso intrapreso, come ben descrive, emotivamente c'è qualcosa che non va, che La blocca, che La boicotta.
Io parlerei proprio di auto - boicotaggio: molto spesso i giovani adulti in procinto di terminare il proprio percorso di studi, si arrestono. Si fermano.
Proprio quando si è vicino alla meta, ci si blocca.
Perchè?
Diverse sono le ipotesi che si potrebbero fare e poche sono le informazioni che fornisce circa la propria vita personale e famigliare.
Le chiedo: quali aspettative ha nutrito in passato e nutre oggi la sua famiglia nei confronti di questo percorso di studi? ha fratelli più grandi che hanno già terminato gli studi? ha iniziato a 21 anni l'università, come mai?
La laurea rappresenta un passaggio molto significativo nella vita di ciascuno: rappresenta il trampolino di lancio verso la vita adulta, l'autonomia economica e emotiva. (si va a vivere da soli etc).

A volte ci si blocca anche per questa paura.

Si desidera crescere e realizzarsi professionalmente, ma si vive nell'incertezza di riuscirci ("Appunto sono vecchio etc") e ci si blocca e ci si auto auto-boicotta.
Provi a riflettere su quanto scritto e se ha desiderio si faccia supportare da uno psicologo che la potrà aiutare a dare senso a questi pensieri.

Buona vita!
Dott.ssa Cristina Fumi
Psicologa-Psicoterapeuta Milano

Dott.ssa Cristina Fumi Psicologo a Milano

233 Risposte

233 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 NOV 2015

Salve Marco, sembra che lei stesso abbia individuato il motivo del suo blocco. Non tanto la scelta del percorso di studi, ma la paura di non farcela, la paura di aver sprecato il tempo, la paura che sia troppo tardi... La paura... Che in questo momento funziona da freno. Potrebbe provare ad ascoltare questa sua paura, vedere dove la porta, magari accompagnato da un bravo professionista che possa aiutarla in questa sua ricerca personale. Buon viaggio.

Dott.ssa Silvia Moretto Psicologo a San Bonifacio

24 Risposte

18 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento professionale

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento professionale

Altre domande su Orientamento professionale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 25650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17400

psicologi

domande 25650

domande

Risposte 90400

Risposte