Non riesco più a essere felice.

Inviata da Valeria nicotra · 23 ago 2021

Ho 25 anni, ho sempre sofferto d’ansia, da quando ero piccola. Ho passato periodi pesanti, ma che fortunatamente riuscivo a superare guadagnandomi un attimo di serenità. Da qualche tempo, più di un anno in realtà, le cose non fanno che peggiorare. Mi sento impazzire. La mia ipocondria è gravissima. Da un anno ho problemi alla deglutizione, nel giro di un mese ho perso 11 chili, e già ero magra di mio, riprendere quei chili ,con la difficoltà a deglutire, è un’impresa. Non ho più appetito. Sedermi a tavola è un incubo. Sono stata dall’otorino che tranquillizzandomi mi ha assicurato fosse tutto nella norma. Non contenta ho fatto una gastroscopia e anche in quella non è stato riscontrato nulla di grave. Una leggera infiammazione che a quanto pare è normale. Il problema è che io non riesco a deglutire. Addirittura a volte avverto anche dei crampi al collo, una rigidità che mi provoca dolore anche quando non mangio. Questo problema mi ha distrutta, perdendo chili non riesco più a vedermi attraente. Sono fidanzata e il mio rapporto va sempre peggio. Penso che lui non mi sopporti più. Quando ho le mie problematiche durante i pasti, nel suo sguardo non vedo solo stanchezza, vedo proprio disapprovazione, quasi disgusto. Infatti ormai quando siamo insieme mi tratta come se fossi sua figlia. Si, sa essere affettuoso, ma come lo è un padre. Non mi sento corteggiata, non sento che si diverte con me, non sento che è coinvolto. Sento di essere il cucciolo malato di cui si prende cura. Io ho provato a parlargliene, e lui non fa che dirmi che sono paranoica, che se ho sempre malanni non può che trattarmi in questo modo affettuoso e che se avessi degli amici non lo stresserei così tanto. Si sente oppresso, da me e i miei problemi. Non nego che la mia gelosia è aumentata da quando sto male, perché più sto male più vedo che non mi sopporta, e più vedo il suo bisogno di essere ovunque meno che con me. Mi fa stare tremendamente male questa cosa, e anziché portarmi a lottare per il mio problema, il mio problema peggiora. Mi sento disturbata, malata. Mi chiedo se vivrò così per sempre, ma io non ci voglio vivere così. Non ho più voglia di far niente, di alzarmi dal letto. Mi sento orrenda. Sento che non ho niente da offrire. Mi sento un verme. Il mio ragazzo si guarda attorno e ha smesso di guardarmi, io non riesco a essere felice di niente. Il mio ragazzo non fa che dirmi che non faccio niente e il problema è che non ho amici e che sono sola come un cane, ma non è questo che mi porta a essere legata a lui. Mi sono innamorata di lui a prescindere dai problemi che avevo sempre avuto. Mi sono innamorata perché era dolce, mi faceva sentire speciale, avevamo tanto in comune, o così credevo. Mi faceva battere il cuore così forte, le poche volte in cui la tachicardia non mi faceva paura, E con la quarantena ho avuto delle ricadute, ho passato un brutto periodo, veramente pesante.... avevo bisogno di lui, e so che è brutto aver bisogno di qualcuno, e non volevo appesantirlo, ma avrei tanto voluto tutt’altro atteggiamento. Avrei voluto farmi forza con lui accanto. Invece ci ho solo distrutti. Lui ora non c’è più. Mi sento sola e ridicola, quando mi ha detto che sono sola come un cane mi ha fatto molto male, non riesco a credere alle parole che siamo in grado di dirci. Vorrei essere una ragazza normale, vorrei che lui si sentisse attratto da me. Che mi vedesse come una donna, invece do solo a vedere quanto sia piccola e patetica. Mi sento un peso, mi sento così ingombrante che vorrei sparire

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 36450 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 21250

psicologi

domande 36450

domande

Risposte 124250

Risposte