Non riesco ad accettare la fine con il mio ex

Inviata da Alexia il 26 dic 2018 Terapia di coppia

Buonasera,
Mi rivolgo a lei perché ormai sono davvero disperata. Non riesco ad accettare la fine e neanche a capire come sia finita. Cercherò di essere breve anche se comunque è difficile. Conosco questo ragazzo da più di 6 anni, abbiamo iniziato il liceo insieme (attualmente abbiamo entrambi 20 anni). Inizialmente eravamo amici, stesso gruppo di amici, ma lui comunque ha sempre avuto sentimenti nei miei confronti, ma si è dichiarato solo l’ultimo anno di liceo. Anche io provavo qualcosa ma entrambi siamo sempre stati molto orgogliosi. Fatto sta che quando si è dichiarato è stato davvero strano, venendo da parte sua; diciamo non me lo sarei mai aspettata, conoscendolo soprattutto. Da lí abbiamo iniziato a frequentarci e io avrei dovuto proseguire gli studi universitari in un altro paese, già era tutto organizzato. Lui fece diverse “pazzie” per me, mi venne a trovare d’estate, senza aver programmato niente e senza stare insieme, perché a parer mio era solo una frequentazione. (Può sembrare una cavolata ma lí per lí il fatto che lui venisse era davvero una cosa molto grande). Ovviamente lui era innamorato di me e me lo disse, a parte conoscendolo meglio di me stessa era palese. Quell’anno alla fine non mi trasferì e continuammo a “frequentarci”. Era sempre più innamorato di me, diciamo che io invece mi mantenevo sempre scettica. Comunque nonostante il mio scetticismo le cose andavano avanti. Eravamo molto simili e comunque ci divertivamo tanto. Fino a quando mancava un mese alla mia VERA partenza e tutto cambiò. D’un tratto lui non era più lo stesso, non mi dava più le stesse attenzioni e neanche si preoccupava del mío star mal (per me era un brutto periodo perché sapevo che mi sarei trasferita di lí a poco e avevo molta paura). Fatto sta che io notavo quel cambiamento, era un’altra persona nei miei confronti: era passato dal voler trascorrere il maggior tempo possibile con me, al non fregarsene quasi. Il giorno prima della mia partenza, dopo una litigata bella grossa (mai successa così grande, nonostante DA SEMPRE litigavamo spesso) decide di non salutarmi. (Siamo a luglio, prima di partire per l’estate. Fatto sta che poi si pente, ma io non cedo facilmente, anche perché non sapevo più cosa pensare. Dopo 15 giorni che lui cerca di riallacciare i rapporti, smette di contattarmi. Non ci sentiamo per quasi un mese. Quando torno prima di trasferirmi del tutto, per un mese e mezzo, faccio di tutto per allacciare i rapporti: mi sembrava stupido, dopo tanto tempo, non avere neanche un confronto. Ottengo il rapporto, di amicizia di sempre, anche se comunque si notava che volesse qualcos’altro anche lui. Parlando mi dice di no, che è inutile tornare indietro, che tanto sarei partita. Capisco perfettamente, ma si comporta come sen niente fosse, come se fossimo sempre noi, MA senza che succeda niente. Ed è sempre affettuoso con me (cosa strana perché non lo è affatto). Adesso, io capisco la giovane età, però io sono 2 mesi che mi sono trasferita, nonostante ciò non riesco a capire come mi abbia messa da parte così facilmente. So che lui era davvero tanto legato a me, più di quanto io lo fossi. So anche che a volte io mi sono comportata male nei suoi confronti (tendo ad essere un po’ menefreghista). Ho fatto di tutto per avere un bel rapporto e tutt’ora molto spesso ci sentiamo. L’ultimo giorno non riusciva a staccarsi da me per salutarmi. Lo notavo che stava a pezzi, davvero tanto. E ancora oggi (anche perché era finita a luglio per davvero) continuo a pensare a lui e a tutte le cose che abbiamo fatto e soprattutto a tutto ciò che lui ha fatto per me. Come è possibile da un momento all’altro cambiare sentimenti/carattere/pensieri nei confronti di una persona?! (In tutto ciò c’è da ammettere che anche i genitori erano un po’ contrariati nell’ultimo periodo, e il ragazzo in questione si fa influenzare molto da questi ultimi.)

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Alexia,
a mio parere, questo ragazzo che ha dovuto vincere il suo orgoglio per dichiararsi e per dimostrare quanto tenesse a lei, ha semplicemente messo in atto dei meccanismi di difesa per non soffrire troppo per la separazione e la distanza che gli è stata imposta.
Quindi non si tratta di averla messa da parte con facilità (come lei pensa) ma piuttosto di aver notato uno squilibrio di reciprocità nell'investimento affettivo e di aver preso delle misure difensive.
D'altra parte, effettivamente la distanza è una pesante controindicazione per la durata e la stabilità di una relazione d'amore.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6492 Risposte

18158 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Carissima,
in tutta questa sua lunga lettera c'è una cosa che balza agli occhi: lei ha frequentato questo ragazzo per molti mesi con lui che era innamorato e lei che comunque provava attrazione e no vi siete messi assieme. Credo che il fatto principale sia questo e non tanto che lui ha cambiato così tanto nei suoi confronti.
La invito per tanto a riflettere su questo che credo sia la tematica fondamentale.
Mi faccia pure delle domande se lo ritiene opportuno.

Angelo Feggi - Psicoanalista Genova

Dott. Angelo Feggi Psicologo a Genova

474 Risposte

709 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15300

psicologi

domande 19750

domande

Risposte 77350

Risposte