Non riesco ad accettare la Figlia del mio fidanzato

Inviata da Patrizia il 22 feb 2019 Terapia di coppia

Ho 28 anni e sono fidanzata da sette mesi con un ragazzo meraviglioso di 32 che ha una figlia di quasi 3 anni. La sua ex è rimasta incinta al loro primo appuntamento e da lì hanno deciso di provare a far funzionare le cose per la bambina, ma per ovvi motivi, dopo un anno e mezzo le cose non hanno funzionato e hanno deciso di separarsi. Ora sono in pessimi rapporti e lui vede la bambina per 4 ore ogni 15 giorni. Io ho conosciuto la bambina dopo qualche mese di frequentazione e nonostante io non sia proprio una fan dei bambini piccoli, andiamo abbastanza d’accordo, anche perché io cerco di essere molto discreta con lei: giochiamo insieme e nulla di più. Da un mese a questa parte però sono iniziati a venirmi dei pensieri di insicurezza nei confronti della mamma della bambina nonostante lui mi assicuri di non averla mai amata e che la loro fosse una storia messa in piedi esclusivamente per la gravidanza di lei. Vedo questa faccenda come un ostacolo alla nostra relazione e inizio a sentirmi intollerante nei confronti della bambina, che non ha colpe. Non voglio assolutamente perdere il mio fidanzato, con me è bravissimo, mi mette sempre al primo posto e la sua famiglia mi adora. Ho paura che con questi pensieri finirò per rovinare il nostro rapporto anche se non riesco a smettere di pensare che se non ci fosse la bambina sarebbe molto meglio. Mi sento malissimo anche solo a pensarle queste cose e non riesco a capire perché non riesca a godermi in pieno la nostra storia. Grazie in anticipo per i consigli.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Patrizia,
se lei riconosce che la bambina non ha colpe e allo stesso tempo non vuole rovinare la sua relazione sentimentale dovrebbe prendere atto che l'unico motivo del suo disagio è la insicurezza personale e la diffidenza/gelosia nei confronti del suo fidanzato che però non vuole perdere.
E' da supporre che lei abbia saputo fin dall'inizio della esistenza della bambina e abbia potuto fare le sue valutazioni prima di iniziare una storia con questo ragazzo.
Pertanto, se ora ha davvero intenzione di continuare tale storia in maniera tranquilla, sarà bene fronteggiare e risolvere le sue paure e insicurezze migliorando la sua struttura di personalità attraverso un adeguato percorso di psicoterapia.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6464 Risposte

18112 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Patrizia, è comprensibile che lei abbia dei dubbi e delle paure. Sente che i genitori di questa bambina avranno sempre un legame e probabilmente, nel rispetto della piccola, è giusto che sia così. Ciò non toglie che, al dì la di relazioni conflittuali o meno tra i due ex, quel legame è atto alla sola tutela della figlia e non chiama in causa un sentimento di amore reciproco, come invece c'è tra lei e il suo compagno. Non lasci che queste insicurezze turbino la sua storia. Ne parli con un terapista in zona, o online. Fronteggi le sue paure affinchè possa godersi questa storia. Un saluto Dr.ssa Daniela Fierro

Dottoressa Daniela Fierro Psicologo a Prato

11 Risposte

19 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Patrizia,
occorre che lei accetti il proprio ragazzo in tutte le sue dimensioni, lui è padre e questo è un dato di realtà. A volte la gelosia retroattiva puo' indurre in pensieri disfunzionali a cui è necessario volgere lo sguardo. La storia precedente ormai è conclusa di conseguenza mi pare importante che lei intraprenda un percorso di counseling per superare tale momento di empasse al fine di chiarirsi in coppia attraverso un dialogo aperto e costruttivo.
Resto a disposizione
Dr.ssa Donatella Costa.

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2420 Risposte

2045 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Patrizia,

risulta importante per lei e soprattutto per il rapporto con il suo compagno, di analizzare e approfondire questi pensieri, prima che possano influenzare in negativo la coppia. é normale sentirsi inizialmente fuori posto e provare anche un senso di insicurezza, il rapporto per essere naturale e spontaneo ci mette un pochino.
Deve essere convinta e comprendere che quando si inizia una relazione con una persona separata e con dei figli si accetta e si deve accettare il pacchetto completo.
Le consiglio di intraprendere un percorso psicologico, online o da un professionista della sua zona.
Resto a disposizione per eventuali chiarimenti, se vuole mi può scrivere.
Cordiali saluti
Dott.ssa Alice Noseda

Dott.ssa Alice Noseda Psicologo a Lecco

1535 Risposte

1135 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15250

psicologi

domande 19650

domande

Risposte 77200

Risposte