NON RIESCO A USCIRE DA UNA RELAZIONE MALATA CHE MI STA PORTANDO ALLA MORTE

Inviata da Aliicee · 21 ago 2020

Dopo 4 anni di fidanzamento mi ha lasciata per la 3 volta dopo una violenta litigata. Mi ha sempre tradita via social addirittura scrivendo e programmando incontri con prostitute e trans. Da un anno mi picchiava e l'ultima volta, giorno in cui mi ha lasciata mi ha detto che non mi ammazza solo perché non vale la pena andare in galera per una come me aggiungendo che altrimenti sarei già sotto terra. Non riesco ad allontanarmi da questo ragazzo, lo amo più della mia stessa vita. Quasi 3 anni fa è morta mia nonna con cui vivevo. Se sono ancora qua è grazie a quel ragazzo. Io così ho buttato su di lui tutta la mancanza di mia nonna facendomi terra bruciata intorno a me e chiudendo rapporti anche con alcuni componenti della famiglia. Continuo a vivere con l'idea che mia nonna non sia mai morta e che sia a casa, lasciare andare lui per me significherebbe lasciare andare mia nonna e io sono senza forze. Qualche giorno fa sono andata al 14 esimo piano del palazzo dove abitava mia nonna. Ho buttato una cicca per vedere in quanti secondi sarebbe arrivata a terra perché è ciò che vorrei fare io. Continuo a scrivergli a supplicarlo di tornare. Mi ha lasciata anche a gennaio e dopo una settimana è tornato, stessa cosa a maggio, è sparito 2 giorni ed è tornato. Questa volta è diverso e non tornerà più. Io senza di lui non posso vivere. Sono già stata abbandonata dalla persona che per me comprende tutto il mio cuore. Le persone mi parlano del tempo ma a questa storia non credo più. Mi dicevano che sarebbe bastato del tempo anche per la nonna e a novembre saranno 3 anni dalla sua scomparsa e io vado avanti solo pensando che non sia mai successo. Quindi che adesso mi vengano a dire che ho bisogno di tempo per farmi passare questo dolore a me non cambia. Perché io ho vissuto solo per lui dopo la nonna. Non so più a chi chiedere aiuto. È da un mese che non dormo, al massimo 1 ora a notte. Mia mamma ha provato a darmi goccine omeopatiche ma ormai non fanno nemmeno loro effetto. Mi sono tornati gravi attacchi di panico. Mi sveglio di notte col cuore che sembra uscirmi dal petto e i brividi che sembrano staccarmi la pelle, rimango immobile senza nemmeno riuscire a respirare a volte. Dopo la seconda volta che ho sentito il cuore partire all'impazzata nonostante nessuno sforzo ho iniziato a sentire addormentato quasi come fosse senza sensibilità l'anulare sinistro. Non so se sia una forma diversa dal mio solito attacco di panico che si presenta con iper ventilazione e "giramento" delle mani.
Ho bisogno che quel ragazzo torni da me o io sono capace di qualunque pazzia. Non posso perdere anche lui.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 27300 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17850

psicologi

domande 27300

domande

Risposte 94200

Risposte